OTA – Alla scoperta di una nuova metodologia d’apprendimento

giovedì 30 Marzo 2023

Home » Notizie » OTA – Alla scoperta di una nuova metodologia d’apprendimento

Come riuscire ad attirare l’interesse di studenti e studentesse delle scuole medie nell’apprendimento delle materie scientifiche?

Questo è stato l’interrogativo che i partner di Cipro, Finlandia, Italia e Slovenia si sono posti ormai più di due anni fa.

La didattica a distanza aveva rotto l’equilibrio all’interno del sistema didattico e bisognava trovare una soluzione per coinvolgere maggiormente gli alunni e le alunne.

E’ con questo spirito che nasce OTA, un progetto nato per contrastare e superare gli ostacoli che la didattica a distanza ha causato sia nell’insegnamento che nell’apprendimento di materie come matematica, fisica e chimica.

Sono stati due anni intensi di studi e ricerche che hanno permesso ai partner di 4 nazioni europee di tracciare un terreno comune e stilare un curriculum scientifico che accumunasse tutte le scuole dei 4 paesi.

A quale scopo? Creare delle risorse che fossero utilizzabili direttamente dai docenti di Slovenia, Finlandia, Grecia e Italia.

Sono state ideate più di 100 attività che, basandosi su un approccio interdisciplinare, mirano ad avvicinare gli studenti e le studentesse allo studio delle scienze sfruttando il grandissimo potenziale dell’arte. In che senso arte? Abbiamo sfruttato l’arte nel suo senso più ampio, dalla pittura, alla lettura; dallo storytelling al teatro; dagli esperimenti in cucina alla danza!

Utilizzare queste risorse in classe sarà semplicissimo!

A proposito di OTA

OTA – Online Learning Advancement – Science Through Art è un progetto co-finanziato dal programma Erasmus+, Call 2020 Round 1 KA2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche.

Partner

Per ulteriori informazioni

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

Lancio del Centro di Eccellenza Professionale sull’agricoltura climaticamente intelligente in Sicilia

La Sicilia affronta una crisi idrica che minaccia l’agricoltura. EVECSA risponde con sei Centri di Eccellenza Professionale (CoVE) in vari paesi, promuovendo pratiche agricole sostenibili. Il CoVE siciliano, presentato il 9 maggio all’Università di Palermo, sottolinea la necessità di collaborazione e formazione professionale per migliorare la resilienza regionale e raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

CESIE ETS