sport-webIl 6 aprile 2015 si celebra la seconda Giornata Internazionale dello Sport e della Pace, istituita nel 2014 dalle Nazioni Unite.

Questa giornata contribuisce a sensibilizzare il pubblico sull’impatto positiva che lo sport può avere sul rispetto dei diritti umani e sullo sviluppo sociale ed economico.

Fin dalla fondazione dello “United Nations Inter-Agency Taskforce on Sport for Development and Peace”, lo sport è stato riconosciuto come uno strumento a basso costo ed alto impatto in grado di contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo del millennio, che assume un’importanza fondamentale in diversi ambiti, quali, ad esempio, l’educazione, la diffusione della conoscenza in materia di HIV/AIDS, la promozione della parità di genere e dell’emancipazione femminile.

Lo sport ed i suoi valori, infatti, contribuiscono alla diffusione di strumenti utili per l’educazione, lo sviluppo e la pace promuovendo la cooperazione, la solidarietà, la tolleranza, la comprensione dell’inclusione sociale, la salute e lo sviluppo a livello sia nazionale che internazionale.

Nella risoluzione A/RES/67/296, il segretario generale invita tutti gli attori coinvolti, dagli stati alle organizzazioni della società civile a cooperare, osservare e diffondere gli obiettivi promossi dalla Giornata internazionale dello Sport per lo sviluppo e la pace.

Porre lo sport a servizio dell’umanità e promuovere la pace nella società attraverso stili di vita sani, associando lo sport con la cultura e l’educazione, permette di contrastare le discriminazioni associate a disabilità, differenze culturali o religiose.

Come ha affermato Ban Ki-moon, il segretario generale delle Nazioni Unite, “Lo sport è diventato un linguaggio mondiale, un comune denominatore in grado di infrangere tutte le barriere. […] è un potente strumento di sviluppo e progresso”.

In Italia, quest’anno, lo sport avrà un’importanza fondamentale, poiché la città di Torino è stata scelta come Capitale Europea dello sport 2015. Gli eventi che si svolgeranno nella città rappresenteranno un momento in cui lo sport è protagonista e promotore di valori, come auspicato dal Libro Bianco dello Sport dell’Unione Europea. Questa opportunità è stata resa possibile grazie ad una intensa collaborazione tra varie organizzazioni e istituzioni che si sono impegnate in un grande progetto di cultura e promozione sportiva, di partecipazione e di sport per “tutti”, come strumento di crescita e aggregazione.

Lo sport che emoziona, declinato attraverso immagini, parole, musica ed esibizioni sportive, è stato inserito in un palinsesto dove le manifestazioni sportive nazionali e internazionali, i tanti campionati italiani e i trofei internazionali, si alterneranno a quelli dedicati allo sport di base, quello associativo, passando per le iniziative dedicate ai ragazzi delle scuole, ai tanti incontri culturali dove verranno affrontati temi legati al benessere, ai sani stili di vita, all’etica nello sport.

Si inserisce in quest’ottica anche il CESIE che, attraverso alcuni dei suoi progetti, si propone di promuovere il trasferimento di competenze e messaggi sul valore positivo dello sport:

  • SPAcE- Supporting Policy and Action for Active Environments, che prevede lo studio, la creazione e la promozione di ambienti urbani più favorevoli in termini di attività fisica;
  • HEALTHFIT -Promoting wellbeing in youth, che intendeva formare gli operatori giovanili sull’importanza di una dieta sana e di una regolare attività fisica, incoraggiando lo scambio di esperienze, buone prassi, usi, costumi, tradizioni, ricette e promuovendo la cooperazione tra l’Europa e i paesi del Partenariato Orientale per individuare nuovi stile di vita sani.
  • SPLUS Sport Plus: looking up new goals, volto a promuovere lo sport come strumento educativo di inclusione sociale, soprattutto di coloro con minori opportunità di integrazione, coinvolgendo youth worker interessati alle tematiche dello sport e all’utilizzo dello sport come strumento educativo.

Fonti:

  • http://www.sport2build.org/wp/?page_id=36
  • http://www.un.org/en/ga/67/resolutions.shtml
  • http://www.un.org/wcm/content/site/sport/home/unplayers/unoffice/idsdp
  • http://www.un.org/wcm/content/site/sport/home/unplayers/unoffice/idsdp
  • http://www.spaziotorino.it/scatto/?cat=895&paged=3