I bambini sono ottimi maestri: Roland e l’esperienza No One Is Out

venerdì 30 Agosto 2019

Home / Esperienze / I bambini sono ottimi maestri: Roland e l’esperienza No One Is Out

Ciao a tutti,

Sono Roland, vengo dalla Francia, e sono a Palermo per un’esperienza di volontariato di due mesi con il progetto “No one is out”. Durante il mio SVE al CESIE, ho lavorato in un asilo nido in cui mi sono preso cura dei bambini. Questi hanno un’età compresa fra gli 0 e i 5 anni e sono felici di vederci quando arriviamo al mattino. All’inizio è stato un po’ difficile visto che non parlavo italiano, cercavo di comunicare con loro in inglese o Francese, ma non si è rivelata una soluzione molto efficace. Ad ogni modo, è molto semplice capire i bambini, sono degli ottimi maestri e, inoltre, ho avuto l’occasione di frequentare un corso di lingua italiana che mi è servito a migliorare le mie competenze linguistiche. Non parlo ancora benissimo la lingua, ma trovo più facile comunicare con bambini. I bambini sono sempre pieni di energia, non ti fanno mai rilassare, eppure ci si diverte sempre molto.

Ci sono molte cose belle da vedere a Palermo, questa meravigliosa città mediterranea ricca di storia. Nel tempo libero ho avuto la possibilità di uscire con i miei coinquilini, altri volontari e amici del corso di italiano. Amo Palermo perché è possibile vedere, nello stesso luogo, sculture barocche ed edifici arabo-normanni. Ma questo clima interculturale non appartiene solo al passato: ad esempio anima il quartiere in cui viviamo (che si trova nel centro città e vicino ai principali luoghi storici). Durante questi due mesi ho incontrato molte persone interessanti provenienti da altri paesi e non mi sono accorto del tempo che passava.

Ho apprezzato molto questa esperienza SVE che mi ha aiutato a conoscere e capire meglio i contesti interculturali. È stato fantastico vivere e lavorare in un asilo che ospita bambini di origine diversa. Ho vissuto molti momenti divertenti con loro e consiglio a tutti coloro che vogliono fare una esperienza di volontariato e a cui piace lo spirito mediterraneo di venire qua a Palermo. È probabile che all’inizio ci sia un po’ di delusione, soprattutto se è la prima volta che vieni al sud, ma sono sicuro che se sei davvero sensibile alla bellezza, imparerai ad amare presto questo posto.

Come si dice qui, “quando uno straniero viene a Palermo, piange due volte, quando arriva e quando se ne va”.

Roland Sarabian

EVS volunteer within the Erasmus+ project “No one is out”

Cos’è il Servizio Volontario Europeo?

Lo SVE (Servizio Volontario Europeo) è un programma di volontariato internazionale finanziato dall’Unione Europea che permette a tutti i giovani residenti in Europa, di età compresa tra i 17 e i 30 anni, di svolgere un’esperienza di volontariato internazionale presso un’organizzazione o un ente pubblico in Europa, nei Paesi dell’area Euromediterranea e del Caucaso per un periodo che va dalle 2 settimane ai 12 mesi.

Vuoi avere maggiori informazioni sul Servizio Volontario Europeo?

Scopri le altre storie!

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Come consiglio dico ai giovani come me di fare un percorso pieno di esperienze perché quello sarà la cosa che non dimenticherai mai, quello sarà la cosa che ti arricchirà per trovare il vero percorso della tua vita.” Mustapha racconta la sua esperienza di scambio in Francia con il progetto “Refugee Light”.

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

“Mi hanno sfidato a lavorare sulle mie potenzialità e le mie abilità. Ed anche a prepararmi per diventare la regista che sogno di essere quando finalmente partirò per Los Angeles, Hollywood”. Angeline racconta il suo SVE a Palermo con il progetto REC.

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Come consiglio dico ai giovani come me di fare un percorso pieno di esperienze perché quello sarà la cosa che non dimenticherai mai, quello sarà la cosa che ti arricchirà per trovare il vero percorso della tua vita.” Mustapha racconta la sua esperienza di scambio in Francia con il progetto “Refugee Light”.

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

“Mi hanno sfidato a lavorare sulle mie potenzialità e le mie abilità. Ed anche a prepararmi per diventare la regista che sogno di essere quando finalmente partirò per Los Angeles, Hollywood”. Angeline racconta il suo SVE a Palermo con il progetto REC.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!