Ciao a tutti, mi chiamo Mathilde.

Sono Francese, ho 19 anni e sto svolgendo il Servizio Volontariato Europeo a Palermo. Sono arrivata qui da 6 mesi per il progetto Culturopolis e mancano 3 mesi alla fine di questa esperienza.

Ho deciso di fare uno SVE per aiutare il più possibile la gente che ha bisogno: quando ho letto di questo progetto, ho capito che si trattava dell’opportunità perfetta per me. Volevo davvero Esser selezionata per un’esperienza in italia era ancora più importante dal momento che i miei nonni sono italiani.

All’inizio è stato difficile comunicare perché non conoscevo sufficientemente l’italiano o l’inglese, ma ero molto motivata ad imparare parlando le due lingue a lavoro.

Grazie al coordinamento delle attività del CESIE, ho lavorato in 3 centri.

Il primo si chiama Ubuntu, è un centro per bambini di diverse origini e età, riconosciuto anche come centro interculturale. Lì mi occupo dei bambini e insegno loro come fare squadra a secondo dell’età.

Lavoro anche in una mensa per la gente bisognosa, tra cui tantissimi migranti. Questo è uno dei motivi per cui sono venuta a Palermo: i migranti hanno bisogno di aiuto per integrarsi o solamente di qualcuno che li ascolti. Alla mensa aiuto a preparare il cibo, a servirlo e parlo con gli ospiti del centro.

L’ultimo centro in cui lavoro è la Fraternità, un centro per persone disabili. Ho chiesto di lavorare lì perché ci sono persone disabili da cui poter imparare tanto. Con loro si svolgono molte attività allo scopo di aumentare la loro indipendenza.

Dopo il lavoro – che è più un piacere, a dir la verità -, c’è la vita sociale. In Sicilia la gente è molta aperta e amichevole ed è facile fare amicizia. Passo il mio tempo con un gruppo di volontari e studenti Erasmus provenienti da tanti paesi, ed è molto interessante avere l’opportunità di conoscere meglio altre culture e lingue. C’è una grande solidarietà tra tutti. La cosa più divertente da fare tutti insieme è viaggiare per visitare la Sicilia e anche l’Italia. Vivo tutti giorni la Dolce Vita.

Grazie allo SVE si possono acquisire competenze inimmaginabili, conoscere meglio se stessi e avere più tempo per pensare al futuro. Si hanno tante opportunità per viaggiare e tempo libero per esplorare luoghi meravigliosi. È un’esperienza da vivere che cambia per sempre il modo di vedere la vita.