Argomento

Target

RAGAZZI HARRAGA – Processi di inclusione sociale per minori migranti non accompagnati nella città di Palermo

RAGAZZI HARRAGA – Processi di inclusione sociale per minori migranti non accompagnati nella città di Palermo

Topic: , , ,
Target: , ,

RAGAZZI HARRAGA – Processi di inclusione sociale per minori migranti non accompagnati nella città di Palermo

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Potenziare e innovare le modalità di presa in carico dei minori e giovani stranieri di età compresa tra 12 e 17 anni accolti nei centri di accoglienza di Palermo e in carico ai Servizi Socio Assistenziali del Comune
  • Migliorare la qualità di servizi e progettualità e più in generale di una accoglienza finalizzata all’integrazione sociale che vada oltre la risposta di bisogni primari, seppure necessari
  • Realizzare un modello di inclusione in ambito sociale, lavorativo e abitativo che tenga conto di potenzialità, interessi e aspettative dei minori migranti non accompagnati della città di Palermo e fondato su due pilastri: la promozione di una rete di soggetti inter-istituzionali e la definizione di percorsi individuali di inclusione

  • Mappatura delle organizzazioni interessate a offrire un’esperienza di volontariato
  • Realizzazione di focus group con i referenti delle prime organizzazioni coinvolte per un’analisi competenze e capacità richieste ai volontari da coinvolgere all’interno dei percorsi di volontariato
  • Sviluppo di una piattaforma per mapping, recruiting e matching tra organizzazioni e volontari
  • Offerta di percorsi di formazione per le organizzazioni ospitanti e i volontari sugli ambiti del progetto
  • Percorsi di assessment e riconoscimento delle competenze acquisite
  • Realizzazione di due eventi di sensibilizzazione della cittadinanza: il “Festival della partecipazione” e la campagna “Cittadini in movimento”

  • La ‘Struttura Harraga’: metà casa e metà ostello, che offre anche opportunità lavorative
  • Tirocini in azienda, accompagnati da un percorso di orientamento lavorativo più mirato, sia individuale che di gruppo
  • ‘Piattaforma Harraga’ per la condivisione, il monitoraggio e la tracciabilità dei percorsi di inclusione, condivisione di metodologie e definizione di strumenti per la valorizzazione delle competenze e per favorirne la continuità dei percorsi di inclusione e la formalizzazione e divulgazione dell’esperienza svolta

  • Coordinatore: CIAI – Centro Italiano Aiuti all’Infanzia Onlus
  • Comune di Palermo – Assessorato alla Cittadinanza Sociale
  • Associazione Santa Chiara
  • Cooperativa Libera…mente
  • CPIA Palermo 1
  • Libera Palermo
  • Nottedoro
  • SEND
  • CESIE

Segui il progetto IN AZIONE

Data realizzazione progetto: 13/03/2017 – 13/09/2019

Istituzione di riferimento: NEVER ALONE, per un domani possibile. Accoglienza e accompagnamento dei minori e giovani stranieri non accompagnati che arrivano in Italia soli [bando promosso da Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione con il Sud, Enel Cuore, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena] e sostenuto da Posteinsieme Onlus, Soliditas Social Innovation e Altran

Contatto: CESIE: tiziana.giordano@cesie.org

www.non6solo.it/ragazziharraga


I Giovani Parlano Con L’Europa

I Giovani Parlano Con L’Europa

Topic: , , ,
Target: , ,

I Giovani Parlano Con L’Europa

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Valorizzare culture e tradizioni del territorio e promuovere il dialogo tra identità culturali e religiose
  • Diffondere nuove tecnologie in ambiti occupazionali, sociali, culturali
  • Promuovere la cittadinanza europea e la conoscenza di opportunità e strumenti offerti dalla Comunità Europea
  • Avvicinare tra loro i giovani autoctoni e migranti, per condividere e scambiare esperienze, opinioni, valori, sulla cittadinanza
  • Contribuire al dialogo interculturale e valorizzare punti comuni e diversità dell’Europa, con un’attenzione particolare alla promozione del dialogo e dell’inclusione sociale dei giovani nella partecipazione all’attività politica
  • Sviluppare una piattaforma di condivisione per mettere in rete iniziative promosse da associazioni giovanili locali e organizzazioni europee per lo sviluppo della cittadinanza europea
  • Attivare “Sportelli Mobili” che forniscano ai giovani informazioni sulla piattaforma, sulle iniziative e le opportunità promosse dalla Comunità Europea
  • Incoraggiare la partecipazione attiva delle comunità migranti

