Argomento

Target

MENS – Mental European Network of Sport events

MENS – Mental European Network of Sport events

Topic: , , ,
Target: , ,

MENS – Mental European Network of Sport events

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Sviluppare un approccio documentato e concreto della pratica sportiva nel trattamento di disagi mentali
  • Creazione Rete Europea che miri a mettere in collegamento Salute Mentale e Sport
  • Sviluppare campagna di consapevolezza che possa stimolare l’opinione pubblica e nel contempo sviluppare
    delle procedure applicabili in ambito europeo, che contribuiscano alla prevenzione, terapia e riabilitazione dei
    pazienti con disabilità mentale attraverso lo sport

  • Attività di ricerca per attenzionare politiche nazionali e buone pratiche della riabilitazione dei pazienti con disabilità mentale attraverso lo sport
  • Creazione di modelli per eventi sportivi a livello locale e nazionale che coinvolgano persone con disagi mentali nell’ambito dell’evento “Sports for All”
  • Analisi dei lavori di documentazione politica per critiche in ambito scientifico sul potenziale dello sport nella riabilitazione della salute mentale

  • MENS Campagna di sensibilizzazione a livello europeo volta a sviluppare un quadro definito per il rapporto tra sport e il salute mentale
  • Creazione Rete MENS “Mental European Network of Sport events” e relativa Conferenza di lancio Europea

  • Coordinatore: EDRA – The “Social Cooperative Action for Vulnerable Groups” (Grecia)
  • National and Kapodistrian University of Athens – School of Physical Education and Sport Science (Grecia)
  • KENT University School of Physical Sciences (Regno Unito)
  • COSS Marche (Italia) * Fundacion Intras (Spagna)
  • EUFAMI European Network (Belgio)
  • Sporium Spor Kulübü – Golbasi Sporium Spor Kulübü ve Dernegi (Turchia)
  • Asociacija Aukstelkes Specialiosios Olimpiados Klubas – ASOK Asociacija “aukstelkesok” (Lituania)
  • Ozara Zavod Maribor (Slovenia)
  • Rijeka Disability Sports Association (Croazia)
  • Villa Montesca (Italia)
  • ANARP (Portogallo)
  • First Fortnight (Irlanda)
  • MEH Merseyside Expanding Horizons LTD (Regno Unito)
  • Municipality of Galatsi (Grecia)
  • FOKUS Sdružení pro péči o duš.nemocné (Republica Ceca)
  • CESIE (Italia)

Segui il progetto IN AZIONE

Data di realizzazione progetto: 01/01/2017 – 30/06/2018

DG di riferimento: DG EAC, Education and Training, Erasmus+ Sport: Support to Collaborative Partnerships

Contatto:

CESIE: stefania.giambelluca@cesie.org


JUST SPORT – Faith against doping on grassroots level

JUST SPORT – Faith against doping on grassroots level

Topic: , , ,
Target: ,

JUST SPORT – Faith against doping on grassroots level

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Sensibilizzare i giovani non-agonisti dei centri sportivi e principianti impegnati in altri sport ricreativi sulle conseguenze negative causate dall’uso di integratori con additivi dannosi
  • Accrescere la consapevolezza sui rischi legati all’assunzione di sostanze dopanti e sulle conseguenze negative per la salute
  • Fornire una formazione volta a scoraggiare l’utilizzo delle sostanze dopanti, e programmi di prevenzione volti a promuovere i valori fondamentali alla base delle attività ricreative, e informare i giovani sulle conseguenze morali, giuridiche e sanitarie delle attività ricreative

  • Individuazione dei bisogni: Sondaggio e analisi di documentazione esistenti sull’antidoping
  • Sviluppo del modulo formativo antidoping ad hoc per istruttori nei centri sportivi: informazioni generali sul doping, quali sono le sostanze e i metodi proibiti, conseguenze del doping, dieta adeguata; doping come fenomeno sociale; l’intensità dell’allenamento
  • Attuazione di attività per lo sviluppo delle capacità in tutti paesi partner del progetto
  • Partecipazione ad attività ricreative di prevenzione all’utilizzo di sostanze dopanti, promuovendo mezzi salutari per raggiungere obiettivi salutari attraverso coordinamento e consultazioni a lungo termine con istruttori di fitness adeguatamente formati

