Assistenza sanitaria e impegno della società civile per garantire il diritto alla salute

martedì 7 Aprile 2020

Home » Adulti » Assistenza sanitaria e impegno della società civile per garantire il diritto alla salute

Il mondo dell’assistenza sanitaria sta affrontando una sfide senza precedenti.

L’emergenza COVID-19 ha richiesto una reazione rapida da parte dei sistemi sanitari e dei governi.

A guidare le azioni di contenimento della pandemia sono gli operatori sanitari e i volontari.

Le relazioni sulle condizioni critiche, tra cui il sovraffollamento degli ospedali e delle unità di terapia intensiva, hanno messo in luce una questione che forse non avrebbe ricevuto tale attenzione senza il corona virus: l'importanza di investire nell'assistenza sanitaria pubblica per proteggere sia i pazienti che le squadre cliniche.

Il personale medico e infermieristico, gli operatori sanitari e i volontari stanno lavorando oltre gli estenuanti turni e nonostante la carenza di dispositivi di protezione individuale per garantire il diritto alla salute sancito dalla nostra costituzione, fornire cure all’avanguardia e salvare vite umane.

Ringraziamo gli operatori sanitari per la loro dedizione e il loro spirito di abnegazione quotidiani, riconoscendo gli incredibili sforzi di tutti i lavoratori in prima linea contro il COVID-19 in favore della tutela della salute.

In particolare, in questa giornata mondiale della salute celebriamo, secondo il suggerimento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), il lavoro dei 22 milioni di infermiere e infermieri e di 2 milioni di ostetriche e ostetrici che costituiscono la metà della forza lavoro sanitaria globale.

«Ess* rappresentano la pietra miliare su cui si fondano sistemi sanitari forti e resistenti necessari per ottenere una copertura sanitaria universale. Prescrivono farmaci salvavita, somministrano vaccini, forniscono consigli per la pianificazione familiare e assicurano cure specialistiche durante il parto. Senza di loro, milioni di madri e bambini non avrebbero nessuno che possa diagnosticare malattie, dispensare cure o assistere alle nascite».

L’OMS vuole inoltre insistere sul ruolo chiave degli operatori sanitari nel dialogo tra le culture, nello studio di dati clinici e nel supporto ai dubbi e alle paure dei pazienti, a prescindere dalla loro origine.

Rafforzare la forza lavoro di tutto il mondo dell’assistenza sanitaria è indispensabile per raggiungere l’obiettivo della copertura sanitaria universale, garantendo l’accesso alle cure e a servizi sanitari di qualità a tutti gli esseri umani, attraverso nuovi modelli di preparazione e risposta alle emergenze basati sulla cura della persona e sulla sicurezza di tutti gli operatori coinvolti.

Oltre l’impegno costante del personale sanitario, occorre intensificare le attività di sensibilizzazione e di promozione della salute in cui la società civile svolge un ruolo chiave.

La nostra Unità Adulti si impegna a sostenere il miglioramento della salute dei singoli e della comunità, promuovendo misure di prevenzione diffuse e l’accesso gratuito all’assistenza sanitaria per tutti.

EUYOUTH4HEALTH – Coinvolgere i giovani di tutta Europa nella promozione della prevenzione sanitaria

Nasce dall’esigenza di favorire l’integrazione nel mercato del lavoro di giovani disoccupati di età compresa tra i 23 e i 30 anni, attraverso la definizione e la convalida di un curriculum sulla comunicazione digitale e nelle strategie di marketing per la prevenzione sanitaria. Il progetto si propone anche di aumentare l’interazione tra gli enti di formazione professionale, i giovani disoccupati, le PMI e le agenzie / società pubbliche che lavorano nel campo della prevenzione sanitaria, creando per loro occasioni di interazione volte a migliorare le loro pratiche, a comunicare meglio e ottenendo migliori risultati.

I partner del progetto hanno sviluppato un Report dell’analisi di mercato, contenente informazioni sul settore della prevenzione sanitaria, una mappatura delle parti interessate, un elenco di società che operano nel campo della prevenzione sanitaria e delle peggiori e migliori pratiche in materia di misure e strategie di comunicazione e promozione digitale. Nei prossimi mesi in seno al progetto verrà sviluppato un corso di formazione sulla comunicazione digitale e le strategie di promozione per le aziende che operano nel campo della prevenzione sanitaria e che permetterà ai giovani partecipanti di ottenere competenze concrete per inserirsi in questo settore e migliorare la propria condizione professionale, nonché quella dei paesi in cui vivono.

Per ulteriori informazioni sul progetto, contatta Simona Palumbo, simona.palumbo@cesie.org.

LIFE & HEALTH - Stile di vita sano per migliorare la salute dell’intera comunità

È incentrato sulla promozione della salute e l’orientamento degli adulti verso uno stile di vita sano. L’obiettivo è sensibilizzare sulle malattie non trasmissibili (NCD), i loro fattori di rischio legati allo stile di vita, aumentare l’alfabetizzazione sanitaria e consentire alle persone di agire per migliorare la loro salute nelle comunità in cui vivono.

