CoCoRa: nove argomenti chiave per la prevenzione dell’estremismo violento

lunedì 25 Luglio 2016

Home » Migrazione » CoCoRa: nove argomenti chiave per la prevenzione dell’estremismo violento

CoCoRa: nove argomenti chiave per la prevenzione dell’estremismo violentoIl progetto CoCoRa sviluppa un approccio cooperativo per la prevenzione dell’estremismo violento tra i giovani. Negli ultimi mesi le organizzazioni partner hanno organizzato diversi incontri con persone di contatto locali: membri di organizzazioni di comunità locali, rappresentanti di moschee e organizzazioni giovanili che lavorano nell’ambito della prevenzione. Queste riunioni sono state caratterizzate da discussioni aperte, avendo come obiettivo la creazione di una base solida per un approccio partecipatorio alla prevenzione dell’estremismo violento. In alcuni degli incontri sono stati coinvolti giovani per sentire anche le loro idee e aspettative.

I risultati degli incontri cooperativi sono stati discussi dai partner del progetto al recente incontro transnazionale il 7-8 luglio 2016 a Roubaix, Francia. I partner hanno valutato molto positivamente questa prima fase, dove hanno potuto raccogliere anche idee varie per la realizzazione della seconda fase, il Programma di Prevenzione. Questo programma consisterà di un percorso a lungo termine con diverse attività, a cui parteciperanno ca. 15-20 giovani (tra i 18-25 anni) in ogni paese partner. Gli argomenti chiave delle attività saranno:

  • Anti-discriminazione, parità di trattamento e diritti umani
  • Cittadinanza attiva
  • Democrazia e istituzioni democratiche
  • Educazione e mercato di lavoro
  • “Empowerment”, identità e senso di appartenenza
  • Capitale sociale e culturale
  • Radicalizzazione ed estremismo violento
  • Sport e attività di volontariato
  • Opportunità per giovani a livello locale, regionale, nazionale ed europeo

Il Programma di Prevenzione si baserà su un approccio partecipatorio che lascerà spazio per le preferenze e gli interessi personali dei giovani partecipanti. L’obiettivo è di rinforzare la fiducia in sé dei giovani, fornendoli con nuove conoscenze ed esperienze e incoraggiandoli a partecipare attivamente al livello locale. Le attività cominceranno in agosto/settembre in tutti i paesi partner (Austria, Danimarca, Francia, Germania e Italia) e dureranno fino all’inizio dell’anno 2017.

I giovani interessati a continuare il percorso potranno successivamente partecipare al Programma degli Ambasciatori. Questo programma di formazione intenso gli fornirà le competenze necessarie per presentare il loro percorso di apprendimento e i loro bisogni alla comunità locale e a rappresentanti di autorità locali.

Durante il secondo giorno dell’incontro i partner del progetto CoCoRa avevano l’opportunità di incontrare tre rappresentanti di organizzazioni cooperativi dalla Francia e sapere di più sulle iniziative attuali contro l’estremismo violento e lo jihadismo a Roubaix e i dintorni:

  • Moussa Allem dalla Direzione Regionale di Nord-Pas-de Calais per i giovani, lo sport e la coesione sociale
  • Ali Rhani dall’ONG “Rencontre et Dialogue” (Incontro e Dialogo)
  • Guillaume Logez dall’ONG “ALEFPA”

Per ulteriori informazioni sul progetto, vai al sito web del progetto, seguici su Facebook e su Twitter, o scrivi un’e-mail a Dorothea Urban: dorothea.urban@cesie.org.

Ripensare l’autonomia senza acronimi: riflessioni dalla formazione locale

Ripensare l’autonomia senza acronimi: riflessioni dalla formazione locale

CIVILHOOD ha affrontato il tema dell’autonomia di giovani migranti, sottolineando la complessità delle loro esperienze e la necessità di approcci flessibili. Le sfide includono la difficoltà nel definire l’autonomia e l’impatto delle dinamiche dell’accoglienza sulla loro crescita e integrazione. Il progetto CIVILHOOD ha sviluppato risorse educative per supportare operatorз e volontariз nell’affrontare queste sfide.

CESIE ETS