HEAL: Analisi dei bisogni delle donne vittime di tratta, servizi di support e datori di lavoro

mercoledì 24 Giugno 2020

Home / Risorse / HEAL: Analisi dei bisogni delle donne vittime di tratta, servizi di support e datori di lavoro

Report

Le analisi dei bisogni presenta le esigenze manifestate dalle donne migranti vittime di tratta, dai centri che offrono servizi di supporto e dai datori di lavoro, nonché le buone pratiche e le principali sfide affrontate dai centri che offrono supporto e dal mercato del lavoro locale in Italia. Le analisi è il risultato della ricerca condotta dai partner del progetto HEAL e include le informazioni pertinenti raccolte attraverso un’indagine conoscitiva (ricerca documentale) e in un’analisi dei bisogni (interviste e gruppi di discussione) con le donne migranti vittime di tratta, i centri che offrono servizi di supporto e i datori di lavoro.

DG di riferimento

AMIF - European Unions Asylum, Migration and Integration Fund

Unità

Diritti e Giustizia

Share on:

Il progetto

HEAL – enHancing rEcovery and integrAtion through networking, empLoyment training and psychological support for women victims of trafficking

Per saperne di più

Categorie

Topic

Target

Centri che offrono servizi di supporto, datori di lavoro, donne, sopravvissute alla violenza

Info & contatti

E-mail

ruta.grigaliunaite@cesie.org

Visita il sito

https://healproject.eu/en/home-english/
SCORE – Buone pratiche dei progetti incentrati sull’inclusione delle donne immigrate e rifugiate attraverso lo sport

SCORE – Buone pratiche dei progetti incentrati sull’inclusione delle donne immigrate e rifugiate attraverso lo sport

Elenco di 15 buone pratiche per la partecipazione delle donne immigrate e rifugiate ad attività sportive già implementate in tutta Europa dai partner del progetto SCORE con l’obiettivo di evidenziare il ruolo chiave dello sport per le minoranze etniche e le comunità di immigrati nei paesi ospitanti, nonché per aumentare la consapevolezza sugli effetti positivi dell’attività fisica e promuovere l’uguaglianza di genere nello sport.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!