NE(W)AVE lancia il programma di formazione sulle energie rinnovabili in Italia e Spagna

15 Ottobre 2019Adulti, Notizie

Il primo training del progetto NE(W)AVE sulle energie rinnovabili a Palermo si è appena concluso con successo. Durante questa formazione di 2 settimane ospitata da St.H, azienda esperta nel settore con sede a Palermo, i partecipanti provenienti da Grecia e Danimarca hanno sviluppato le loro competenze tecniche sulle energie rinnovabili attraverso corsi di formazione, workshop, visite a diversi impianti di energie rinnovabili e aziende nonché incontri faccia a faccia con i tre mentor aziendali che hanno accompagnato gli studenti durante tutto il percorso.

Il progetto NE(W)AVE mira a creare, testare e implementare un modello di apprendimento globale per i futuri professionisti delle energie rinnovabili. Il CESIE, insieme agli altri partner, sta lavorando per offrire agli studenti opportunità di apprendimento innovative, in particolare rivolte a potenziali settori di crescita come il settore delle energie rinnovabili.

Prima del corso di formazione, gli studenti hanno avuto la possibilità di testare per la prima volta l’Open Online Course del progetto NE(W)AVE, una piattaforma online attraverso la quale hanno potuto aggiornare e approfondire le loro conoscenze su questo settore e prepararsi per il training a Palermo. Presso St.H, gli studenti hanno sviluppato le loro competenze professionali in materia di fonti rinnovabili e hanno anche appreso le migliori pratiche attualmente implementate in Sicilia in termini di energie “verdi” e condiviso le proprie conoscenze ed esperienze con gli altri partecipanti. Nel bellissimo paesaggio delle saline di Marsala, i partecipanti hanno visitato l’azienda Selmar Technologies , che dal 1984 progetta e produce impianti di trattamento delle acque, fornisce servizi di consulenza specializzati, fornisce assistenza rapida e competente e sostiene l’innovazione nel settore. Gli studenti hanno esaminato i diversi macchinari e visitato il reparto produzione. Hanno anche avuto la possibilità di visitare le Saline Genna, dove ancora oggi il sale marino viene coltivato e raccolto “a mano”, e di vedere il processo di estrazione del sale dall’acqua di mare.

Presso Legambiente Sicilia, la più grande associazione ambientale della regione, i partecipanti hanno incontrato Tommaso Castronovo e Vanessa Rosano i quali attraverso il loro impegno di sensibilizzazione della società civile sui temi di difesa dell’ambiente, diffondono il messaggio secondo il quale piccole azioni quotidiane compiute dal cittadino possono avere nel lungo periodo un impatto positivo sulle nostra città, regioni e su un intero paese.

Nella città di Casteldaccia, gli studenti hanno visitato l’azienda Medielettra e hanno incontrato il suo direttore generale Angelo Badalamenti, il quale da quasi più di 30 anni si dedica allo sviluppo e alla crescita di questa attività rinnovabile offrendo consulenza sugli impianti tecnologici per attività produttive. Gli studenti hanno visto e appreso le differenze tra i diversi pannelli fotovoltaici, i sistemi rinnovabili e le batterie che l’azienda utilizza e offre ai propri clienti in un ambiente di ufficio che è esso stesso rinnovabile.

