Prevenire la violenza di genere fin dalla giovane età: Convegno Finale SAFER

venerdì 6 Dicembre 2019

Home / Diritti e Giustizia / Prevenire la violenza di genere fin dalla giovane età: Convegno Finale SAFER

“I ragazzi devono essere dei duri e amare il calcio, le ragazze devono essere docili e badare ai figli”.

È davvero così? Non per noi!

Gli stereotipi di genere hanno un effetto negativo sulla nostra vita e creano modelli precisi da seguire per essere uomo o donna. All’interno delle nostre società, le norme di genere vengono trasmesse ai bambini attraverso i media, la pubblicità, i giocattoli e persino dai loro genitori. Sin da piccoli, ragazzi e ragazze vengono incoraggiati ad agire, giocare, apparire seguendo un rigido codice di condotta che riduce le opportunità di esprimere sé stessi.

Siamo circondati da messaggi e modelli intrisi di stereotipi di genere e con il passare del tempo ci siamo assuefatti se non abituati allo status quo. Tali messaggi e modelli sono di fatto divenuto “normali” e socialmente accettati. In questo quadro, è utile ricordare come violenza di genere e stereotipi siano estremamente correlati. In tal senso, gli stereotipi di genere presenti all’interno delle nostre società possono essere estremamente dannosi.

Il 2 dicembre 2019 dalle 9.00 alle 14.00, il CESIE ha organizzato il convegno finale del progetto SAFER: “Educazione di genere: prevenire la violenza di genere fin dalla giovane età” all’Ex Chiesa dei Crociferi proprio per parlare e discutere di violenza di genere in compagnia di psicologi, assistenti sociali, docenti e studenti. Nel corso del convegno, “Educazione di genere: prevenire la violenza di genere fin dalla giovane età”, abbiamo affrontato numerose tematiche tra cui il concetto di orientamento sessuale, l’identità di genere, gli stereotipi e la costruzione sociale del sesso biologico.

Il convegno ha dunque rappresentato una preziosa opportunità di confronto e sensibilizzazione, sia per i giovani che per i loro insegnanti, sul tema della violenza di genere. Sfatando falsi miti e pregiudizi, abbiamo scoperto come il nostro insieme di credenze e norme socio-culturali ponga chiari limiti e influenzi il nostro comportamento, modellando e creando la nostra identità di genere.

In questo quadro, gli insegnanti giocano un ruolo fondamentale nella vita dei bambini ed in effetti, piuttosto che essere messi in discussione, gli stereotipi di genere possono essere riaffermati e rafforzati proprio in ambito scolastico.

Nel bene e nel male, tutto ciò che avviene a scuola ha valenza educativa. A tale riguardo, insegnare l’uguaglianza di genere agli adolescenti può rappresentare un buon modo per sfatare gli stereotipi di genere e contrastare la violenza di genere.

Proprio per questo, il cambiamento dovrebbe partire dal basso. Prevenire la violenza di genere verso gli adolescenti significa costruire relazioni umani più sane e rafforzare la capacità di ragazzi e ragazze di affrontare le difficoltà restando fedeli alla propria vera identità.

Sul progetto

SAFER – Systematic Approaches for Equality of gendeR è co-finanziato dal programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza della Commissione Europea ed è nato per prevenire e combattere la violenza di genere, promuovendo un approccio basato sulla psicologia positiva e sull'educazione del carattere dei bambini e delle bambine attraverso lo sviluppo di materiali e formazione degli insegnanti.

Partner

Il partenariato di progetto si compone delle seguenti organizzazioni:

Per ulteriori informazioni

Se vuoi prender parte alle attività del progetto o desideri semplicemente ricevere maggiori informazioni, ti invitiamo a contattare Cloé Saint-Nom, cloe.saintnom@cesie.org 

CESIE