Istituti di formazione e centri per l’impiego: dalla Polonia in Sicilia per una visita di studio

mercoledì 8 Luglio 2015

Home / Notizie / Istituti di formazione e centri per l’impiego: dalla Polonia in Sicilia per una visita di studio

Istituti di formazione e centri per l’impiego: dalla Polonia in Sicilia per una visita di studioIl progetto “Education and training of unemployed with social economy issues – professional development of skills in the public employment services and training institutions”, cofinanziato dal programma Erasmus Plus – Ka1 Mobility for staff e realizzato tra i mesi di Maggio e Giugno 2015, si è sviluppato con lo scopo di promuovere la mobilità di pensieri e persone all’interno di ambiti in continua relazione tra loro: quello della formazione permanente e quello del lavoro, focalizzando l’attenzione sull’applicazione pratica delle idee e dei progetti nel contesto socio-culturale della città di Palermo.

I venti partecipanti, provenienti dal centro per l’impiego della città di Mława e dalla fondazione Pro-Europa della città di Toruń, hanno avuto modo di visitare numerose organizzazioni, in particolare quelle relative al mondo dell’educazione e della formazione (Cerisdi, Engim e Mediazioni), il centro per l’impiego di Cefalù e numerose cooperative e associazioni (Cooperativa La Fraternità, operante con persone disabili; il Centro Astalli, Moltivolti e Santa Chiara, attive nei servizi per i migranti e Libera, associazione per la lotta alle mafie).

In particolare, è emerso come queste ultime tipologie di organizzazioni socio-culturali siano la chiave di accesso per le informazioni professionali relative all’aspetto educativo-occupazionale di quelle realtà e categorie “sensibili”, che permettono di far emergere un quadro completo e reale della società palermitana nella sua interezza.

Il progetto è infatti andato oltre la semplice presentazione di idee e realtà. Si è cercato di mettere a fuoco una panoramica di tutti gli aspetti che influiscono sul mondo del lavoro e dell’educazione, compiendo un percorso che è partito dalla giurisdizione lavorativa ed educazionale ed è arrivato alle conseguenze dirette di tali norme sulla società. Le conclusioni emerse dalle riflessioni che i partecipanti hanno avuto modo di compiere al termine delle visite sono state occasione di grande arricchimento culturale, per comprendere sia i punti di forza che quelli di debolezza dei sistemi educativo-occupazionali italiani e polacchi.

Lo scambio ha dunque permesso di portare alla luce pregi e difetti di due realtà molto diverse tra loro per storia, cultura e politica. Durante la permanenza a Palermo, il gruppo ha inoltre avuto modo di vivere immerso nel variegato contesto culturale palermitano e di osservare una concreta realizzazione delle informazioni acquisite durante le diverse visite, confermando che la diversità e lo scambio sono continue occasioni di arricchimento.

Per maggiori informazioni si prega di contattare stefania.giambelluca@cesie.org


Erasmus+ logoThe European Commission support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents which reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsi­ble for any use which may be made of the information contained therein.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!