No One Is Out: Asimina racconta la sua esperienza unica a Palermo

24 Agosto 2019Esperienze

La mia esperienza SVE è cominciata all’inizio della primavera nella città storica di Palermo, grazie al progetto “NO ONE IS OUT”. Fin dal primo momento sono stata entusiasta di vivere in Sicilia, di conoscere la cultura del posto, di imparare una nuova lingua, di vivere con altre persone dalla cultura diversa dalla mia e, insomma, di lavorare come volontaria in un paese straniero.

La prima persona che ho conosciuto a Palermo è stato il mio mentor Mattia, che è venuto a prendermi alla fermata dell’autobus. Mi ha accompagnato a casa, mi ha spiegato tutto quello che avrei dovuto sapere sull’alloggio e sui miei coinquilini e poi mi ha fatto visitare un po’ la città. Era molto accogliente ed è sempre stato presente ogni volta che ho avuto bisogno di lui dall’inizio alla fine del mio progetto.

Abito in un appartamento grande e confortevole che condivido con altre 6 persone di diverse nazionalità. L’appartamento è in centro, quindi posso raggiungere molti luoghi della città a piedi. In generale, Palermo è una città in cui si possono fare grandi passeggiate per godersi la bellezza dei monumenti. Per quanto riguarda i miei coinquilini, mi sento fortunata perché siamo molto vicine e possiamo discutere senza problemi di qualsiasi cosa.

 

La parte più importante dello SVE è il mio lavoro

Sono stata coinvolta nelle attività di diversi centri locali. Il primo è il Centro Astalli, un centro di accoglienza per migranti che ha anche uno SPRAR che ospita i richiedenti asilo arrivati in città. Offre servizi di prima accoglienza (docce, distribuzione di vestiti, lavanderia), e altri più specialistici come la scuola di italiano per adulti, consulenze legali, supporto psicologico, ecc. Aiuto a preparare la colazione tre giorni alla settimana e poi, do una mano nel “Bazaar”, e una stanza dove ci sono vestiti, scarpe, giocattoli e altri oggetti (tutto frutto di donazioni). Il mio ruolo è quello di gestire la distribuzione alle persone che vengono al centro. Il secondo posto in cui lavoro si chiama “Spazio Donna”, un centro dove le donne di diverse estrazioni sociali o vittime di violenza si recano per conoscere i loro diritti, acquisire nuove competenze e avviare processi di emancipazione. Mi è piaciuta molto questa parte del mio lavoro, perché ho partecipato a molti laboratori con donne riguardo alla preparazione di ricette o di maschere per capelli. Inoltre, ho anche preso parte a dei laboratori nelle scuole superiori, in cui mettiamo gli studenti a fare giochi di ruolo e li invitiamo a esprimere le proprie opinioni personali sugli stereotipi di genere e sui diritti umani. Penso che questa parte sia stata davvero essenziale e ci siamo tutti divertiti molto.

Il centro in cui lavoravo una volta alla settimana è, invece, l’asilo nido Fantabosco. La cosa più interessante di Fantabosco è il fatto che ospita sia bambini italiani che stranieri e questo mi ha permesso di saperne di più sulla mentalità siciliana: ho visto che trattano a tutti allo stesso modo, indipendentemente dal loro background. Questa esperienza mi ha anche aiutato molto a imparare l’italiano, poiché era l’unica lingua che potevo utilizzare sia con i bambini sia con gli operatori.

In sintesi, posso dire che mi sono trovata molto bene a Palermo in questi due mesi. Mi è sembrato molto bello vivere in un ambiente internazionale e consiglio a tutti di approfittare di questo tipo di opportunità perché regalano delle esperienze uniche.

EVS volunteer within the Erasmus+ project “No one is out”

Asimina Tzortzopoulou

Cos’è il Servizio Volontario Europeo?

Lo SVE (Servizio Volontario Europeo) è un programma di volontariato internazionale finanziato dall’Unione Europea che permette a tutti i giovani residenti in Europa, di età compresa tra i 17 e i 30 anni, di svolgere un’esperienza di volontariato internazionale presso un’organizzazione o un ente pubblico in Europa, nei Paesi dell’area Euromediterranea e del Caucaso per un periodo che va dalle 2 settimane ai 12 mesi.

Vuoi avere maggiori informazioni sul Servizio Volontario Europeo?

Scopri le altre storie!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!