Strumenti digitali per promuovere il coinvolgimento giovanile nelle politiche europee: il dibattito è ancora aperto!

da Mag 4, 2018Giovani

I giovani europei non sono una sola voce, ma persone con bisogni diversi che spesso si esprimono attraverso forme non convenzionali di partecipazione.

In che modo i giovani interagiscono e si comportano nella rete e nella vita? Come usano gli strumenti digitali per la partecipazione? Come è possibile raggiungere coloro che vivono in aree remote o non sentono l’esigenza d’informarsi?

Queste sono alcune delle domande sollevate durante la Conferenza finale Dialogo strutturato: l’uso di strumenti digitali per promuovere l’impegno dei giovani nella definizione delle politiche, tenutasi il 24 aprile 2018 al Comitato delle Regioni di Bruxelles (Belgio) e organizzata nella cornice del progetto YouthMetre.

La conferenza è stata aperta da:

Le due principali sessioni della conferenza si sono concentrate su un analisi delle diverse prospettive sull’uso degli strumenti digitali per il coinvolgimento dei giovani nel processo decisionale in particolare:

  1. la prospettiva degli stakeholder istituzionali sugli strumenti lungimiranti per l’empowerment dei giovani e sugli attuali sviluppi della partecipazione attiva dei giovani alla vita democratica.
  2. la prospettiva degli operatori del settore, che hanno presentato le pratiche esistenti e le esperienze di successo sull’uso degli strumenti elettronici per la partecipazione dei giovani e le loro prospettive future.

Alla prima sessione hanno contribuito:

Le istituzioni dell’UE rispondono alla necessità di un maggior coinvolgimento dei giovani attraverso due strumenti principali: il Dialogo Strutturato e il Programma Erasmus Plus.

Come affermato Alessandro Senesi, questo è un momento cruciale in cui è importante collegare il dibattito in corso e ciò che accade a livello delle autorità locali con il futuro della politica della gioventù, la preparazione del nuovo Programma Erasmus Plus e la nuova Strategia Europea per la gioventù. Questo è il momento di analizzare tutte queste esperienze e costruire su di esse.

Tra i relatori della sessione pomeridiana:

  • Alessio Lupi, Segretario Generale di ARS for Progress of People;
  • Céline Guedes de Carvalho, Policy Officer presso FEPS;
  • Valentin Dupouey, Segretario generale JEF;
  • Delphine Rochus, giovane ambasciatrice belga per conto dello Youth Council;
  • Elisa Lironi, Digital Democracy Manager presso ECAS;
  • Evaldas Rupkus, Project Manager presso IJAB;
  • Matías Nso, CEO e co-fondatore di org;
  • Daniel Van Lerberghe, Dissemination and Communication Partner presso Cafébabel.

Oltre a YouthMetre sono state presentate le seguenti esperienze:

I relatori hanno condiviso i loro progetti e le lezioni apprese nell’utilizzo degli strumenti digitali per la promozione della partecipazione dei giovani a livello locale, nazionale ed europeo. Tutte le organizzazioni hanno espresso l’interesse a considerare possibili sinergie future tra queste diverse esperienze.

Il dibattito sugli strumenti digitali per la partecipazione giovanile alla vita civica è tutt’altro che chiuso!

Vuoi scoprire nel dettaglio gli argomenti trattati durante l'evento?

Leggi il report della conferenza!

Sul progetto

YouthMetre: a tool for forward looking youth participation è cofinanziato dal programma Erasmus +, KA3 “Supporto per la riforma politica” e mira a sostenere gli Stati membri dell’UE, i comuni e le regioni nella realizzazione efficace delle riforme politiche nel campo della gioventù.

Partner

Il partenariato del progetto riunisce 6 organizzazioni europee:

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto.

Visita youthmetre.eu.

Contatta Caterina Impastato, caterina.impastato@cesie.org.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!