  • Analisi di bisogni e Process Report JUST SPORT
  • Evento JUST SPORT di cinque giorni in tutti paesi partner del progetto: [tre giorni] Sessioni di lavoro per istruttori di fitness volte all’implementazione del nuovo modulo di formazione antidoping. [due giorni] Tavoli tematici per non-agonisti nei centri sportivi, proprietari dei centri fitness, personalità politiche (enti locali e nazionali competenti), altre associazioni sportive e il pubblico
  • Linee guida per future attività che promuovano uno stile di vita sano attraverso l’antidoping e un’alimentazione salutare
  • Applicazione mobile JUST SPORT per mappare centri fitness salutari ed esperti di fitness

  • Coordinatore: Rijeka Sport’s Association (Croazia)
  • SLOADO (Slovenia)
  • Bulgarian Sports Development Association (Bulgaria)
  • Municipio de Mirandela (Portogallo)
  • Vasterbottens Idrottsforbund – Swedish Sports Confederation (Svezia)
  • CESIE (Italia)

Follow the project IN ACTION

Data di realizzazione progetto: 01/01/2017 – 30/06/2018

DG di riferimento: DG EAC, Education and Training, Erasmus+ Sport: Support to Collaborative Partnerships

Contatto: CESIE: simone.indovina@cesie.org


EUROPE – Ensuring Unity and Respect as Outcomes for the People of Europe

EUROPE – Ensuring Unity and Respect as Outcomes for the People of Europe

Topic: , , ,
Target: , ,

EUROPE – Ensuring Unity and Respect as Outcomes for the People of Europe

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Promuovere l’inclusione sociale, la tolleranza, la non discriminazione e gli altri fattori che prevengono la violenza nelle scuole attraverso il Quiet Time, un approccio innovativo che utilizza tecniche di Meditazione Trascendentale
  • Adattare e trasferire le buone prassi sperimentate in 3 Paesi (Paesi Bassi, Svezia e Portogallo), individuando scuole frequentate da studenti che appartengono a minoranze, da giovani socialmente svantaggiati e immigrati
  • Favorire il ruolo dell’istruzione nella prevenzione del bullismo e del radicalismo, promuovendo la comprensione interculturale, la coesione sociale e il rispetto reciproco

  • Analisi dello Status Quo, il metodo Quiet Time e la preparazione del partenariato per l’applicazione del metodo
  • Implementazione del programma Quiet Time nelle scuole in un contesto Europeo
  • Visita di studio nelle due scuole, in Inghilterra e nei Paesi Bassi, dove i partner hanno già sperimentato le buone prassi, con il coinvolgimento delle autorità didattiche che sostengono il progetto, del personale scolastico e degli studenti

  • Articoli scientifici pubblicati in giornali specializzati e siti web, presentati in convegni e seminari
  • Manuale delle buone prassi e piano di azione a sostegno dei policy makers nell’implementazione del Quiet Time in altri contesti
  • Creazione di altre strutture di supporto, tra cui un Centro Europeo di Esperti nell’implementazione del Quiet Time

  • Coordinatore: Fondazione Hallgarten Franchetti – Centro Studi Villa Montesca (Italia)
  • Stichting Hogeschool Utrecht [Utrecht University of Applied Sciences] (Paesi Bassi)
  • Universidade do Algarve (Portogallo)
  • Agrupamento de Escolas João de Deus [Teacher Training Centre] (Portogallo)
  • Maharishi School Trust Limited (Regno Unito)
  • Stichting Maharishi Onderwijs Nederland (Paesi Bassi)
  • Maharishi Foundation England (Regno Unito)
  • APEJAA – Associação de Pais e Encarregados de Educação da Escola João Afonso De Aveiro (Portogallo)
  • Cooperativa Cultural Ciencia Tecnologia Vedica Maharishi, CCCT (Portogallo)
  • MIKI – SVERIGE [Maharishi Institut for Kreativ Intelligen] (Svezia)
  • Stichting Maharishi Vedisch Instituut (Svezia)
  • CESIE (Italia)

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 31/12/2016 – 30/12/2018

DG di riferimento: DG EAC, Erasmus+ Key Action 3 – Initiatives for policy innovation – Social inclusion through education, training and youth

Contatto: CESIE: gregorio.sambataro@cesie.org

http://www.europe-project.org/


A.T.H.E.N.A. – Addressing Training to SPOC as Hub of a European Network of law enforcement Agencies

A.T.H.E.N.A. – Addressing Training to SPOC as Hub of a European Network of law enforcement Agencies

Topic: , ,
Target:

A.T.H.E.N.A. – Addressing Training to SPOC as Hub of a European Network of law enforcement Agencies

