DISC – Verso l’alfabetizzazione digitale e società più inclusive

mercoledì 1 Luglio 2020

Home / Migrazione / DISC – Verso l’alfabetizzazione digitale e società più inclusive

DISC – Verso l’alfabetizzazione digitale e società più inclusive

1 Luglio 2020Migrazione, Notizie

Foto progetto DISC digital literacy

 

Per molte persone gli ultimi mesi sono stati impegnativi. La crisi sanitaria globale che stiamo vivendo ha messo in luce molte carenze dei nostri sistemi sanitari e delle nostre società in generale.

Tuttavia, i periodi difficili favoriscono la sperimentazione di soluzioni creative e innovative. Il trasferimento di attività educative, commerciali e sociali in parte allo spazio online ha permesso a molti gruppi di persone di trovare una certa normalità in mezzo al caos e ha avuto un effetto fortemente positivo e rigenerativo sul nostro ambiente.

Allo stesso tempo, abbiamo escluso quei gruppi di persone che spesso sono già ai margini socio-economici, individui che non hanno le competenze digitali e non posseggono i dispositivi necessari per beneficiare delle diverse offerte online nate durante questa pandemia.

Tra questi, gli immigranti e i giovani esclusi dal digitale, ma anche altri gruppi, come gli anziani, spesso privi delle risorse necessarie per beneficiare delle ricche offerte online. Il progetto DISC intende promuovere l’alfabetizzazione digitale di diversi gruppi di individui, favorendo il dialogo e la comprensione interculturale.

 

Le buone pratiche di DISC

A questo proposito, le buone pratiche del progetto sono molto preziose.

Lo spazio multisensoriale, sviluppato dal leader del progetto LAUREA university of Applied Science, offre uno spazio sicuro in cui le persone si sentano a proprio agio per aprirsi, mettersi in contatto e scambiare idee e storie. In questo modo, sostiene lo scambio e la comprensione interculturale, il primo passo per far crescere nuove generazioni di giovani informati ed educati al dialogo tra le culture, contrastando così anche il razzismo. Il processo di apprendimento multisensoriale favorisce una comprensione più profonda, poiché le informazioni fornite non solo vengono ascoltate e viste, ma possono anche essere toccate, sentite e annusate.

La seconda buona pratica, lo strumento di autovalutazione con piattaforma di apprendimento collegata, supporta gli utenti nell’autovalutazione delle loro competenze digitali e sociali, fornendo al tempo stesso uno spazio online con materiale didattico, al fine di aumentare quelle competenze che i partecipanti possono ancora potenziare. Fornisce inoltre informazioni sul contesto locale dei paesi partecipanti, consentendo agli utenti di scoprire strumenti sociali e diventare cittadini attivi impegnati in iniziative locali.

 

Prossimi passi

Negli ultimi mesi, il partenariato DISC ha lavorato per adattare lo strumento di autovalutazione e la piattaforma di apprendimento ai contesti locali di ogni paese partner, raccogliendo materiale didattico e traducendo tutte le informazioni disponibili.

Dopo la pausa estiva, i partner continueranno a testare lo spazio multisensoriale nei diversi paesi partner, favorendo il dialogo e la comprensione interculturale. Inoltre, lo strumento di autovalutazione e la piattaforma di apprendimento multilingue collegata saranno testati con i giovani, al fine di garantire la sua praticità ed il suo valore per questi gruppi.

 

Sul progetto

DISC – Digital Skills for Integration and Active Citizenship è un progetto finanziato dal programma Erasmus+, Key Action 3: Support for policy reform, Social inclusion through education, training and youth che mira a:

  • migliorare le abilità e le competenze digitali di persone con un background migratorio;
  • rafforzare il ruolo degli istituti di istruzione superiore e delle scuole come ambiente di apprendimento aperto per le competenze digitali, promuovendo al tempo stesso il dialogo interculturale tra comunità locali e migranti attraverso strumenti digitali.

Partner

Il progetto coinvolge 5 organizzazioni partner: 

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto

Visita il sito discproject.eu

Contatta Paula Goltzsche: paula.goltzsche@cesie.org

Sinergie interculturali nel campo dell’artigianato: i workshops di MyHandScraft a Palermo

Sinergie interculturali nel campo dell’artigianato: i workshops di MyHandScraft a Palermo

Dal 24 Settembre 2020, il CESIE ospita ogni giovedì un workshop che riunisce artigiani con diversi background culturali e facilita uno scambio interculturale ed un processo di apprendimento reciproco attraverso l’utilizzo di diverse tecniche artigianali. I workshop locali condotti finora, nonostante le difficoltà legate alle particolari circostanze che stiamo vivendo, sono stati un successo!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!