La mia esperienza SVE a Palermo: Ines Gil

16 Gennaio 2020Esperienze

 

Avere un’esperienza di volontariato all’estero era sempre stato qualcosa che volevo fare, finalmente quest’anno ho deciso di fare finalmente un passo avanti su questa decisione. Non ero mai stata in Sicilia prima d’ora, ma ero molto curiosa della diversità culturale e dell’idea di vivere una realtà diversa, sociale ed economica.

Palermo è una città molto accogliente, anche se avevo bisogno di un po’ di tempo per abituarmici. È molto diversa dal Portogallo, ma nel complesso è stata solo una questione di un paio di giorni per abituare. In ogni caso, la bellezza di Palermo è innegabile, con tante cose da vedere e apprezzare in ogni angolo. Tutti i colori, le strade e i punti di riferimento, il Mar Mediterraneo e naturalmente il cibo! È d’obbligo esplorare non solo Palermo, ma l’intera isola. Sono già stata in alcuni posti e non vedo l’ora del prossimo viaggio. Tutto questo, congiunto ad alcune persone incredibili e premurose che ho incontrato qui, nel lavoro e altri volontari, ha sicuramente contribuito ad un facile adattamento alla vita di Palermo. 

La mia attività di volontariato coinvolgo in ufficio visibilità dell’ufficio di Cesie, aiutando con siti web, fotografia, video e grafica. Questo è stato un vantaggio, potendo lavorare nella mia area di studi e allo stesso tempo imparare cose nuove.  Questo SVE è stata per me l’occasione incredibile per dare il mio contributo a Cesie migliorare mee competenze lavorative, vivere un luogo diverso, incontrare nuove persone, viaggiare e ultimo ma non meno importante  riempire la mia pancia di cibo delizioso.

 

Infine, posso solo dire che sono davvero contenta di essere venuta a Palermo, perché finora è stata un’esperienza incredibile. Ho imparato che impariamo sempre facilmente qualcosa di nuovo in ogni luogo in cui andiamo e con le persone che incontriamo.

 

Ines Gil

EVS volunteer within the Erasmus + project “No one is out”

 

 

Cos’è il Servizio Volontario Europeo?

Lo SVE (Servizio Volontario Europeo) è un programma di volontariato internazionale finanziato dall’Unione Europea che permette a tutti i giovani residenti in Europa, di età compresa tra i 17 e i 30 anni, di svolgere un’esperienza di volontariato internazionale presso un’organizzazione o un ente pubblico in Europa, nei Paesi dell’area Euromediterranea e del Caucaso per un periodo che va dalle 2 settimane ai 12 mesi.

Vuoi avere maggiori informazioni sul Servizio Volontario Europeo?

Scopri le altre storie!

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Refugee Light” mi ha ispirato: l’esperienza di Mustapha

“Come consiglio dico ai giovani come me di fare un percorso pieno di esperienze perché quello sarà la cosa che non dimenticherai mai, quello sarà la cosa che ti arricchirà per trovare il vero percorso della tua vita.” Mustapha racconta la sua esperienza di scambio in Francia con il progetto “Refugee Light”.

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

Angeline Nyawira si prepara a diventare regista con REC

“Mi hanno sfidato a lavorare sulle mie potenzialità e le mie abilità. Ed anche a prepararmi per diventare la regista che sogno di essere quando finalmente partirò per Los Angeles, Hollywood”. Angeline racconta il suo SVE a Palermo con il progetto REC.

Be Art – L’Europa è bella quando puoi socializzare con gli altri

Be Art – L’Europa è bella quando puoi socializzare con gli altri

“Tantissime amicizie sono nate in quel contesto ed è stato difficile dirsi un malinconico “arrivederci”, ma sicuramente questa è la prova di un progetto assolutamente riuscito”. Maria Lucrezia racconta la sua esperienza di scambio a Madrid con il progetto “Be Art”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!