Devo premettere che prima di venire qui sapevo solo due cose su Palermo: la città è la capitale della Sicilia e si trova nel sud dell’Italia. Ora, dopo aver partecipato al progetto di 2 mesi “No one is out”, associo questa città ai ricordi e alle persone straordinarie che ho conosciuto e incontrato.

Sono arrivata all’inizio di marzo e ho passato i primi giorni ad esplorare la città da sola o in compagnia degli altri nuovi volontari. Vivo in un appartamento vicino alla stazione centrale che condivido con altri 6 volontari e, aldilà i normali litigi sui turni per le pulizie domestiche, abbiamo fatto amicizia e ogni fine settimana ci godiamo la “dolce vita” in Piazza Sant’Anna o facendo un giro per la bellissima Sicilia. Durante la mia prima settimana il mio mentor Mattia mi ha anche fatto vedere il centro locale in cui avrei cominciato a lavorare la settimana successiva.

Durante questi due mesi ho lavorato insieme ad altri tre volontari provenienti dalla Francia, Portogallo e Polonia a Casa Officina, un centro per bambini da due a cinque anni dedicato all’educazione internazionale. Penso che l’evento più speciale per me sia stato un laboratorio culturale che ho organizzato per i bambini per mostrare loro alcune tradizioni pasquali tedesche come la colorazione delle uova di Pasqua e la caccia alle uova di cioccolato. Dal momento che non parlo italiano, sono contenta di avere lavorato con bambini piccoli perché le barriere linguistiche non hanno influito in modo significativo sul mio lavoro. Ad ogni modo, ho anche avuto l’opportunità di seguire un corso di italiano all’università di Palermo in modo da rimuovere questa barriera.

L’unico problema che ho riscontrato durante la mia esperienza è che il tempo passa troppo velocemente! Mi sembra di essere arrivata ieri a Palermo e ormai sono quasi alla fine della mia esperienza di mobilità.

 

Barbara Fischer

EVS volunteer within the Erasmus+ project “No one is out”

Cos’è il Servizio Volontario Europeo?

Lo SVE (Servizio Volontario Europeo) è un programma di volontariato internazionale finanziato dall’Unione Europea che permette a tutti i giovani residenti in Europa, di età compresa tra i 17 e i 30 anni, di svolgere un’esperienza di volontariato internazionale presso un’organizzazione o un ente pubblico in Europa, nei Paesi dell’area Euromediterranea e del Caucaso per un periodo che va dalle 2 settimane ai 12 mesi.

Vuoi avere maggiori informazioni sul Servizio Volontario Europeo?

Scopri le altre storie!

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Come consiglio dico ai giovani come me di fare un percorso pieno di esperienze perché quello sarà la cosa che non dimenticherai mai, quello sarà la cosa che ti arricchirà per trovare il vero percorso della tua vita.” Mustapha racconta la sua esperienza di scambio in Francia con il progetto “Refugee Light”.

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

“Mi hanno sfidato a lavorare sulle mie potenzialità e le mie abilità. Ed anche a prepararmi per diventare la regista che sogno di essere quando finalmente partirò per Los Angeles, Hollywood”. Angeline racconta il suo SVE a Palermo con il progetto REC.

La mia esperienza SVE a Palermo: Ines Gil

La mia esperienza SVE a Palermo: Ines Gil

“Sono davvero contenta di essere venuta a Palermo, perché finora è stata un’esperienza incredibile. “. Ines racconta il suo SVE a Palermo con il progetto No One Is Out.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!