Approcci olistici per l’inserimento lavorativo delle donne migranti in Europa

lunedì 18 Gennaio 2021

Home / Migrazione / Approcci olistici per l’inserimento lavorativo delle donne migranti in Europa

Il progetto NAME e la metodologia del Jobpackage

È possibile supportare le donne migranti nel raggiungimento di un’indipendenza personale e lavorativa autentica ed autodeterminata? Esistono metodi innovativi progettati per questo scopo?

Il progetto NAME – New Actions for Migrant WomEn implementato dal CESIE ruota proprio attorno ad una metodologia olistica innovativa per il rafforzamento delle competenze personali, sociali e tecniche delle donne con background migratorio, e per il loro avvicinamento al mondo del lavoro.

Il Jobpackage come strumento di emancipazione

La metodologia del Jobpackage utilizzata dal progetto NAME è progettata per preparare le donne migranti al mondo del lavoro attraverso un percorso olistico. Il metodo parte infatti dall’analisi delle risorse e delle lacune di ogni partecipante per poi sviluppare, insieme a loro, un percorso personalizzato che le guidi passo dopo passo verso l’avviamento al lavoro. Con un approccio “a gradini” (stair-case approach) si accompagna, infatti, la donna dall’inizio alla fine del percorso: dal rafforzamento di competenze trasversali e tecniche, alla formulazione di strategie per il benessere fisico e mentale, fino alla costruzione di un ponte concreto con il mondo del lavoro attraverso la creazione di tavoli di lavoro multi-stakeholder che contribuiranno all’analisi dei singoli casi e alla facilitazione di reti virtuose per l’inserimento lavorativo delle partecipanti.

Joint Staff Training e la creazione del Jobpackage Programme

A metà dicembre tutti i partner di progetto si sono riuniti nel Joint Staff Training: una tre giorni di formazione e discussione su gli obiettivi, la struttura, i contenuti e le modalità di implementazione della metodologia in ogni paese partner. Il Joint Staff Training ha permesso inoltre di chiarire quali saranno i prossimi passi nell’implementazione del progetto.

Dopo aver concluso la fase di ricerca preliminare sulla situazione occupazionale delle donne migranti in Europa, i partner in Italia, Danimarca, Spagna, Cipro e Lituania implementeranno ora i Jobpackage Programmes: pacchetti di attività e training dedicati a gruppi di donne con background migratorio. Questo percorso formativo vedrà alternarsi momenti di lavoro individuale ad attività collettive relative a vari moduli tematici focalizzati sullo sviluppo di competenze trasversali di base, l’apprendimento delle lingue connesso al mondo del lavoro, metodi di riabilitazione legati alla salute e al benessere della persona, l’apprendimento di competenze digitali necessarie per l’inserimento lavorativo. A partire da Gennaio 2021, ciascun partner inizierà a formulare proposte sulle metodologie specifiche ed i contenuti del Jobpackage Programme.

Il percorso si concluderà poi con la creazione di Jobpackage Councils formati da esperti multidisciplinari che aiuteranno i partner ad orientare le partecipanti verso il loro percorso lavorativo futuro. Infine, i partner produrranno un Handbook che raccoglierà racconti, sfide e insegnamenti tratti dal percorso implementato in ogni paese partner.

A proposito di NAME

NAME – New Actions for Migrant WomEn è un progetto cofinanziato dal programma Erasmus+, Azione Chiave 2, Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Partenariati Strategici per l’educazione degli Adulti.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto, consulta il sito web e seguici su Facebook.

Contatta Tiziana Fantucchio: tiziana.fantucchio@cesie.org.

CESIE