Tell Your Story: contrastare l’abbandono scolastico con lo storytelling digitale

martedì 10 Gennaio 2017

Home » Giovani » Tell Your Story: contrastare l’abbandono scolastico con lo storytelling digitale

Il progetto Tell Your Story nasce per esplorare l’uso dello storytelling e dello storymapping digitale in ambito educativo al fine di contrastare l’abbandono scolastico.

Nell’ambito del progetto, questi metodi sono utilizzati con un doppio obiettivo: da un lato quello di riavvicinare al sistema scolastico e formativo i giovani che hanno abbandonato gli studi e non sono impegnati in percorsi formativi; dall’altro svolgere un’attività di prevenzione dell’abbandono scolastico rivolta ai giovani a rischio.

In Europa, infatti, nonostante le numerose iniziative portate avanti, i numeri riguardanti l’abbandono scolastico, soprattutto in alcune regioni del sud, sono ancora molto alti. I paesi europei si sono impegnati a ridurre l’abbandono scolastico al di sotto il 10% entro il 2020 come uno degli obiettivi della strategia Europa 2020. Secondo Eurostat il dato medio dei giovani europei (tra i 18 e i 24 anni) che ha abbandonato gli studi e un percorso di formazione nel 2015 ha raggiunto l’11%, in Sicilia è più del 20%.

Non ci sono studi al momento che confermano l’impatto che le metodologie dello storytelling e dello storymapping digitale hanno in ambito educativo. Nell’ambito del progetto Tell Your Story, il giusto mix tra l’uso di strumenti digitali e la creatività dell’approccio è considerato vincente al fine di stimolare l’attenzione dei giovani, aiutarli a esprimere le proprie difficoltà e condividere la propria esperienza.

Ma cosa sono lo storytelling e lo storymapping digitale?

Lo storytelling digitale può essere considerato come un modo creativo per comunicare la propria esperienza o presentare un’idea sfruttando le potenzialità e gli strumenti offerti dal web. Questo tipo di narrazione si costruisce mettendo insieme vari elementi che possono essere combinati tra di loro come video, audio, testi, immagini, mappe. Un tipo particolare di storytelling è, infatti, proprio quello basato sulle mappe: lo storymapping digitale.

Il progetto ha una durata di due anni ed è condotto in partnership tra sei organizzazioni europee che si sono incontrate per il primo incontro di progetto a Pau, in Francia, il 5 e 6 Dicembre.

La prima fase del progetto prevede lo sviluppo di una ricerca incentrata su progetti esistenti dedicati a fronteggiare l’abbandono scolastico e sull’approfondimento del digital storytelling e mapping. I risultati della ricerca saranno utilizzati per sviluppare dei moduli formativi (su come produrre una storia che racconta la propria vita e su come produrre contenuti multimediali) che saranno testati a livello locale con giovani tra i 15 e i 25 anni che hanno abbandonato il loro percorso scolastico. Attraverso queste attività i giovani rifletteranno sulle loro storie e sulle conseguenze delle loro decisioni, acquisiranno competenze digitali e di comunicazione, produrranno contenuti digitali che potranno condividere con altri giovani a rischio.

Allo stesso tempo il progetto punta ad accrescere le competenze di educatori, insegnanti e operatori giovanili che potranno usufruire di un metodo innovativo per lavorare con giovani a rischio. A questi gruppi si rivolge il modulo formativo sulla prevenzione dell’abbandono scolastico preventivo e attraverso il digital storytelling e il digital mapping e la pubblicazione finale, che presenterà i risultati dell’esperienza e le linee guida per applicare e diffondere il metodo in vai contesti.

Il progetto è co-finanziato dal Programma Erasmus+, Azione Chiave 2 – Partnership Strategiche per l’educazione degli adulti.

Il consorzio Tell Your Story è composto da:

  • Pistes-Solidaires (Francia) coordinatore del progetto;
  • Die Berater – Unternehmensberatungs GmbH (Austria);
  • EUROGEO – European Association of Geographers (Belgio);
  • Rinova Limited (Regno Unito);
  • RIS – Research and Educational Centre Mansion Rakičan (Slovenia);

Per maggiori informazioni sul progetto contattare: caroline.dickinson@cesie.org.

CESIE ETS