Prevenire e ripensare l’impatto ambientale del turismo con ECHO-Tourism

venerdì 8 Ottobre 2021

Home » Adulti » Prevenire e ripensare l’impatto ambientale del turismo con ECHO-Tourism

Come prevenire e ripensare l’impatto ambientale delle attività turistiche? Condivisione di esperienze e strategie di intervento: questi i temi del primo evento moltiplicatore del progetto ECHO-Tourism tenuto in Croazia.

Il 6 ottobre 2021 si è svolto a Brac (Croazia) il primo evento moltiplicatore (evento di promozione e divulgazione) del progetto ECHO-Tourism, che ha visto coinvolti più di 50 partecipanti del settore turistico: albergatori, personale degli uffici del turismo, autorità locali, produttori locali e altri fornitori di servizi turistici, affiancati dai partner ECHO-Tourism provenienti da Croazia, Italia (associazione CESIE), Francia e Grecia.

Durante l’evento, i partecipanti sono stati informati sulla finalità del progetto e sugli strumenti messi a punto per promuovere strategie e comportamenti più ecosostenibili in ambito turistico. I partecipanti hanno altresì avuto l’occasione per confrontare le loro esperienze e per condividere riflessioni, preoccupazioni e strategie riguardo la valorizzazione del patrimonio locale (naturale e culturale) dell’isola di Brac e come garantire la sua preservazione e la sua promozione tramite le attività turistiche.

Nei prossimi mesi, saranno finalizzate le principali risorse di progetto:

  • una guida di sensibilizzazione al turismo responsabile, contenente una serie di buone pratiche – “ecogesti” – da adottare quotidianamente sia a casa sia quando viaggiamo,
  • un corso di formazione online gratuito, contenente 6 moduli tematici (acqua, alimentazione, gestione dei rifiuti, energia, patrimonio locale, mobilità) destinato ai professionisti del turismo,
  • una lista di competenze chiave da sviluppare e da monitorare, per garantire un approccio responsabile al turismo,
  • una piattaforma di monitoraggio dei consumi energetici individuali, quale strumento per valutare il proprio impatto ambientale e adottare comportamenti virtuosi,
  • una guida metodologica su come mettere in atto il dispositivo ECHO-Tourism, contenente sia dei contenuti teorici che pratici legati al turismo responsabile.

Tutte le risorse saranno disponibili qui: https://echo-tourism.eu/outputs.

Al termine dell’evento, i partner ECHO-Tourism si sono riuniti per il quinto incontro internazionale (5TPM) durante il quale hanno sviluppato un manuale di illustrazione e di utilizzo del dispositivo ECHO-Tourism, che sarà finalizzato nei prossimi mesi così da aiutare i beneficiari del progetto nell’implementazione delle attività di sensibilizzazione pubblica e promozione delle pratiche ecosostenibili.

In Italia, il CESIE ha già avviato una serie di attività sul campo, a contatto con gli albergatori locali, le associazioni ambientali e le autorità locali di Palermo e provincia, partecipando altresì a diversi dibattiti e eventi pubblici, consultabili nella pagina Facebook del progetto: https://www.facebook.com/echotourism.eu.

Vuoi fare parte anche tu della rete di attori ECHO-Tourism?

Registrati su: https://echo-tourism.eu/participate-project. Avrai modo di geolocalizzare la tua attività turistica, scaricare le risorse del progetto e confrontarti con gli altri professionisti della rete ECHO-Tourism.

A proposito di ECHO-Tourism

ECHO-Tourism è un progetto cofinanziato dal programma Erasmus+: Azione Chiave 2, Partenariati strategici nel settore dell’educazione degli adulti. ECHO-Tourism è un progetto europeo che coinvolge i professionisti del turismo e i turisti stessi, per raggiungere un turismo più verde e sostenibile e adottare comportamenti ambientali responsabili.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto, consulta il sito web echo-tourism.eu e seguici su Facebook.

Contatta Laura La Scala: laura.lascala@cesie.org.

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

La Sicilia affronta una crisi idrica che minaccia l’agricoltura. EVECSA risponde con sei Centri di Eccellenza Professionale (CoVE) in vari paesi, promuovendo pratiche agricole sostenibili. Il CoVE siciliano, presentato il 9 maggio all’Università di Palermo, sottolinea la necessità di collaborazione e formazione professionale per migliorare la resilienza regionale e raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

CESIE ETS