  • Creazione piattaforma web sulla Cittadinanza Europea, dedicata alle iniziative giovanili locali, a quelle promosse dall’Unione Europea e dal progetto
  • Attivazione di due tipologie di “Sportelli Mobili”, dedicati ai giovani e alla popolazione migrante
  • Laboratorio sulla Cittadinanza Europea
  • Contest fotografico e di cortometraggi sulla promozione della Cittadinanza Europea
  • Azioni formative, lavori di gruppo, seminario sullo Status di cittadino dell’Unione Europea
  • Evento finale “Giornata dei Cittadini Europei”

  • Piattaforma web sulla cittadinanza europea
  • Fumetto sulla storia della cittadinanza europea
  • Mostra fotografica e video documentario sulla promozione della cittadinanza europea
  • Incontri strutturati con comunità migranti pere valorizzate le culture e le tradizioni

  • Coordinatore: C.S.F. Cooperazione Senza Frontiere
  • CESIE
  • ENGIM

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 08/02/2017 – 08/02/2019

Istituzione di riferimento: Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale

Contatto: CESIE: tiziana.giordano@cesie.org

www.non6solo.it/ragazziharraga


ARISE – Appetite for Enterprise

ARISE – Appetite for Enterprise

Topic: , , ,
Target: , ,

ARISE – Appetite for Enterprise

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Favorire la messa in rete, la conoscenza, la condivisione di esperienze di operatori sociali, formatori, mediatori interculturali e stakeholder per sostenere l’integrazione delle donne migranti e il loro accesso al mondo del lavoro nonché lo sviluppo di iniziative imprenditoriali
  • Promuovere le capacità imprenditoriali delle donne migranti attraverso lo sviluppo e la valorizzazione di conoscenze e competenze utili all’avvio di attività generatrici di reddito legate al cibo
  • Stimolare lo sviluppo e l’implementazione di idee imprenditoriali innovative economicamente sostenibili legate al cibo come mezzo per promuovere il mutuo apprendimento e l’interscambio tra la cultura delle donne migranti e quella delle comunità di accoglienza
  • Favorire il dialogo interculturale e la cultura delle comunità di accoglienza nei paesi partner per ridurre l’esclusione sociale dei migranti e contribuire a una loro migliore integrazione

  • Ricerca donne migranti su aspetti sociali, economici, esigenze di apprendimento, analisi del clima aziendale e presupposti per la creazione di imprese legate al cibo
  • Organizzazione di un corso di formazione internazionale per 18 lavoratori / formatori / mediatori sociali interculturali
  • Implementazione di 20 workshop locali per 12-15 donne migranti per Paese su: (i) sviluppo di softskill e competenze; (ii) formazione imprenditoriale, cultura imprenditoriale, educazione imprenditoriale; (iii) visite a imprese di migranti e incontri con imprenditori di successo
  • Eventi locali condotti dalle donne migranti coinvolte, compresa la creazione di video promozionali sulle idee di business sviluppate
  • Produzione di un kit di strumenti per la promozione di idee imprenditoriali innovative economicamente sostenibili e iniziative culturali legate al cibo, il toolkit “Appetite for Enterprise”

  • Rapporto di ricerca riguardante (i) Valutazione dei bisogni sociali, economici e di apprendimento delle donne migranti, (ii) Analisi del clima aziendale per la creazione di imprese legate al cibo per le donne migranti – sfide e opportunità
  • Focus group, workshop locali e Corso di formazione internazionale
  • Rete informale tra organizzazioni che si occupano di migranti, operatori sociali, formatori, mediatori interculturali, parti sociali, stakeholder, e imprenditori immigrati
  • Toolkit “Appetite For ENTERPRISE”

  • Coordinatore: CESIE (Italia)
  • Four Elements (Grecia)
  • Verein Niedersächsischer Bildungsinitiativen e.V. (Germania)
  • Elan Interculturel (Francia)
  • Verein Multikulturell (Austria)
  • Folkuniversitetet, Stiftelsen kursverksamheten vid Uppsala Universitet (Svezia)

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 01/02/2017 – 31/01/2019

DG di riferimento:  DG Home Affairs – Asylum, Migration and Integration Fund (AMIF), Priorità 1: favorire l’integrazione delle donne migranti

