Formazione PAClife: a breve la sperimentazione locale!

lunedì 21 Giugno 2021

Home / Giovani / Formazione PAClife: a breve la sperimentazione locale!

Uno degli obiettivi principali del progetto PAClife è quello di sviluppare la resilienza tra i giovani  svantaggiati e migranti e di fornire loro supporto attraverso lo sviluppo e la sperimentazione di un programma di attività fisiche e culturali che consentirà loro di acquisire le competenze trasversali essenziali allo scopo di aiutarli ad adattarsi ai cambiamenti e alle situazioni possibilmente difficili da affrontare, migliorando in questo modo non soltanto la propria vita, ma anche quella della propria famiglia, dei loro amici e della loro comunità.

La settimana scorsa si è conclusa la formazione di tre giorni rivolta alle/ai formatrici/tori nel campo dell’istruzione e formazione ideata dal partenariato PAClife, la quale ha riunito diverse/i partecipanti provenienti da tutti i Paesi partner.

La formazione si è svolta il 19 maggio e il 7 e 14 giugno e, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia COVID-19, si è svolta interamente online. Ciononostante, la formazione ha rappresentato una fondamentale opportunità per presentare le/i formatrici/tori al partenariato e per introdurle/i alla metodologia PAClife.

Al fine di rendere i giovani più consapevoli delle proprie potenzialità e di aiutarli a diventare dei cittadini attivi e responsabili, PAClife ha offerto alle/ai formatrici/tori partecipanti un Programma di Attività Fisiche e Culturali basato sullo sviluppo delle cinque competenze base (5 Cs) individuate nell’ambito del Positive Youth Development (PYD), ovvero “competenza, fiducia, connessione sociale, personalità & compassione”.

Lungi dall’avere rappresentato un limite al pieno coinvolgimento delle/dei partecipanti, lo svolgimento online del corso di formazione non solo ha fornito loro tutte le informazioni e i suggerimenti necessari per attuare le attività insieme a questo specifico gruppo di riferimento, tenendo conto delle migliori strategie per aumentare la partecipazione attiva dei giovani svantaggiati, ma ha anche permesso loro di sperimentare in prima persona la flessibilità delle attività di formazione suggerite e di mettersi nei panni dei giovani e, di conseguenza, di acquisire una maggiore comprensione del programma e dei suoi futuri effetti positivi sui giovani.

Adesso le/i partecipanti si stanno preparando a cogliere l’opportunità di sperimentare localmente la metodologia PAClife con i giovani svantaggiati al fine di coinvolgerli in seguito e sostenerli nell’intraprendere opportunità di volontariato con altri giovani nella loro comunità locale, aiutandoli a sviluppare legami sociali, culturali ed emotivi con il loro ambiente e, così facendo, a promuoverne l’adattamento positivo e la coesione sociale.

Il corso ha fornito alle/agli operatrici/tori giovanili uno strumento di formazione per favorire l’empowerment dei giovani e aiutarli ad acquisire e sviluppare delle competenze trasversali che rafforzino la loro resilienza e migliorino la loro inclusione nella società e la loro occupabilità.

Continuate a seguirci per scoprire le prossime fasi di questo progetto o contattate alice.schirosa@cesie.org per ricevere maggiori informazioni sulla possibilità di partecipare alle nostre attività di formazione!

A proposito di PAClife

PAClife – Physical and Cultural Activity for Lifeskills Development è un progetto cofinanziato dal programma Erasmus+ Azione Chiave 2 Partenariati Strategici nel settore della Gioventù, Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto e visita il sito web.

Contatta Alice Schirosa: alice.schirosa@cesie.org.

CESIE