Garantire ai minori un percorso verso l’autonomia: Avviata la rete INTEGRA a Palermo!

martedì 7 Maggio 2019

Home / Diritti e Giustizia / Garantire ai minori un percorso verso l’autonomia: Avviata la rete INTEGRA a Palermo!

Come supportare i minori non accompagnati e giovani in uscita dai percorsi d’accoglienza in comunità nella loro transizione verso l’autonomia?

Il 29 aprile 2019 abbiamo ufficialmente avviato la rete INTEGRA per espandere una cooperazione efficiente per sostenere i processi di autonomia dei minori e dei giovani in uscita dai percorsi di accoglienza in comunità.

Noi, enti e soggetti che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa, crediamo nella collaborazione, perché siamo d’accordo che l’adozione di un approccio onnicomprensivo può rispondere meglio alle esigenze dei minori e giovani che sono inseriti nelle comunità di accoglienza. Siamo motivate e motivati a rimboccarci le maniche per un mondo più equo, dove tutti e tutte possono:

  • avere il controllo sulle proprie vite e sui propri comportamenti;
  • acquisire nuove competenze;
  • sviluppare un senso di appartenenza e sentirsi legati agli altri.

Sappiamo che il passaggio, la transizione verso l’età adulta non è facile a nessuno, e che i giovani rifugiati e migranti rientrano tra le categorie più vulnerabili. Appena i minorenni diventano neo-maggiorenni, perdono la protezione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia, non hanno più accesso agli stessi diritti e alle stesse opportunità che avevano da minori: molti di loro subiscono un cambiamento nella loro capacità di accedere a servizi di supporto, come all’assistenza sociale, all’istruzione, all’assistenza sanitaria e psicosociale, alle attività ricreative, all’alloggio, alle informazioni sulle procedure amministrative.

Riconoscendo le difficoltà che affrontano i giovani migranti e rifugiati, il 24 aprile il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa ha approvato la prima Raccomandazione CM/Rec(2019)4 agli Stati membri sull’aiuto ai giovani rifugiati nella transizione verso l’età adulta. Il consiglio d’Europa chiede agli stati membri promuovere e applicare le raccomandazioni, volte a garantire che i giovani rifugiati ricevano un ulteriore sostegno dopo i 18 anni per consentire loro di accedere ai loro diritti, riconoscendo il ruolo del terzo settore nella promozione dell’accesso a tali diritti. Inoltre, la raccomandazione promuove un’ampia cooperazione interdisciplinare tra istituzioni e enti in settori diversi e condivide le informazioni per migliorare il coordinamento dei servizi e l’accesso dei giovani alle prestazioni di cui hanno bisogno.

Prima di conoscere le intenzioni del Consiglio d’Europa, qui a Palermo alcune delle raccomandazioni erano già prassi!

La rete INTEGRA collega i professionisti che lavorano nei centri di accoglienza, gli educatori, le ragazze e i ragazzi che hanno lasciato la comunità con successo e hanno iniziato la vita autonoma, centri di formazione, le autorità locali che lavorano con i migranti, i tutori dei minori non accompagnati. La rete offre lo spazio favorevole per uno scambio efficace di informazioni sulle opportunità per minori non accompagnati e giovani, a Palermo e non solo.

La rete è aperta a tutti, se vorresti unire a noi e espandere la cooperazione

Sul progetto

INTEGRA – Programma di mentoring multidisciplinare volto a sostenere lo spirito di iniziativa dei minori inseriti in comunità di accoglienza e dei giovani che si apprestano a lasciare tali strutture è co-finanziato dal programma Diritti, uguaglianza e cittadinanza della Commissione europea.

INTEGRA prevede un approccio partecipativo personalizzato, in cui gli stakeholder assumono il ruolo di guida, di connettore e di riferimento, per dare sostegno ai minori nel processo di ripristino di nuovi punti di riferimento per la loro futura inclusione socio-economica come persona integra nella comunità.

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto.

Seguici su twitter INTEGRAeu, tieniti aggiornato sugli sviluppi del progetto e condividi le tue idee sulla transizione all’età adulta dei minori non accompagnati o contatta Cloé Saint-Nom, cloe.saintnom@cesie.org se vuoi essere coinvolto nelle attività del progetto.

Una nuova alleanza per ridurre le diseguaglianze nel settore agroalimentare

Una nuova alleanza per ridurre le diseguaglianze nel settore agroalimentare

Siamo lietə di annunciare la firma di un nuovo protocollo d’intesa con la rete della Fondazione Comunitaria e di fa bene, progetto che promuove ecosistemi di pratiche locali di economia sociale e solidale che trasformano e accrescono il benessere delle comunità.

Lo facciamo incrociando il percorso di InnovAgroWoMed con fa bene nell’impegno comune volto a ridurre le disuguaglianze attraverso il cibo e supportare l’inserimento lavorativo di persone che vivono una situazione di fragilità.

STEM*Lab: Sperimentiamo insieme con le Mystery Box

STEM*Lab: Sperimentiamo insieme con le Mystery Box

Nell’ambito del progetto STEM*lab, in aprile si sono tenute le prime giornate di presentazione delle attività delle Mystery Box, come strumenti di attività di empowerment delle famiglie, tenute dal Explora-Museo dei Bambini di Roma, con il supporto di Palermo Scienza e del CESIE.

CESIE