SENSE – Social Entrepreneurship & Social media for youth Employability

Home / Progetti / Giovani / SENSE – Social Entrepreneurship & Social media for youth Employability

SENSE – Social Entrepreneurship & Social media for youth Employability

Obiettivi

  • Promuovere ed incoraggiare l’imprenditoria sociale in risposta alla disoccupazione giovanile
  • Sensibilizzare sulle opportunità offerte dai social networks per facilitare l’impiego e promuovere l’impresa sociale a livello Euro-Mediterraneo attraverso lo scambio di buone pratiche
  • Incentivare dialogo e comprensione interculturale|intergenerazionale, sviluppo economico, inclusione sociale dei giovani
  • Promuovere una conoscenza approfondita dei programmi europei e delle opportunità di finanziamento per i giovani e per gli imprenditori sociali nell’area Euro-Mediterranea

Attività

Il corso di formazione SENSE [6 – 14 giugno 2015] ha l’obiettivo di fornire ai suoi 32 operatori giovanili partecipanti strumenti, nuove metodologie ed ispirazione dando loro idee su come creare un social business ed avere un impatto positivo sulla società. Attraverso la promozione dell’imprenditoria sociale, si incoraggia l’inclusione e lo sviluppo economico, sfruttando ed esplorando le opportunità offerte dai social media nella promozione della propria impresa sociale, creando nuove conoscenze sull’uso dei social media per una potenziale occupazione

Partner

  • Coordinatore: CESIE (Italy)
  • Euro-Mediterranean Center for Cross-Cultural Dialogue (Bulgaria)
  • Centre for European Initiatives Association (Bulgaria)
  • Continuous Action (Estonia)
  • Association Pour le Developpement Des Initiatives Citoyennes et Europeennes (Francia)
  • Christliches Jugenddorfwerk Frechen (Germany)
  • Vardakeios School of indigent children (Greece)
  • Asociationa Tineri Parteneri Pentru Dezvoltarea Societatii Civile (Romania)
  • Youth Forum Bitola (Ex Repubblica iugoslava di Macedonia)
  • Vilniaus Gedimino technikos universitetas (Lituania)
  • Hugo Snabilie (Paesi Bassi)
  • Asociación Iniciativa Internacional Joven (Spagna)
  • Asociación Colectivo para la Acción y la Investigación sobrela Exclusión Social Urbana (Spagna)
  • Lykia Izcilik ve Doga Sporlari Kulubu Dernegi (Turchia)
  • Pr’Animação-Associação de Animação Cultural (Portogallo)
  • Union jeunesse euormed Algerie (Algeria)
  • Waseela For Training and Development (Egitto)
  • Beit Ariel – youth center (Israele)
  • Al-Hayat Center for Civil Society Development (Giordania)
  • Leaders Of Life For Sustainable Development (Giordania)
  • Padil, Services à la portée des associations (Tunisia)
  • Association “La Volonté” (Tunisia)
  • Amel Association International (Libano)
  • Agir Ensemble (Marocco)
  • Observatoire Marocain de la Paix Sociale (Marocco)
  • Juhoud for Community and Rural Development (Palestina)
  • Wi’am Center For Conflict Resolution (Palestina)

Info & contatti

Data di realizzazione del progetto

01/01/2015 – 31/12/2015

DG di rifermento

DG EAC, Agenzia Nazionale (Italia), Erasmus+, Key Action 1, Mobility of youth workers

Dipartimento & Unità

Contatto

Share on:

The project

Date of the project

DG of reference

Categories

Unit

Info & contacts

Follow the project updates >>

E-mail

Visit the website

Sport e inclusione delle donne immigrate: le buone pratiche raccolte da SCORE

Sport e inclusione delle donne immigrate: le buone pratiche raccolte da SCORE

La mancanza di partecipazione sportiva è una sfida importante che influisce negativamente su un’efficace integrazione nel paese ospitante. SCORE ha identificato 15 pratiche sulla partecipazione delle donne immigrate e rifugiate alle attività sportive locali, offrendo uno spazio sicuro per aumentare la tolleranza e il rispetto reciproci, nonché per ridurre i pregiudizi e la xenofobia.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!