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnersInfo & contatti

  • Offrire una formazione completa sui diversi canali di comunicazione di polizia dell’UE e dei meccanismi comunitari di scambio di informazioni e strumenti
  • Scambiare buone pratiche circa il funzionamento dei singoli punti di contatto operativo (SPOC), e/o stabilire un formato dei contatti regolari dei capi e del personale SPOC, concentrandosi sulle esigenze e le attività di formazione
  • Identificare i requisiti del flusso di lavoro comuni per gli SPOC negli Stati membri e sviluppare di linee guida come base della formazione per personale SPOC

  • Sviluppo di un efficace coordinamento della formazione sullo scambio di informazioni di polizia per il personale SPOC e rilevanti stakeholders
  • Attuazione di campagne di sensibilizzazione sulle attività SPOC
  • Promozione di una cultura comune dell’ applicazione della legge e la creazione di una rete proattiva consolidata dei capi e del personale SPOC
  • Creazione di un archivio di buone pratiche in materia di formazione sullo scambio di informazioni UE sull’applicazione della legge, tenendo conto dei rispettivi curricula e dei risultati delle iniziative correlate esistenti
  • Creazione di una Rete europea di capi e personale SPOC

  • Manuale nazionale di qualità per la cooperazione internazionale di polizia
  • Piattaforma di formazione SPOC (di moduli di apprendimento, webinars, sostegno educatori)
  • SPOC Roadshow, seminari locali per la raccolta d’interesse per le attività SPOC a favore degli ufficiali di campo
  • Visite di studio tra paesi associati UE e l’UE, workshop sui risultati delle visite di studio, incontri per la discussione riguardante gli strumenti di formazione SPOC proposti, strategia di formazione – moduli inclusi

  • Coordinatore: Ministero dell’Interno – Direzione Centrale della Polizia Criminale – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (Scip) (Italia)
  • State Police Latvia (Lettonia)
  • General Inspectorate of Romanian Police (Romania)
  • The Malta Police Force (Malta)
  • Ministry of Interior – International Operational Cooperation (Bulgaria)
  • Ministry of Interior – Deputy State Secretariat for EU and International Relations (Ungheria)
  • Belgian Federal Police (Belgio)
  • Southeast European Law Enforcement Center – SELEC (Romania)
  • CESIE (Italia)

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 01/11/2016    30/04/2019

DG di riferimento: DG HOME, Fondo Sicurezza interna – Polizia, Formazione per l’applicazione della legge [HOME/2015/ISFP/AG/LETX]

Contatto: CESIE athena@cesie.org


CONVEY – Combattere la violenza e le molestie sessuali: coinvolgere i giovani nelle scuole nell’educazione digitale sugli stereotipi di genere

CONVEY – Combattere la violenza e le molestie sessuali: coinvolgere i giovani nelle scuole nell’educazione digitale sugli stereotipi di genere

Topic: , , ,
Target: , ,

CONVEY – Combattere la violenza e le molestie sessuali: coinvolgere i giovani nelle scuole nell’educazione digitale sugli stereotipi di genere

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Sviluppare approcci di educazione alla pari e alla presa di consapevolezza rispetto la violenza sessuale e le molestie contro le donne, formando i giovani sugli effetti degli stereotipi di genere e della sessualizzazione nei media digitali
  • Educare e contribuire al cambiamento comportamentale dei giovani nel campo della violenza sessuale, delle molestie e degli stereotipi di genere sviluppando un gioco educativo di simulazione e un programma pilota creativo su eguaglianza di genere, educazione sessuale ed alfabetizzazione digitale critica sui media
  • Incoraggiare il rispetto dei diritti e della dignità delle donne nelle scuole attraverso un programma di formazione per gli insegnanti circa la prevenzione degli stereotipi di genere e sulla sessualizzazione nella società digitale

  • Coinvolgimento di giovani tra i 14 e i 18 anni come consulenti alla pari per fornire input e feedback per lo sviluppo del gioco di simulazione online CONVEY
  • Creazione di un gruppo di consulenza di esperti adulti che integri conoscenza ed esperienze professionali esterne durante l’attuazione delle attività progettuali
  • Creazione di un gioco di simulazione online (e materiale formativo correlato) come strumento educativo per la presa di consapevolezza e la prevenzione contro la violenza e le molestie sessuali
  • Organizzazione di workshop per insegnanti ed educatori per fornire conoscenze e strumenti per garantire formatori capaci di approcci innovativi sulle questioni trattate dal progetto
  • Sviluppo di una campagna contro la violenza e le molestie sessuali 

