WELCOME: Buone pratiche per l’accesso dei rifugiati all’alta formazione

lunedì 13 Novembre 2017

Home » Alta formazione e Ricerca » WELCOME: Buone pratiche per l’accesso dei rifugiati all’alta formazione

Un flusso sempre maggiore di migranti in Europa ha posto diverse sfide educative nei paesi ospitanti: dall’accoglienza nelle scuole elementari all’accesso all’alta formazione e all’università.

A questo proposito, WELCOME– Welcome to Universities and Higher Education mira a migliorare ed estendere le opportunità nell’alta formazione ai rifugiati attraverso lo scambio di buone pratiche e di nuove idee tra organizzazioni partner e altre associazioni e istituzioni.

Rappresentanti delle organizzazioni partner di WELCOME si sono incontrati a Palermo dal 9 al 10 novembre 2017 per parlare del fenomeno migratorio in Italia e Sicilia e delle sfide che esso pone. L’incontro è stata un’ulteriore occasione per approfondire la tematica del progetto e condividere nuove idee e spunti su come facilitare l’ingresso di rifugiati, richiedenti asilo e migranti nell’alta formazione.

 

Le buone pratiche presentate

University for Refugees

L’università telematica di Roma Uninettuno ha creato una piattaforma online per i migranti, sulla quale è possibile seguire dei corsi di laurea da tutto il mondo. La piattaforma consente il riconoscimento dei titoli di studio già conseguiti dai rifugiati e dagli immigrati nei paesi d’origine e delle competenze professionali per facilitare l’accesso ai corsi di laurea, master e corsi di qualificazione professionale di Uninettuno.

Comunità Exodos

I partner hanno incontrato un membro di Comunità Exodos Palermo: un gruppo di ragazzi che offre lezioni private per giovani che vivono in contesti socio-culturali svantaggiati aiutandoli a sviluppare sia le loro conoscenze della lingua italiana, sia il loro pensiero critico attraverso l’organizzazione di numerosi seminari e dibatti su diverse tematiche.

Centro Orientamento e Tutorato, Università di Palermo

Inoltre, sono stati presentati i servizi offerti dall’Università di Palermo per gli studenti stranieri. In particolare, lo Sportello di Orientamento e Accoglienza Studenti Stranieri che fornisce diversi servizi come, ad esempio, informazioni su:

  • norme sull’immigrazione,
  • procedure per l’iscrizione,
  • strutture universitarie (biblioteche, Wi-Fi, clinica medica universitaria, ecc.).

Gli studenti sono anche supportati nell’espletamento di tutte le procedure relative al permesso di soggiorno.

Incontro con Ben Said Moussa

Importante durante l’incontro è stato il confronto con Ben, un giovane di origini camerunensi che vive in Italia da 10 anni. Ben ha raccontato la sua storia e il suo interesse verso medicina, facoltà in cui vorrebbe studiare. Ha condiviso le difficoltà e barriere che un giovane migrante incontra nell’accesso all’università e quali sfide ha dovuto affrontare.

È stato un importante momento di confronto perché ha dato modo di riflettere su quali siano le necessità di ragazzi migranti e quale tipo di supporto potrebbe facilitare il loro inserimento nell’alta formazione.

È stato anche un momento di scambio in cui Ben ha avuto modo di approfondire la sua conoscenza sulle procedure in atto in altri paesi e su quali possibilità potrebbe avere in questi paesi.

 

A proposito di WELCOME

WELCOME è un progetto cofinanziato dal programma Erasmus+, Azione Chiave 2 Partenariati strategici – settore Adulti

Insieme al CESIE, i partner del progetto sono:

Se desideri ricevere ulteriori informazioni, contatta Giulia Tarantino:  giulia.tarantino@cesie.org.

CESIE ETS