Green League: inizia la rivoluzione dello sport verde

venerdì 23 Settembre 2022

Home » Giovani » Green League: inizia la rivoluzione dello sport verde

Il 19 e 20 settembre, il progetto Green League ha preso il via con la prima riunione del consorzio.

I rappresentanti delle 7 organizzazioni partner si sono incontrati a Palermo, per iniziare a lavorare sul progetto e pianificare i primi passi da intraprendere per dare il via a questo percorso che avrà come obiettivo la valorizzazione e il rafforzamento del legame tra sport e ambiente.

Green League nasce dall’esigenza di sensibilizzare la popolazione sull’urgenza di intraprendere azioni per contrastare e combattere i cambiamenti climatici, la distruzione dell’ambiente e le loro conseguenze, promuovendo al contempo uno stile di vita sano e attivo.

Per rispondere a queste esigenze, Green League lavorerà sull’utilizzo dello sport come mezzo per generare consapevolezza ambientale tra i giovani, le loro famiglie e i giovani atleti amatoriali.

Tutto ciò avverrà attraverso una serie di azioni, attività e attraverso la produzione di linee guida e materiali formativi per aumentare le competenze dei professionisti dello sport e la capacità dei club sportivi di agire come catalizzatori di cambiamenti ambientali positivi nella pratica e nella promozione dello sport. Tutto questo sarà guidato dal Green League Model, un modello operativo che fornirà linee guida, istruzioni, suggerimenti, informazioni utili su come collegare meglio sport e ambiente.

Restate sintonizzati per conoscere i progressi del progetto e per essere informati sul workshop collaborativo internazionale per professionisti dello sport che avrà luogo tra qualche mese.

A proposito di Green League

Green League – Sport alliance for the environment è un progetto finanziato dall’Unione Europea con il programma Erasmus+ cooperation partnership – sport che mira a migliorare il legame tra sport e ambiente attraverso l’apprendimento esperienziale, promuovendo l’attività fisica all’aperto come strumento di sensibilizzazione ambientale e incoraggiando pratiche sostenibili nello sport.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto.

Contatta Giulia Siino: giulia.siino@cesie.org.

Ripensare l’autonomia senza acronimi: percorsi per persone di minore età arrivate sole

Ripensare l’autonomia senza acronimi: percorsi per persone di minore età arrivate sole

CIVILHOOD esplora l’interconnessione tra dimensioni socio-relazionali, lavorative e formative nel settore dell’accoglienza, evidenziando l’importanza di un approccio interculturale e inclusivo. Si mette in luce la necessità di ripensare il concetto di autonomia senza utilizzare acronimi, proponendo percorsi mirati per le persone di minore età arrivate sole, affrontando sfide come lo sfruttamento lavorativo e la standardizzazione dei percorsi.

CESIE