Viaggio verso l’inclusione: Evento finale TEDDIP’Europe

lunedì 11 Dicembre 2017

Home / In Azione / Cooperazione Europea / Viaggio verso l’inclusione: Evento finale TEDDIP’Europe

Il viaggio ci cambia?

Pioveva a dirotto il 2 dicembre 2017 e, guardando fuori la finestra della Bottega di Libera, dove l’evento di TEDDIP’Europe si sarebbe tenuto, ci siamo chiesti quante persone sarebbero arrivate.

Non abbiamo dovuto attendere a lungo per vedere riempirsi la sala: sono intervenute tantissime persone interessate alle potenzialità della mobilità e del viaggio come strumento d’inclusione.

Con noi c’erano le organizzazioni locali Il Canto di Los e Volta la Carta, con i loro educatori e giovani utenti, che per più di due anni hanno viaggiato insieme a noi grazie alle attività del progetto.

Mobilità per l’inclusione, evento finale di TEDDIP’Europe, ha riunito rappresentanti di organizzazioni locali, psicologi, educatori, assistenti sociali e attivisti, professori di sostegno, giovani e i loro genitori.
Abbiamo raccolto esperienze, discusso sullo stato di deistituzionalizzazione delle strutture di supporto per i giovani affetti di disaggio psichico in Italia e in Europa, riflettendo nella importanza della mobilità e il viaggio come opportunità di socializzazione, condivisione e inclusione.

TEDDIP’Europe ha come obiettivo principale supportare i minori con disagio psichico nelle strutture di sostegno a livello comunitario, in linea con le raccomandazioni del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa CM/Rec(2010)2 che affida agli Stati Membri le decisioni in tema di deistituzionalizzazione e vita di comunità dei giovani con disabilità.

Le attività principali del progetto sono state 5 mobilità: opportunità di viaggi per gli educatori e mobilità dei giovani TEDDIP.

Quante possibilità hanno i giovani TEDDIP di partecipare a queste tipo di mobilità? Sicuramente non molte.

Grazie a queste occasioni, i ragazzi hanno viaggiato per la prima volta senza i loro genitori per conoscere nuove realtà. Il viaggio ha permesso loro d’imparare automaticamente a prendersi cura di se stessi e dei loro compagni, sperimentando autonomamente i valori di socializzazione, inclusione e deistituzionalizzazione.

Durante l’evento TEDDIP, i nostri colleghi che lavorano nel campo del turismo d’inclusione, etico e sociale hanno condiviso le loro testimonianze:  insieme ad AddioPizzo Travel, Eterotopia, Sguardi Urbani e Moltivolti Capovolti abbiamo provato a chiederci come il viaggio cambi il nostro modo di vedere il mondo e come la mobilità può trasformare le nostre prospettive verso l’inclusione.

Per concludere l’evento e per dare una visione più completa della nostra idea di inclusione, abbiamo chiesto alla Cooperativa Symposium di pensare al rinfresco. Symposium è una cooperativa sociale che nasce all’interno di un progetto indirizzato verso l’inserimento socio-lavorativo e professionale dei giovani in stato di disagio sociale, favorendo il recupero psico-sociale dei soggetti coinvolti (giovani TEDDIP e giovani con minore opportunità) attraverso questa piccola impresa sociale per la preparazione di catering.

Se il nostro obiettivo è promuovere la deistituzionalizzazione e supportare le strutture che lavorano con i giovani TEDDIP, come primo passo dobbiamo permettere la loro pari partecipazione in tutti progetti e iniziative, partendo dal livello Europeo. Considerata la mobilità come uno degli strumenti più efficaci per la promozione dell’inclusione sociale e stimolazione della cittadinanza attiva, dobbiamo assolutamente fare in modo che a partire siano anche i giovani TEDDIP.

Perché attraverso l’interazione avviene l’inclusione.

TEDDIP’ Europe è un progetto biennale cofinanziato dal programma Erasmus+, Key Action 2 – Partnership strategiche nell’ambito della gioventù e riunisce partner provenienti da 4 paesi:

Per ulteriori informazioni sul progetto, contatta Ruta Grigaliunaite.

CESIE