SPAcE: Ideare un piano d’azione per la creazione di ambienti urbani attivi

venerdì 15 Dicembre 2017

Home / Risorse / SPAcE: Ideare un piano d’azione per la creazione di ambienti urbani attivi

SPAcE: Ideare un piano d’azione per la creazione di ambienti urbani attivi

Printed Material - Manual

Il presente documento è il secondo di tre prodotti del progetto SPAcE SPAcE (Supporting Policy and Action for Active Environments). Esso contiene informazioni pratiche utili a chi intenda sviluppare e co-produrre il proprio piano UActivE, incoraggiando – in questo modo – i propri cittadini a praticare attività fisica. Nel presente documento i lettori potranno trovare una definizione del concetto di ambiente urbano attivo, nonché una descrizione delle sue principali caratteristiche.

Inoltre, essi impareranno ad elaborare dei piani d’azione che portino alla creazione di ambienti urbani attivi capaci di promuovere uno stile di vita più sano fra la popolazione. Nelle prossime pagine saranno illustrati 5 casi studio atti in Grecia, Italia, Lettonia, Romania e Spagna, ad illustrare il processo di ideazione ed implementazione dei piani UActivE nell’ambito del progetto SPAcE.

Categorie

Argomenti

  • buone pratiche;
  • target & aree svantaggiate;
  • sviluppo locale;
  • sviluppo sostenibile.

Target

Funzionari pubblici, operatori sanitari, urbanisti e responsabili dell’organizzazione del piano urbano della mobilità, ciclisti e pedoni.

Informazioni sul progetto

Nome

SPAcE (Supporting Policy and Action for Active Environments)

Durata

01/01/2015 – 31/12/2017

Informazioni sul programma

5

Programma

Erasmus+

5

Azione

KA2

5

Sub-azione

Sport

DG di riferimento

Unità

Share on:

Il progetto

Per saperne di più

Categorie

Topic

Target

Info & contatti

E-mail

Visita il sito

CRETHINK – Newsletter

CRETHINK – Newsletter

Il progetto CRETHINK persegue l’obiettivo di sviluppare le capacità degli adulti in qualità di lavoratori del settore pubblico o attori della società civile attraverso metodi e strumenti propedeutici alla co-creazione e alla cooperazione intersettoriale, al fine di giungere alla strutturazione di iniziative ambientali capaci di rispondere alle sfide che i contesti urbani europei si trovano oggi ad affrontare.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!