INTERFACE: Il coaching per migliorare l’ambiente di vita delle comunità fragili

martedì 30 Ottobre 2018

Home / Adulti / INTERFACE: Il coaching per migliorare l’ambiente di vita delle comunità fragili

INTERFACE: Il coaching per migliorare l’ambiente di vita delle comunità fragili

Come superare le attuali sfide demografiche, economiche e sociali e migliorare l'ambiente di vita delle comunità fragili?

Il terzo meeting tra i partner di INTERFACE si è svolto a Palermo il 23 e 24 ottobre. Durante l'incontro i partner hanno presentato i risultati della prima attività del progetto la Competence Gap Analysis grazie alla quale abbiamo intervistato membri delle comunità interessate per comprendere quali sono i problemi più comuni e le abilità e le competenze necessarie per un leader o un professionista in un “comunità fragile".

Non sorprende che i problemi principali siano legati alla sfera economica e occupazionale, mentre ciò che non ha suscitato molta attenzione è stata la questione dell'innovazione nelle "comunità fragili". La discussione si è poi spostata sul tema principale dell'incontro: lo sviluppo del curriculum e l'implementazione dei workshop con gli allenatori.

Infatti, durante il progetto INTERFACE, ciascun partner implementerà un programma su misura per leader e professionisti in "comunità fragili". In questo curriculum, composto da 9 moduli, i partecipanti provenienti dalle comunità già identificate, apprenderanno nuovi approcci e metodologie al fine di aumentare la partecipazione e lo spirito imprenditoriale tra i cittadini di queste aree. Alla fine di questi moduli, il partecipante realizzerà un workshop nella propria comunità come test finale.

I partner hanno inoltre discusso della piattaforma INTERFACE utilizzata per gli allenatori e i facilitatori al fine di comunicare meglio e rendere possibili le comunicazioni tra i coach di diversi paesi. Infatti, esempi pratici e buone pratiche saranno condivisi per migliorare l'esperienza del partecipante al progetto INTERFACE.

Durante l'incontro, l'intero consorzio ha avuto anche la possibilità di visitare una delle "comunità fragili" identificate durante il progetto: Ballarò, un quartiere di Palermo dove vivono molte persone ai margini della società. Lì abbiamo incontrato un membro di SOS Ballarò, un'organizzazione che lavora nella comunità che promuove la partecipazione e il dialogo per risolvere problemi e migliorare la vita nell'area.

Sul progetto

INTERFACE è cofinanziato dal programma Erasmus+ KA2, Partenariati Strategici – Istruzione Adulti, e mira a sostenere la rinascita delle comunità fragili in Europa.

Partner

Il partenariato  del progetto INTERFACE si compone di 6 organizzazioni:

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto.

Contatta Emiliano Mungiovino, emiliano.mungiovino@cesie.org.

CESIE