In questa fase del progetto si è completato la messa in opera di un controllo sanitario gratuito, parallelo a “La tua giornata di vita e salute” in comunità selezionate utilizzando lo strumento di indagine HAL-100™ adattato e tradotto nelle lingue dei partner. Adesso, il partenariato sta attivando dei percorsi formativi al fine di promuovere uno stile di vita sano nelle regioni partecipanti.

Per ulteriori informazioni sul progetto, contatta Giovanni Barbieri, giovanni.barbieri@cesie.org.

MEW - Promozione e supporto al benessere emotivo

Intende supportare lo sviluppo delle capacità, attitudini e mentalità dei singoli individui in maniera trasversale in ambito sociale e lavorativo, così da permettere loro di diventare cittadini attivi, acquisire maggiore controllo e sicurezza in sé stessi, e affrontare con positività le sfide quotidiane.

L’obiettivo principale è quello di promuovere la sensibilizzazione, la comprensione e il miglioramento del benessere mentale ed emotivo personale mediante una metodologia educativa innovativa che prevede lo sviluppo di cinque moduli formativi riguardanti altrettanti argomenti scelti sulla base di fattori e dinamiche sociali che influenzano il nostro benessere psicologico. La prima delle diverse attività pianificate, e cioè la ricerca relativa all’approfondimento delle tematiche selezionate, è stata di recente portata a termine e ha posto delle solide basi per lo sviluppo dei seguenti prodotti. Prossimo passo, infatti, consisterà nella produzione di materiale video che supporti tramite una metodologia di apprendimento non formale la piena comprensione di ciascuno dei cinque argomenti integranti il materiale formativo.

Per ulteriori informazioni sul progetto, contatta Manfredi Trapolino, manfredi.trapolino@cesie.org.

MH+ - Supportare gli istituti professionali per l’attuazione di procedure inclusive che promuovano la salute mentale

Al fine di potenziare l’approccio che gli istituti di formazione professionale adottano per far fronte alle esigenze di apprendimento legate allo sviluppo psichico individuale, abbiamo recentemente dato vita al progetto "Mental Health+: identificare i requisiti necessari all'erogazione di una formazione professionale inclusiva in materia di salute.

I partner hanno già svolto una ricerca sugli sviluppi a livello politico e istituzionale in materia di salute mentale e inclusione, e sulle migliori pratiche adottate nella fornitura di servizi di formazione, progettazione e politiche di inclusione esistenti a livello nazionale ed europeo. Attualmente impegnati nell’elaborazione dei risultati di questa ricerca, i partner si stanno concentrando sullo sviluppo di linee guida utili all’identificazione di possibili criticità interne alle scuole di formazione professionale, oltre all’individuazione delle competenze e responsabilità necessarie al fine di sviluppare uno specifico profilo professionale capace di accogliere e valorizzare la disabilità mentale.

Per ulteriori informazioni sul progetto, contatta Manfredi Trapolino, manfredi.trapolino@cesie.org.

Work4Psy – Orientamento professionale per l’integrazione lavorativa dei Giovani NEET con disturbi mentali

Supporta l’integrazione lavorativa di Giovani NEET (non impegnati nello studio, nel lavoro o nella formazione) con disturbi mentali. L'incontro di lancio si è tenuto ad Atene il 18 e 19 Novembre 2019.

Il progetto prevede il coinvolgimento diretto non solo di giovani con disturbi mentali ma anche di professionisti della salute mentale, consulenti di orientamento professionale e degli assistenti informali (cd. Prestatori Volontari di Cura) che contribuiranno a un’analisi specifica dei loro bisogni ed in seguito allo sviluppo di strumenti specifici per facilitare l’Orientamento Professionale e di un Curriculum di formazione per l’inclusione educativa e lavorativa. Tutte le risorse e gli strumenti saranno disponibili gratuitamente su una Piattaforma online per l’Apprendimento. Attualmente stiamo lavorando ad un Report di Rassegna della letteratura sui servizi di orientamento ed il supporto all’integrazione lavorativa per persone con disturbi mentali.

Per ulteriori informazioni sul progetto, contatta Alessia Valenti, alessia.valenti@cesie.org.

Scopri le altre attività dell'Unità Adulti

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

La Sicilia affronta una crisi idrica che minaccia l’agricoltura. EVECSA risponde con sei Centri di Eccellenza Professionale (CoVE) in vari paesi, promuovendo pratiche agricole sostenibili. Il CoVE siciliano, presentato il 9 maggio all’Università di Palermo, sottolinea la necessità di collaborazione e formazione professionale per migliorare la resilienza regionale e raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

CONVERT: Micro-credenziali al servizio della transizione digitale

CONVERT: Micro-credenziali al servizio della transizione digitale

L’UE investe nelle transizioni verde e digitale. CONVERT offre corsi di formazione per neolaureati e dipendenti junior non ICT, mirando a potenziare le competenze digitali richieste dal mercato del lavoro. I partner mappano le competenze emergenti per creare un’offerta formativa orientata al settore.

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

La Sicilia affronta una crisi idrica che minaccia l’agricoltura. EVECSA risponde con sei Centri di Eccellenza Professionale (CoVE) in vari paesi, promuovendo pratiche agricole sostenibili. Il CoVE siciliano, presentato il 9 maggio all’Università di Palermo, sottolinea la necessità di collaborazione e formazione professionale per migliorare la resilienza regionale e raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

CESIE ETS