Conclusi i workshop locali di MyHandScraft in tutti i paesi partner

venerdì 19 Marzo 2021

Home / Migrazione / Conclusi i workshop locali di MyHandScraft in tutti i paesi partner

I workshop locali del progetto MyHandScraft si sono conclusi in tutti i paesi del partenariato: Italia, Grecia, Lituania, Cipro e Regno Unito. In 13 incontri per ogni paese, il percorso di formazione ha visto la partecipazione di artigiane ed artigiani locali e migranti provenienti da tutto il mondo che hanno contribuito attivamente alle sessioni formative portando le loro vaste ed eterogenee competenze artigianali. Le/i partecipanti hanno inoltre avuto modo di esplorare nuove tradizioni artigianali andando ad approfondirne i materiali, le tecniche e la storia, ma non solo. Il percorso di formazione ha facilitato in primo luogo lo sviluppo di competenze relazionali ed interculturali attraverso metodologie educative non formali quali lo storytelling, tecniche di sviluppo del pensiero creativo, l’approccio maieutico reciproco, l’apprendimento fra pari e l’apprendimento esperienziale attraverso l’arte. Infine le/i partecipanti in tutti i paesi partner hanno avuto l’opportunità di ragionare sul proprio futuro e sulle proprie competenze imprenditoriali attraverso la creazione di un Portfolio personale e l’ideazione di progetti imprenditoriali.

In Italia hanno partecipato artigiane ed artigiani locali e migranti esperte/i in varie tecniche: uncinetto, sartoria, tecniche del riciclo, lavorazione del legno ed arti visive. Molte e molti di loro avevano già avviato un processo personale di sperimentazione con la fusione di tradizioni e materiali locali con quelli dei loro paesi di origine, ad esempio unendo stoffe italiane ed africane. L’incontro con le/gli altre/i partecipanti ai workshop ha permesso loro di ampliare i propri orizzonti creativi e di fare rete sul territorio. Alcune/i partecipanti hanno infatti espresso a conclusione del workshop la volontà di fondare un collettivo multiculturale di artigiane ed artigiani per condividere stimoli ed idee a livello creativo, unire le forze e fare sensibilizzazione sui temi ambientali attraverso l’uso di materiali di riciclo.

Nel Regno Unito le/i partecipanti erano principalmente artigiane ed artigiani amatoriali ed è stato il progetto stesso a permettere ad alcune/i di loro di cominciare a considerarlo come un’opportunità lavorativa. Qui le/i partecipanti hanno esplorato tecniche per la creazione di gioielli, l’origami e il macramé con cui hanno creato dei portavaso. In base ai feedback ricevuti, il percorso di formazione è stato anche molto di supporto al benessere psicofisico delle/i partecipanti durante la pandemia da COVID-19.

Le/i partecipanti di Cipro avevano background misti: alcune/i lavoravano come artigiane ed artigiani professioniste/i altre/i lo consideravano solamente un hobby ma molte e molti di loro oggi aspirano a farlo diventare un lavoro vero e proprio. I workshop ciprioti si sono focalizzati su due tipi di artigianato. Il primo è quello del lefkaritiko, un tipo di ricamo a mano tipico di Lefkara, con cui le/i partecipanti hanno creato dei segnalibri. L’altra tecnica è quella dell’origami, utilizzata per creare decorazioni a forma di cigno in carta riciclata.

In Grecia la maggior parte delle partecipanti non aveva esperienze pregresse nell’artigianato e attraverso i workshops locali ha avuto l’opportunità per la prima volta di sperimentare tecniche quali il cucito e la creazione di gioielli. Anche in Grecia molte/i hanno iniziato a considerare l’artigianato come una probabile carriera ma l’aspetto positivo più evidente in questo contesto è stato quello della socializzazione: le/i partecipanti hanno dichiarato, infatti, di aver trovato un luogo accogliente in cui condividere le proprie esperienze passate e presenti.

Infine, le/i partecipanti in Lituania provenivano principalmente da minoranze locali o altri paesi dell’Europa dell’Est e vivevano in Lituania da molto tempo. Molte/i di loro avevano già sperimentato l’uso di tecniche artigianali ma ne hanno apprese di nuove, soprattutto tecniche basate sull’utilizzo di materiale riciclato.

A conclusione di tutti i workshop locali i partner realizzeranno gli ultimi due prodotti del progetto a partire dalle testimonianze ed i contributi delle/i partecipanti. Il primo è il Manuale per Educatori ed Educatrici degli Adulti che sistematizzerà e formalizzerà la metodologia utilizzata all’interno del progetto MyHandScraft e la divulgherà affinché altre/i educatrici ed educatori possano replicarla in altri contesti. Il secondo sarà la Guida Digitale per Artigiane ed Artigiani, corredata di video interviste e di video-tutorial. Le prime racconteranno le storie delle/i partecipanti e le loro idee per il futuro. I secondi descriveranno i processi di creazione dei prodotti artigianali realizzati durante i workshops locali.

A proposito di MyHandscraft

MyHandScraft – Migrants Hands and Skills to Create a Future Track è un progetto finanziato dal programma Erasmus+ Azione Chiave 2 – Partenariati Strategici nel settore dell’educazione degli adulti.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto, visita la piattaforma e seguici su Facebook.

Contatta Francesca Vacanti: francesca.vacanti@cesie.org.

CESIE