Contatto: CESIE: stefania.zanna@cesie.org


PAPYRUS – Professional Action and Practice for Youth Refugees and Asylum Seekers

PAPYRUS – Professional Action and Practice for Youth Refugees and Asylum Seekers

Topic: , ,
Target: ,

PAPYRUS – Professional Action and Practice for Youth Refugees and Asylum Seekers

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Migliorare gli standard del lavoro giovanile nell’approcciarsi con migranti e rifugiati
  • Sollevare e sostenere il lavoro qualitativo dei giovani in Europa favorendo strategie per combattere la segregazione e la discriminazione dei giovani esiliati
  • Creare una metodologia inclusiva che produca dei sistemi di apprendimento innovativo aperto e di opportunità di lavoro in rete, disponibili su una piattaforma web dedicata
  • Innovare attraverso il consolidamento delle conoscenze e delle competenze nel lavorare con giovani vulnerabili

  • Raccolta tra operatori giovanili di casi di studio di contesto interattivi
  • Offerte formative innovative, in presenza e virtuale, per generare reti alla-pari che diano spazio al massimo numero di operatori giovanili (tutti i tipi e di tutti i settori in Europa) per condividere e imparare su come lavorare con i rifugiati
  • Creazione di un modello metodologico per la co-produzione di risorse aperte incentrate sulle buone pratiche del lavoro giovanile in Europa, e fornire un quadro di riferimento per i progetti futuri in questo settore
  • Creazione di strumenti innovativi per operatori giovanili aspiranti e/o già in-servizio, per migliorare le loro capacità di fornire un servizio di alta qualità ai giovani

  • Report sull’analisi comparativa di buone pratiche sul lavoro giovanile con rifugiati;
  • Moduli di formazione in diverse lingue:
    1. Comprendere la multiculturalità e lavorare in ambienti multiculturali con giovani rifugiati;
    2. Inclusione sociale di famiglie di rifugiati e giovani;
    3. Empowerment socioeconomico di giovani rifugiati;
    4. Fornire supporto psicologico ai giovani rifugiati;
    5. Prevenzione degli abusi e tutela dei giovani rifugiati e dei richiedenti asilo.
  • Sito web interattivo e aperto al pubblico e database con le buone pratiche sul lavoro giovanile con giovani rifugiati
  • Dialogo con diversi stakeholder: strumenti per il lavoro giovanile e supporto ai rifugiati e ai richiedenti asilo

  • Coordinatore: The Manchester Metropolitan University (Regno Unito)
  • TUAS – Turku University of Applied Sciences Ltd. (Finlandia)
  • Kopin – Koperazzjoni Internazzjonali (Malta)
  • WEBIN – Western Balkans Institute Udruzenje (Serbia)
  • CESIE (Italia)

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 01/01/2017 – 31/12/2018

DG di riferimento: DG EAC, Educazione e Formazione, Erasmus+ Azione Chiave 2: Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Partenariati strategici nel settore della gioventù

Contatto:

CESIE: daria.labarbera@cesie.org


MATCH – Enhance social inclusion and equal opportunities

MATCH – Enhance social inclusion and equal opportunities

Topic: , , ,
Target: , ,

MATCH – Enhance social inclusion and equal opportunities

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Rafforzare l’idea dello sport come strumento per l’inclusione sociale ed accrescere la consapevolezza sulle sue potenzialità
  • Incoraggiare una maggiore partecipazione di rifugiati e giovani locali alle attività sportive al fine di creare un dialogo costruttivo tra gruppi sociali diversi
  • Formare operatori giovanili e istruttori sportivi affinché sviluppino una maggiore consapevolezza e competenze adeguate per l’utilizzo dello sport come strumento pedagogico per promuovere l’inclusione sociale di gruppi “vulnerabili”
  • Offrire opportunità di apprendimento (diventare coach) a giovani sportivi sia della comunità locale, sia di origine straniera, che vorrebbero migliorare il loro livello di inclusione sociale ed accrescere le proprie opportunità di lavoro
  • Promuovere la (ri)scoperta e l’uso di spazi pubblici per la pratica dello sport popolare

  • Istruttori sportivi ed operatori giovanili prenderanno parte al Corso di Formazione Internazionale e, in una fase successiva del progetto, amplieranno il loro set di strumenti nell’ambito pedagogico e nell’ambito delle attività sportive
  • Rifugiati, richiedenti asilo e giovani svantaggiati, impegnati come coach, avranno un’importante opportunità di apprendimento, a livello locale ed europeo
  • Attività educative e sportive (tornei per 4 mesi) indirizzati a bambini, adolescenti, giovani della comunità locale ed immigrati
  • Attività sportive e realizzazione di Festival dello Sport Popolare nei sei Paesi partner

