Risultati entusiasmanti per i dottorandi e dottori di ricerca dell’Università di Palermo che hanno partecipato alla SCIENT Business Plan Competition: su 21 idee imprenditoriali provenienti da 7 Paesi diversi partecipanti alla competizione, i giovani imprenditori palermitani si sono aggiudicati il secondo, il terzo, il quarto posto e hanno vinto il premio speciale per l’innovazione.

Dall’11 al 14 settembre, si è svolta a Nicosia (Cipro) la Business Plan Competition tra le idee imprenditoriali selezionate nel percorso formativo del progetto SCIENT.

Circa 30 studenti – dottorandi o dottori di ricerca provenienti da Cipro, Italia, Lituania, Malta, Portogallo, Regno Unito e Spagna – hanno presentato, attraverso un pitch, le loro idee imprenditoriali a un pubblico selezionato di esperti, docenti e potenziali finanziatori.

Le idee sono state valutate da una giuria internazionale in funzione di criteri quali:

  • la novità del prodotto/servizio,
  • il vantaggio competitivo,
  • il mercato potenziale,
  • la descrizione e l’efficacia del modello di business,
  • il team,
  • il livello di innovazione.

La delegazione dell’Università di Palermo, formata dalle 5 migliori idee imprenditoriali selezionate dopo il percorso formativo in aula, le visite di studio presso aziende locali e la job shadowing mobility presso aziende estere, ha ottenuto ottimi risultati nella classifica finale delle idee imprenditoriali partecipanti.

Rodolfo Mauceri ha ottenuto il secondo premio grazie a OsseoGuide, idea pensata per la semplificazione delle procedure chirurgiche necessarie alla rigenerazione ossea in campo odontoiatrico. OsseoGuide vuole fornire ai chirurghi orali un processo di produzione di scaffold 3D personalizzati per il ripristino dei difetti ossei mascellari dei pazienti, basandosi su una tomografia computerizzata dello stesso paziente.

Giovanni Roberto Compagno e Davide Di Fatta hanno ottenuto il terzo premio con le cLass Solar Bags, un progetto imprenditoriale che nasce dal fabbisogno di batterie costantemente cariche per gli smartphone. La soluzione proposta è un accessorio alla moda con la caratteristica funzionale dell’innesto di un pannello solare per produrre energia rinnovabile all’interno della borsa stessa.

Quarto posto invece per Zingales Shoes, la start-up creata da Vincenzo Zingales per la realizzazione di calzature di lusso da uomo artigianali e su misura con materiali animal cruelty free, promuovendo prodotti di moda sostenibili, etici e responsabili.

Simona Todaro ha presentato invece GEB Track, per la creazione di un bus sociale, ottenuto dal riadattamento di camion, che possa accompagnare i turisti naturalistici in percorsi off-road.

Premio speciale della Giuria per l’alto contenuto innovativo a EyeHome di Salvatore Tramonte, Valeria Minutella e Giacomo Urso, un progetto rivoluzionario che integra un sistema modulare smart home con un’interfaccia basata sul controllo oculare. Il sistema è stato progettato in particolare per le persone affette da gravi malattie muscolari per aiutarli nella gestione della loro quotidianità, aumentandone la qualità della vita.

SCIENT: A European University-Business Alliance aiming to foster young SCIEntists’ ENTrepreneurial spirit è un progetto finanziato dal programma ERASMUS+ dell’Unione Europea-  KA2 Knowledge alliances.

Il progetto –  rivolto a laureati, dottorandi e dottori di ricerca afferenti a discipline di Ingegneria, Matematica, TIC e Scienze dell’informazione, Scienze biologiche e biomediche, Scienze fisiche, Scienze agricole, Risorse naturali, Scienze sociali –  ha previsto lo sviluppo del primo programma europeo di pre-accelerazione all’imprenditorialità innovativa attraverso l’offerta di un pacchetto formativo e l’accompagnamento allo sviluppo di idee imprenditoriali innovative.

Il partenariato di SCIENT è composto da:

Visita il sito scient.eu e segui il progetto su Facebook.

Per ulteriori informazioni, contatta Stefania Zanna, stefania.zanna@cesie.org.

 


eufundedeufundedThe European Commission support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents which reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.