  • Video testimonianze sulle conseguenze delle molestie e delle violenze sessuali vissute da donne e ragazze
  • Gioco CONVEY di simulazione e manuale d’applicazione
  • Programma Pilota CONVEY: workshop e kit di formazione per insegnanti; workshop locali con i giovani
  • Raccomandazioni sulla linea politica rivolte soprattutto a stakeholder chiave in ambito educativo
  • Rapporto di ricerca sugli effetti di CONVEY sul cambiamento comportamentale dei giovani coinvolti
  • Seminari locali e conferenza transnazionale finale
  • Campagna CONVEY di Consapevolezza Sociale contro la violenza sessuale e le molestie

  • Coordinatore: CESIE (Italia)
  • Gender Alternatives Foundation (Bulgaria)
  • “Hope For Children” UNCRC Policy Center (Cipro)
  • The Smile of the Child (Grecia)
  • Sexual Violence Centre Cork (Irlanda)
  • Westminster City Council (Regno Unito)

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 01/09/2016 – 28/02/2019

DG di riferimento: DG JUST – Diritti, uguaglianza e cittadinanza (2014-2020) – progetti transnazionali per combattere le molestie sessuali e la violenza sessuale nei confronti delle donne e delle ragazze

Contatto: CESIE: noemi.deluca@cesie.org

www.conveyproject.eu


JudEx+ – Towards a child friendly justice in cases of sexual violence against children

JudEx+ – Towards a child friendly justice in cases of sexual violence against children

Topic: , , ,
Target: , ,

JudEx+ – Towards a child friendly justice in cases of sexual violence against children

ObiettiviAttivitàRisultatiPartnerInfo & contatti

  • Promuovere l’articolo 12 della Convenzione ONU sui Diritti dell’infanzia [UNCRC] e la Convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali, in relazione al diritto a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, sia a casa, nella vita generale della comunità, a scuola o in singoli aspetti giuridici e amministrativi nei casi di violenza sessuale
  • Migliorare la posizione e l’esperienza del bambino quando entra nel sistema giudiziario in casi di violenza sessuale contro il minore
  • Migliorare le competenze dei professionisti coinvolti nel rappresentare i bambini in un procedimento giudiziario attraverso corsi di formazione che tengano in considerazione i diritti dei minori, le loro esigenze di sviluppo, e lo sfondo sociale nei paesi in cui la Convenzione di Lanzarote è stata recentemente ratificata

  • Ricerca sulle procedure giudiziarie nei casi di violenza sessuale contro i bambini, specifiche per Paese
  • Ricerca sulla prospettiva del bambino in procedure giudiziarie nei casi di violenza sessuale
  • Svolgimento di Focus Group con gli Stakeholder
  • Revisione dei programmi di formazione esistenti e sviluppo di curriculum e metodologia multidisciplinare
  • Test pilota con esperti in materia di infanzia (questioni di violenza sessuale contro i bambini)
  • Creazione Banca dati nazionale delle “parti interessate” alla tutela dei bambini
  • Pubblicazione del manuale Giustizia transnazionale e diritti dei bambini

  • Procedure Giudiziarie in Casi di Violenza Sessuale contro i Bambini: L’esperienza del Bambino – Italia
  • Mappatura completa delle buone pratiche nei paesi partner e l’utilizzo del GPMap per i casi futuri di violenza sessuale nei confronti dei bambini
  • Sensibilizzazione trasversale e cooperazione multilivello tra enti governativi, settore privato, società civile
  • Formazione per professionisti qualificati in grado di riconoscere i diritti dei bambini nel corso dei procedimenti giudiziari
  • Metodologia attenta ai bisogni dei bambini e prassi giudiziarie nei casi di violenza sessuale contro minori
  • Difesa dell’attuazione della Convenzione di Lanzarote

  • Coordinator: Hfc “Hope For Children” UNCRC Policy Center (Cipro)
  • Frederick University (Cyprus)
  • Rinova (Regno Unito)
  • Know and Can Association (Bulgaria)
  • Folkuniversitetet (Svezia)
  • University of Primorska (Slovenia)
  • CESIE (Italia)

Segui il progetto IN AZIONE

Date di realizzazione progetto: 01/10/2015 – 01/10/2017

DG di riferimento: DG JUST – Diritti, uguaglianza e cittadinanza (2014-2020) – Progetti per lo sviluppo delle capacità dei professionisti dei sistemi di protezione dei minori e dei professionisti legali che rappresentano i bambini nei procedimenti giudiziari

Contatto: CESIE: noemi.deluca@cesie.org

www.judex.azurewebsites.net