Presso l’Università degli Studi di Palermo, i partecipanti hanno visitato un laboratorio solare unico nel suo genere: il Solar Living Lab – SoLL del Consorzio ARCA, che con i suoi 3000 m2 di estensione, è il primo impianto pilota in Europa sviluppato in contesti urbani, dedicato alla dimostrazione e alla sperimentazione di nuovi sistemi solari avanzati (solare a concentrazione–CSP, storage a sali fusi, ORC, solar cooling, fotovoltaico ad alta efficienza, dissalazione a membrana), aperto al pubblico per consentire alle scuole, ai professionisti, ai tecnici delle imprese e ai ricercatori di entrare in contatto con queste tecnologie. Grazie al sostegno dell’ingegnere Filippo Paredes che dal principio si dedica instancabilmente a questo laboratorio, gli studenti hanno anche potuto sbriciare dietro le quinte di questo fantastico laboratorio solare. Quest’ultimo si trova nel campus universitario di Palermo all’interno di un’area più vasta oggetto di recupero come parco urbano e include soluzioni progettuali sviluppate per ridurre l’impatto ambientale in contesti urbani e in zone di interesse paesaggistico e archeologico. Alcuni componenti derivano da attività di ricerca e sviluppo che coinvolgono piccole e medie imprese della filiera locale. La sua costruzione è stata sostenuta da fondi europei, in particolare sul progetto STS-Med finanziato dal programma di cooperazione euromediterranea ENPI CBC MED.

Al CESIE, guidati dal coordinatore del progetto, gli studenti hanno avuto la possibilità di lavorare sulle loro competenze trasversali e concentrarsi su quelle competenze che, secondo i risultati delle ricerche compiute in seno al progetto, sono state identificate come cruciali per poter lavorare nel settore delle energie rinnovabili. A conclusione del workshop dedicato alle competenze imprenditoriali, i partecipanti hanno progettato una idea imprenditoriale “rinnovabile” che hanno intitolato “Ride it Green: più biciclette per una città più verde”, con l’obiettivo di ridurre il problema dell’inquinamento atmosferico a Palermo attraverso lo sviluppo di trasporti sostenibili e attivi. Il coordinatore del progetto ha dichiarato: “L’importanza delle competenze trasversali nell’ambiente di lavoro odierno è fondamentale. La ricerca mostra che i datori di lavoro non mirano solo ad assumere un personale qualificato a livello tecnico, ma hanno anche bisogno di dipendenti che gestiscano le competenze trasversali più importanti, quali la comunicazione, il lavoro di squadra e le competenze linguistiche. Riteniamo che la formazione NE(W)AVE abbia aiutato questi studenti a sviluppare e a comprendere meglio le proprie competenze per poter lavorare in questo settore in continua crescita.

Attraverso questa formazione di 2 settimane del progetto NE(W)AVE, i partecipanti hanno potuto approfondire le proprie conoscenze nel settore delle energie rinnovabili, sviluppare le loro competenze tecniche integrandole con le loro abilità pratiche e condividere esperienze con gli altri studenti. Tutto ciò ha avuto effetti positivi sulla loro conoscenza della lingua inglese, le loro competenze interpersonali, interculturali nonché sulla loro capacità di lavorare in gruppo. Inoltre, l’impatto che le aziende innovatrici del settore hanno avuto sulla formazione, partecipandovi e ospitando diverse fasi del corso, è stato di fondamentale importanza. Queste aziende hanno infatti supportato lo scambio di buone pratiche a livello locale, regionale ed europeo. Considerando la crescente importanza che il settore delle energie rinnovabili sta avendo negli ultimi anni e l’elevata domanda di personale tecnico specializzato nel mercato del lavoro, soprattutto in termini di installazione e manutenzione, uno dei principali obiettivi del progetto NE(W)AVE è stato proprio quello di aiutare i partecipanti al corso di formazione ad incrementare le loro possibilità di impiego.

Per maggiori informazioni sul corso online del progetto NE(W)AVE, visitate il sito o scrivete a Simona Palumbo: simona.palumbo@cesie.org.

 

Sul progetto

NE(W)AVE è finanziato dal programma Erasmus+, Azione chiave 2, Partenariati Strategici – Formazione Professionale.

Il progetto  mira a creare, implementare e testare un modello di apprendimento comprensivo per i futuri professionisti nel settore delle energie rinnovabili.

Partner

Il consorzio del progetto riunisce 6 organizzazioni:

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto.

Visita il sito newaveproject.eu.

Seguici su Facebook.

Contatta Simona Palumbo: simona.palumbo@cesie.org.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!