Quale impatto ha il nostro stile di vita sul pianeta? 2030 is now!

venerdì 22 Ottobre 2021

Home / Adulti / Quale impatto ha il nostro stile di vita sul pianeta? 2030 is now!

Sostenibilità ed impronta ecologica: le nostre future professioniste dell’agroalimentare sono innanzitutto donne consapevoli e responsabili.

Sostenibilità di prodotto, sostenibilità di processo, scelte di consumo responsabili: sono tutti aspetti che, per il progetto InnovAgroWoMed, lavoratrici e lavoratori del settore agroalimentare devono tenere fortemente in considerazione.

Questa riflessione e consapevolezza non può che partire dall’analisi del proprio stile di vita.

Non me lo aspettavo” è stata una delle espressioni che più frequentemente ha accompagnato le partecipanti del percorso professionale una volta calcolata la loro impronta ecologica.

Di quanti pianeta Terra abbiamo bisogno per conservare l’attuale consumo di risorse naturali?

Possiamo scoprirlo calcolando proprio l’impronta ecologica che misura le aree biologiche produttive del pianeta necessarie per rigenerare le risorse consumate dall’uomo (M. Wackernagel, W. Rees, “Our Ecological Footprint: Reducing Human Impact on the Earth”, 1996).

Ecco alcuni degli strumenti disponibili online per calcolarla:

https://www.footprintcalculator.org/home/en

https://www.wwf.ch/it/vivere-sostenibile/calcolatore-dell-impronta-ecologica

Il tema della sostenibilità rappresenta infatti uno degli elementi cardine del percorso di formazione e si è ritenuto fondamentale dedicare inoltre ampio spazio all’Agenda 2030 con particolare riferimento agli obiettivi che mirano a raggiungere la sicurezza alimentare attraverso un’agricoltura sostenibile (obiettivo n.2 e n.12) e a proteggere l’ambiente e ripristinare un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre (obiettivo n.15).

Cos'è per voi la sostenibilità?

Le partecipanti hanno così potuto riflettere sull’impatto della filiera agroalimentare e su come sia possibile utilizzare moderne tecniche di produzione e trasformazione dei prodotti che siano efficienti e al tempo stesso rispettose dell’ambiente.

#2030isnow è per le nostre ragazze una consapevolezza e anche sulla base di questa accresciuta compresione del significato, il loro percorso di formazione continua.

Conoscenze sulle proprietà delle materie prime alimentari, certificazioni nel settore food e… molto altro ben presto in arrivo!

La nostra storia continua…

A proposito di InnovAgroWoMed

InnovAgroWoMed intende rafforzare l’occupazione femminile e la capacità di fare impresa nel settore agroalimentare, un’industria strettamente collegata all’identità della regione mediterranea e con un significativo potenziale ancora non sfruttato in termini di innovazione e crescita. È un progetto co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il programma ENI CBC MED.

Partner

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto e visita il sito web.

Contatta Letizia Portera: letizia.portera@cesie.org.

È finalmente uscita la nuova guida al programma Erasmus+ 2022!

È finalmente uscita la nuova guida al programma Erasmus+ 2022!

Il prossimo anno il programma Erasmus+ avrà un budget di quasi 3,9 miliardi di euro in più, per fornire opportunità legate a studio all’estero, tirocini, apprendistati, scambi di personale e progetti di cooperazione transfrontaliera in vari settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

Affrontando la questione “di genere”

Affrontando la questione “di genere”

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 2021, il CESIE vuole ribadire il suo impegno nella prevenzione e ripercorrere le attività svolte nel corso degli ultimi anni per educare all’uguaglianza di genere e combattere la violenza prima che si verifichi.

CESIE