Accesso inclusivo all’istruzione superiore: a chi, a cosa e per quale scopo?

martedì 28 Giugno 2022

Home / Alta formazione e Ricerca / Accesso inclusivo all’istruzione superiore: a chi, a cosa e per quale scopo?

L’istruzione superiore deve svolgere il proprio ruolo nel far fronte alle sfide sociali e democratiche che attendono l’Europa. Ciò significa fare in modo che l’istruzione superiore sia inclusiva, aperta a talenti provenienti da tutti gli ambienti socioeconomici, e che gli istituti di istruzione superiore non siano torri d’avorio, ma comunità civiche di apprendimento collegate alle comunità di appartenenza.

Una nuova agenda per l’istruzione superiore

Commissione Europea, 2017

Creare sistemi di istruzione superiore inclusivi e connessi è una delle quattro priorità d’azione della nuova agenda per l’istruzione superiore. Questo richiede anche le giuste condizioni per il successo di studentз di diversa provenienza: il profilo della popolazione di studentз che accedono e completano l’istruzione superiore dovrebbe riflettere la società in generale. Tali profili possono cambiare in base ai diversi contesti nazionali e alle loro peculiarità e questo comporta anche una differenza nella tipologia di sfide che devono affrontare sia a livello accademico che sociale. Lo scambio su queste diverse sfide e sui profili di studentз sottorappresentatз nei Paesi partner è il punto di partenza del progetto STATUS. Attraverso una prima fase di approfondimento su questi aspetti, sarà possibile identificare modelli comuni e misure di sostegno per migliorare la partecipazione di tuttз gli/le studentз all’istruzione superiore.  

Un primo scambio sui diversi contesti nazionali e sui gruppi di studentз sottorappresentatз ha avuto luogo durante il primo incontro di progetto a Vršac, in Serbia, dove sono state condivise informazioni sul corpo studentesco, sulle sfide affrontate da studentз e sulle principali politiche di inclusione messe in atto a livello nazionale e d’università per superarle.

Per promuovere il completamento degli studi, gli istituti di istruzione superiore dovrebbero esaminare in modo olistico l’organizzazione dell’insegnamento e della valutazione, mettere in atto misure per il tutoraggio di studentз e fornire supporto accademico e non accademico. Per questo motivo, stiamo lavorando all’identificazione di buone pratiche nell’istruzione superiore che affrontano sfide legate all’inclusione e quali elementi dovrebbero essere presi in considerazione per sviluppare un programma di formazione per il personale accademico e non accademico per fornire loro maggiori competenze nel supportare l’accesso all’istruzione superiore di studentз sottorappresentatз.  

Una panoramica delle politiche di inclusione nell’istruzione superiore nei Paesi partner e una raccolta di pratiche volte a promuovere l’inclusione di ciascunз studentз nell’UE faranno parte della Raccolta di buone pratiche relative alla cultura dell’apprendimento inclusivo e ai sistemi di prevenzione dell’abbandono scolastico – il primo risultato del progetto STATUS. Questo sarà il primo passo che ci porterà allo sviluppo di linee guida e materiale formativo per gli istituti di istruzione superiore e il loro personale.

Allo stesso tempo, abbattere le barriere tra l’istruzione superiore e il resto della società può aiutare gli/le studentз a sviluppare le loro competenze sociali e civiche. Una collaborazione sostenibile e di lunga durata tra l’istruzione superiore e le organizzazioni della società civile supporta nel raggiungimento di questo obiettivo. Questi due attori collaborano spesso alla realizzazione di attività e iniziative volte a promuovere l’inclusione di studentз sottorappresentatз e vulnerabili nell’istruzione. Per progredire in termini di inclusione e diversità nell’istruzione superiore, è necessario fare le cose in modo diverso e fornire agli istituti di istruzione superiore modelli di supporto che favoriscano l’inclusione degli studenti sottorappresentati nelle diverse fasi, dall’iscrizione alla laurea.

A tal fine, analizzeremo i punti di forza e di debolezza di queste collaborazioni, con l’obiettivo finale di sviluppare un toolkit per la cooperazione tra la società civile e l’istruzione superiore, che servirà da guida per creare nuove collaborazioni e rinnovare quelle esistenti tra questi due attori. 

Nel corso del progetto, lavoreremo per definire meglio le risposte alle domande poste nel titolo. Continuate a seguirci per rimanere aggiornati e scoprire le attività e i risultati del progetto.

A proposito del progetto

STATUS – Steering Transition and Advancement of Tertiary Underrepresented Students ha come obiettivo lo sviluppo di ambienti educativi per supportare e migliorare la partecipazione di studentз sottorappresentatз nell’istruzione superiore.

Partner

Per ulteriori informazioni

Contatta giulia.tarantino@cesie.org

CESIE