Rendere le informazioni sul clima comprensibili per tutti: la sfida di ClearClimate

mercoledì 17 Gennaio 2024

Home » Alta formazione e Ricerca » Rendere le informazioni sul clima comprensibili per tutti: la sfida di ClearClimate

Durante la COP28, quasi 200 paesi hanno raggiunto un accordo che segna l’inizio della fine per i combustibili fossili. È la prima volta che un vertice sul clima delle Nazioni Unite si conclude con un appello ad affrontare la causa principale della crisi climatica. Per questo motivo la presidenza della COP28 di Dubai definisce questo accordo storico.

Tuttavia, gli esperti di cambiamento climatico rimangono incerti sulla direzione effettiva che prenderà questo accordo e sul ritmo con cui verrà applicato nel mondo reale.

Gli impatti dei cambiamenti climatici sono diversi e diffusi e colpiscono varie regioni e popolazioni in modi distinti in tutto il mondo. Soprattutto nell’Europa sudorientale si avvertono conseguenze significative. Ondate di caldo estremo, siccità prolungate e inondazioni più frequenti stanno mettendo a dura prova le risorse e le comunità locali.

In questo contesto l’importanza dei Servizi di Informazione Climatica (CIS) diventa sempre più evidente. Fornire previsioni, dati e informazioni dettagliate e accurate sui cambiamenti climatici è fondamentale per consentire a governi, imprese e cittadinanza di prendere decisioni informate e adottare misure di mitigamento e adattamento agli impatti attuali e futuri dei cambiamenti climatici. Ciò può contribuire a ridurre i rischi e a proteggere meglio le persone e l’ambiente.

Ad oggi, tuttavia, i servizi climatici non sono in grado di raggiungere adeguatamente gli utenti finali e supportare la pianificazione dell’adattamento. Ciò ha portato alla richiesta di un passaggio da servizi climatici guidati dalla scienza a servizi guidati dagli utenti informati dalla scienza. Inoltre, tali servizi si sono rivelati insufficienti in termini di sviluppo inclusivo, poiché la loro capacità di consentire l’adattamento delle persone e delle comunità vulnerabili è messa in discussione.

Per affrontare le principali lacune identificate e i principali ostacoli nell’adozione dei CIS, ClearClimate sta costruendo una rete di organizzazioni internazionale, interdisciplinare e intersettoriale per migliorare le capacità accademiche e rendere i CIS più efficaci. Il progetto si concentra sul design centrato sull’utente, sulla scienza comportamentale e sulle tecniche computazionali avanzate per soluzioni CIS su misura. Il progetto promuove inoltre la collaborazione tra il mondo accademico, l’industria e le organizzazioni della società civile, offrendo sfide pratiche ai ricercatori. Le aree chiave includono il cambiamento climatico, la visualizzazione dei dati, le scienze decisionali, la comunicazione, l’accessibilità, il tracciamento oculare, i modelli di attenzione visiva e l’intelligenza artificiale eXplainable (XAI). Attraverso la formazione, la divulgazione e il coinvolgimento del pubblico, ClearClimate mira a promuovere l’innovazione, creando una rete di ricercatori qualificati in tutti i settori per rafforzare la presenza globale di ricerca e innovazione (R&I) dell’Europa nell’affrontare le sfide climatiche e promuovere soluzioni sostenibili.

Il progetto ClearClimate è stato lanciato ufficialmente a Novi Sad, in Serbia, il 18 e 19 dicembre, segnando l’inizio di un percorso che durerà quattro anni. Il CESIE parteciperà attivamente alle mobilità di esperti, sessioni di formazione e attività di coinvolgimento dei cittadini, apportando competenze nell’innovazione sociale e nella comunicazione su misura per le esigenze delle persone.

A proposito di ClearClimate

ClearClimate – Engaging approaches and services for meaningful climate actions è un progetto finanziato da European Research Executive Agency (REA), Horizon Europe, MSCA Staff Exchanges 2022.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto, visita il sito web https://sitoweb.eu/ e seguici su Facebook, Instagram e Linkedin.

Contatta Caterina Impastato: caterina.impastato@cesie.org.

CESIE