Giovani peer-counselor a supporto dei loro compagni di scuola: percorso di formazione Peer to peer players

10 Dicembre 2018Scuola

In che modo i giovani possono supportare i loro pari nella tutela della propria salute?

È stato avviato un percorso di formazione rivolto a giovani studenti della città di Palermo, che ricopriranno il ruolo di peer-counselors, ossia consulenti alla pari, grazie al progetto Peer to peer players, coordinato dal CESIE in collaborazione l’Associazione Identità Sviluppo Integrazione (I.S.I.) Onlus e con il Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione dell’Università degli Studi di Palermo.

I giovani studenti, al termine del percorso formativo, avranno le competenze necessarie a supportare i loro coetanei, compagni di scuola, in problematiche legate alla tutela della propria salute psico-fisica.

A partecipare al percorso sono studenti appartenenti a due scuole del centro storico di Palermo: l’Istituto Magistrale Statale “Regina Margherita” e il liceo Scientifico Statale “Benedetto Croce” che, insieme alla rete di partenariato del progetto, porteranno avanti tutte le attività previste.

Il percorso formativo, portato avanti da un team di formatori, psicologi ed esperti del web, attraverso metodologie non formali e l’approccio teorico del Positive Youth Development, ha l’obiettivo di potenziare e sviluppare nei giovani competenze relative all’uso del web e di sostanze psicoattive e approfondisce tutte quelle tematiche che ruotano attorno alle difficoltà che gli adolescenti possono incontrare durante la loro vita. Partendo dal concetto principale di empatia si giunge così a confrontarsi, in maniera bidirezionale, su temi quali la violenza e il cyberbullismo, l’estremizzazione dei comportamenti e la perdita della dimensione di realtà, la violazione della privacy e la sicurezza, l’uso e l’abuso di sostanze sponsorizzate dalla rete, i rischi del web, le bufale, le emulazioni e il deep web, condividendo opinioni ed esperienze e rafforzando sia competenze professionali che trasversali.

Gli studenti che stanno prendendo parte al percorso di formazione, si sono candidati in maniera autonoma e spontanea per ricoprire il ruolo di peer-counselors, in seguito a un bando interno alle due scuole che stanno collaborando con il progetto. In seguito sono stati avviati dei colloqui di selezione grazie ai quali i futuri peer-counselors sono stati selezionati, affinchè presto possano essere a supporto dei loro pari. Il loro ruolo potrà essere svolto attraverso l’attivazione di un servizio, in presenza e online, che tramite una piattaforma interattiva potrà raccogliere le richieste degli studenti utenti, in maniera anonima  e gratuita.

I giovanissimi peer-counselors saranno costantemente supervisionati da esperti del web e psicologi che incontreranno periodicamente per portare avanti il loro lavoro al meglio.

L’obiettivo del progetto Peer to peer players è quello di promuovere il benessere psicosociale tra i giovani e rafforzare le loro conoscenze sui comportamenti a rischio rispetto all’uso del web e all’utilizzo di sostanza psicoattive.

Sul progetto

Peer to peer players è un progetto della durata di due anni finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Antidroga.

Per ulteriori informazioni

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!