REC – Reflect Experiment Capture Experimental Filmmaking to Prevent Violence and Empower Disadvantaged Young People

Home / Progetti / Giovani / REC – Reflect Experiment Capture Experimental Filmmaking to Prevent Violence and Empower Disadvantaged Young People

Obiettivi

  • Sviluppare competenze tecniche nel campo del “video sperimentale” attraverso peer learning tra i giovani.
  • Promuovere metodi innovativi di prevenzione della violenza in giovani utilizzando i video sperimentali.
  • Scambiare buone pratiche nel campo dell’educazione non-formale, media e prevenzione della violenza tra operatori di Italia, Spagna, Germania, Indonesia e Kenya

Attività

  • Formazione in Spagna per operatori giovanili in video sperimentali e prevenzione della violenza.
  • Servizio di volontariato europeo per 3 giovani provenienti dall’Indonesia e Kenya in Spagna, Italia e Germania.
  • 25 laboratori in video sperimentale per 75 giovani.
  • Festival Internazionale di Video sperimentale in Indonesia.
  • 10 Laboratori con organizzazioni interessate a replicare il modello REC.

Risorse

  • Documentario che evidenzi il metodo utilizzato nella produzione dei film esperimentali.
  • 25 video sperimentali prodotti nei paesi partner del progetto.
  • Guida sulla produzione dei video sperimentali.
  • Piattaforma online contenente tutti i prodotti del progetto.

Partner

Share on:

The project

Date of the project

01/12/2018 – 30/11/2020

DG of reference

DG EAC, Erasmus+ KA2 Capacity Building in the field of Youth

Categories

Unit

Giovani

Info & contacts

Follow the project updates >>

E-mail

cloe.saintnom@cesie.org

Visit the website

https://www.rec-project.eu/
Sport e inclusione delle donne immigrate: le buone pratiche raccolte da SCORE

Sport e inclusione delle donne immigrate: le buone pratiche raccolte da SCORE

La mancanza di partecipazione sportiva è una sfida importante che influisce negativamente su un’efficace integrazione nel paese ospitante. SCORE ha identificato 15 pratiche sulla partecipazione delle donne immigrate e rifugiate alle attività sportive locali, offrendo uno spazio sicuro per aumentare la tolleranza e il rispetto reciproci, nonché per ridurre i pregiudizi e la xenofobia.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!