Genitori e ruolo nel percorso educativo: buone pratiche per l’educazione inclusiva

mercoledì 31 Gennaio 2024

Home » Notizie » Genitori e ruolo nel percorso educativo: buone pratiche per l’educazione inclusiva

L’abbandono scolastico da parte di studenti e studentesse con background migratorio è un fenomeno purtroppo molto diffuso. Allo stesso modo, è una sfida importante per la scuola italiana riuscire a coinvolgere i genitori stranieri nel percorso educativo dei loro figli e delle loro figlie. ParentsEngage ha finora lavorato per rafforzare le competenze degli insegnanti nel promuovere relazioni produttive con le famiglie di alunni e alunne con background migratorio.

Lo scorso 25 gennaio si è tenuto a Bruxelles il workshop internazionale che ha messo in evidenza le buone pratiche e le strategie di successo sperimentate all’interno del progetto. I partecipanti hanno avuto l’opportunità di condividere le proprie esperienze e idee, creando così una rete di scambio di conoscenze e supporto reciproco.

Durante l’incontro sono stati presentati i risultati raggiunti da ParentsEngage e in seguito il pubblico è stato coinvolto in una sessione formativa tenuta da Miquel Essomba, docente e ricercatore presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’UAB, esperto di educazione inclusiva, politica educativa ed educazione interculturale.

Sono stati presentati diversi studi condotti dal gruppo di ricerca dell’università e questo ha fornito un’opportunità unica per riflettere non solo sul ruolo fondamentale di genitori e insegnanti nel percorso educativo dei bambini, ma anche sull’importanza di un dialogo aperto e costante, e di una cooperazione efficace tra le diverse parti coinvolte nel campo dell’educazione.

I partner del progetto si sono mostrati entusiasti del successo del workshop internazionale, così come delle ricche discussioni e scambi di conoscenze che sono avvenuti durante l’evento. L’esperienza ha rafforzato la determinazione di continuare a promuovere l’educazione inclusiva e il coinvolgimento attivo dei genitori nel percorso educativo dei loro figli.

Il workshop ha inoltre dimostrato che, attraverso la collaborazione internazionale e la condivisione di strategie e buone pratiche, è possibile creare un ambiente educativo più inclusivo e coinvolgente. I risultati raggiunti nel progetto ParentsEngage e le discussioni emerse durante il workshop rappresentano un solido punto di partenza per ulteriori iniziative volte a promuovere il coinvolgimento dei genitori e a valorizzare il ruolo degli educatori.

Per conoscere tutti i risultati del progetto contatta Bruna Giunta: bruna.giunta@cesie.org.

A proposito di Parents Engage

ParentsEngage – Building bridges between schools and migrant and refugee parents in Europe è un progetto finanziato dal programma Erasmus +, Azione Chiave 2, Cooperation partnerships in school education.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto e visita il sito web www.parentsengage.eu.

Contatta Bruna Giunta: bruna.giunta@cesie.org.

Ripensare l’autonomia senza acronimi: percorsi per persone di minore età arrivate sole

Ripensare l’autonomia senza acronimi: percorsi per persone di minore età arrivate sole

CIVILHOOD esplora l’interconnessione tra dimensioni socio-relazionali, lavorative e formative nel settore dell’accoglienza, evidenziando l’importanza di un approccio interculturale e inclusivo. Si mette in luce la necessità di ripensare il concetto di autonomia senza utilizzare acronimi, proponendo percorsi mirati per le persone di minore età arrivate sole, affrontando sfide come lo sfruttamento lavorativo e la standardizzazione dei percorsi.

CESIE