Diritti umani e inclusione: l’associazione Gambiana incontra gli studenti di psicologia

giovedì 4 Aprile 2019

Home / Migrazione / Diritti umani e inclusione: l’associazione Gambiana incontra gli studenti di psicologia

L’associazione Gambiana ha incontrato alcuni studenti del corso di studi in scienze psicologiche ed educazione alla comunità con l’obiettivo di presentare le loro attività e di confrontarsi sulla tematica della migrazione. L’ incontro è stato inserito all’interno del progetto WANNE- We all need new engagement che sta portando avanti un percorso di accompagnamento e di advocacy con le associazioni di migranti.

L’associazione gambiana (Moyacafò) nasce nel 2018 e si occupa di:

  • fornire informazioni e orientamento ai servizi presenti nel territorio (assistenza legale, sanitaria, corsi di lingua);
  • supportare i ragazzi e informarli sui diritti di cui godono nei centri: diritto allo studio, a curarsi, assistenza legale, diritto allo psicologo e al mediatore
  • promuovere la cultura gambiana attraverso l’organizzazione di eventi;
  • incontrare i ragazzi/e di scuole e università per discutere della migrazione

Batch, Amadou, Alhagie, Ousmane hanno condiviso con i ragazzi/e presenti in aula le loro storie di interazione a Palermo e delle procedure amministrative per l’ottenimento dei documenti.

Durante la mattinata, il CESIE ha anche avuto la possibilità di presentare alcuni progetti che rappresentano anche la visione dell’unità Migrazione, ovvero progetti nazionali ed europei in cui l’intera comunità educante si attiva per costruire una società multiculturale. Abbiamo portato quindi, l’esempio di Ragazzi Harraga e del percorso e delle relazioni che tanti ragazzi/e italiani hanno intrapreso e stabilito.

All’evento ha partecipato anche Fra' Gaetano Morreale della parrocchia di Sant'Antonino dell'Unità di Strada che ha parlato del lavoro che portano avanti relativamente al supporto alle vittime di tratta in particolare delle donne rumene, nigeriane e di altre nazionalità che vengono prostituite a Palermo.

Si ringraziano, infine, il docente di Cultura Inglese Prof. Schirinzi e la professoressa Maria Garro del corso di studi di Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio Fisico e della Formazione per l’accoglienza e l’entusiasmo dimostrato.

Sul progetto

WANNE- We all need new engagement è finanziato dalla DG Home Affairs – Asylum, Migration and Integration Fund (AMIF)– Integrazione di cittadini di Paesi terzi. Il progetto nasce per favorire la partecipazione attiva di organizzazioni della diaspora e persone provenienti da paesi terzi creando occasioni di confronto e scambio con altre organizzazioni locali ed europee con l’obiettivo di costruire nuovi processi politici e comunicativi sulla  migrazione.

Partner

Il progetto coinvolge 15 organizzazioni:

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda di WANNE.

Visita il sito diaspora-engagement.eu.

Contatta Daria La Barbera - daria.labarbera@cesie.org.

CESIE