  • MATCH Corso di Formazione Internazionale sullo “Sport Inclusivo”
  • MATCH Corsi di formazione Locali “Coaching Sportivo ed inclusione sociale”
  • Produzione del manuale pedagogico “Sport ed animazione giovanile”
  • Riqualifica spazi pubblici per lo sport e avvio della campagna “Sport di base nello spazio pubblico”
  • Visite studio a Palermo per rifugiati, richiedenti asilo e giovani svantaggiati
  • Festival Sportivo Antirazzista locale

  • Coordinatore: CESIE (Italia)
  • HANDALA (Italy)
  • FASTO University Of Sarajevo (Bosnia and Herzegovina)
  • EURICON (The Netherlands)
  • FOOTURA – Union for Development of Sports and Sport Culture (Bulgaria)
  • Greek Forum Refugees (Greece)
  • Club Natacio Banyoles (Spain)

Segui il progetto IN AZIONE

Data di realizzazione progetto: 01/01/2017 – 31/12/2018

DG di riferimento: DG EAC, Education and Training, Erasmus+ Sport: Support to Collaborative Partnerships

Contatto: CESIE: giuseppe.lafarina@cesie.org


EUROPE – Ensuring Unity and Respect as Outcomes for the People of Europe

EUROPE – Ensuring Unity and Respect as Outcomes for the People of Europe

Topic: , , ,
Target: , ,

EUROPE – Ensuring Unity and Respect as Outcomes for the People of Europe

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Promuovere l’inclusione sociale, la tolleranza, la non discriminazione e gli altri fattori che prevengono la violenza nelle scuole attraverso il Quiet Time, un approccio innovativo che utilizza tecniche di Meditazione Trascendentale
  • Adattare e trasferire le buone prassi sperimentate in 3 Paesi (Paesi Bassi, Svezia e Portogallo), individuando scuole frequentate da studenti che appartengono a minoranze, da giovani socialmente svantaggiati e immigrati
  • Favorire il ruolo dell’istruzione nella prevenzione del bullismo e del radicalismo, promuovendo la comprensione interculturale, la coesione sociale e il rispetto reciproco

  • Analisi dello Status Quo, il metodo Quiet Time e la preparazione del partenariato per l’applicazione del metodo
  • Implementazione del programma Quiet Time nelle scuole in un contesto Europeo
  • Visita di studio nelle due scuole, in Inghilterra e nei Paesi Bassi, dove i partner hanno già sperimentato le buone prassi, con il coinvolgimento delle autorità didattiche che sostengono il progetto, del personale scolastico e degli studenti

  • Articoli scientifici pubblicati in giornali specializzati e siti web, presentati in convegni e seminari
  • Manuale delle buone prassi e piano di azione a sostegno dei policy makers nell’implementazione del Quiet Time in altri contesti
  • Creazione di altre strutture di supporto, tra cui un Centro Europeo di Esperti nell’implementazione del Quiet Time

  • Coordinatore: Fondazione Hallgarten Franchetti – Centro Studi Villa Montesca (Italia)
  • Stichting Hogeschool Utrecht [Utrecht University of Applied Sciences] (Paesi Bassi)
  • Universidade do Algarve (Portogallo)
  • Agrupamento de Escolas João de Deus [Teacher Training Centre] (Portogallo)
  • Maharishi School Trust Limited (Regno Unito)
  • Stichting Maharishi Onderwijs Nederland (Paesi Bassi)
  • Maharishi Foundation England (Regno Unito)
  • APEJAA – Associação de Pais e Encarregados de Educação da Escola João Afonso De Aveiro (Portogallo)
  • Cooperativa Cultural Ciencia Tecnologia Vedica Maharishi, CCCT (Portogallo)
  • MIKI – SVERIGE [Maharishi Institut for Kreativ Intelligen] (Svezia)
  • Stichting Maharishi Vedisch Instituut (Svezia)
  • CESIE (Italia)

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 31/12/2016 – 30/12/2018

DG di riferimento: DG EAC, Erasmus+ Key Action 3 – Initiatives for policy innovation – Social inclusion through education, training and youth

Contatto: CESIE: gregorio.sambataro@cesie.org

http://www.europe-project.org/