Call per volontari europei – EurAsiAmerica

Sono aperte le candidature per Eurasia America, un progetto di Servizio Volontario Europeo di sei mesi in Cina e in Perù.

Sei un/a giovane tra i 18 e i 30 anni e hai voglia di metterti in gioco nel campo dello sviluppo sostenibile e nel campo educativo con i bambini e nel potenziamento delle risorse umane delle comunità rurali? Questa è l’occasione da cogliere al volo!

Il progetto EurAsiaAmerica è un Servizio Volontario Europeo che coinvolge quattro organizzazioni e, come si evince dal titolo, anche tre continenti: Pistes Solidaires, Francia- CESIE, Italia- Enfants des Andes, Peru- Cango, China.

Pistes solidaires è l’organizzazione coordinatrice.

Stiamo cercando:

  • 2 volontari per la Cina con partenza a Novembre 2012
  • 2 volontari per il Perù con partenza a Maggio 2013
  • 2 volontari per la Cina con partenza a Maggio 2013

Per ognuno dei 6 volontari il periodo previsto è sei mesi.

Per saperne di più…


Servizio Volontario Europeo a Lousa

Cerchi spazio per mettere in pratica le tue idee e i tuoi progetti? Cerchi un progetto che ti permetta di sviluppare un forte spirito di gruppo con altri giovani come te, provenienti da 5 paesi europei?

Il servizio volontario europeo a Lousa (Portogallo) è quello che stavi cercando.

BLOOM – Associação Sócio-Cultural è un’organizzazione senza fini di lucro fondata nel marzo 2008 con sede a Lousã. BLOOM lavora in diverse regioni del Portogallo, soprattutto in campagna.

L’obbiettivo del progetto che dura 9 mesi è supportare, consultare, sviluppare e realizzare progetti sociali, culturali ed educative a dimensione nazionale e internazionale, per potenziare le iniziative e organizzazioni, nella comunità locale, rivolto principalmente ai giovani.

Per saperne di più…


URA – You are able

0.Vuoi imparare di più sui paesi e le culture europee? Vuoi confrontarti sulla tematica del volontariato con numerosi partecipanti stranieri?

Nel cuore dell’Asia centrale, a Gyurmi (Armenia), alle pendici del Caucaso si incontrano partecipanti provenienti da 13 paesi europei: Bielorussia, Danimarca, Estonia, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Moldavia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Turchia e Ucraina.

Tanti paesi e culture riunite per parlare ed imparare l’un dell’altro sull’importanza del volontariato, nelle diverse società coinvolte e sulle potenzialità che il volontario può sviluppare in ambito lavorativo.

I partecipanti di questo corso di formazione porteranno con sé l’esperienza del proprio paese sul volontariato, unite alla propria esperienza personale, e inoltre avranno l’occasione di rappresentare un aspetto particolare della propria cultura (attraverso il cibo, la musica, la danza etc.)

Per saperne di più…


City Face

Vuoi incontrare diversi ragazzi e ragazze provenienti da diversi paesi europei ? Vuoi conoscere culture diverse dalla tua?

L’appuntamento è a Berlino! Il cuore pulsante della creatività e l’officina dei nuovi trend e movimenti culturali di giovani e meno giovani. In questa cornice lo scambio giovanile City Face favorirà la partecipazione di ragazzi che vogliono condividere le proprie esperienze, conoscere nuove culture e far conoscere la propria.

Questo progetto è stato preceduto da precedenti progetti a Berlino ed in altre città europee, di cui potete vedere delle foto, commenti e posthttp://www.citycontact.eu/

Lo scambio è preceduto da un incontro preparatorio dal 24 al 26 agosto 2012, al quale parteciperà un rappresentante per ogni partner, il group leader è stato già selezionato.

Lo scambio avrà luogo dall’1 al 10 ottobre 2012.

Per saperne di più…


Youth ambassadors for Democracy and Inclusion

youth_ambassadorsCipro per la sua storia recente è uno di quei paesi che ha dovuto fare i conti con una divisione interna e adottare politiche di inclusione sociale dirette alle nuove generazioni, in modo da arginare i conflitti sociali e etnici.

Il progetto “Youth ambassadors for Democracy and Inclusion” si prefigge di aprire la strada a nuovi volontari o operatori sociali in attività volte alla promozione dell’inclusione sociale. Cerchiamo giovani ragazze e ragazzi coinvolti in attività sociali o che vorrebbero intraprendere un’esperienza lavorativa o di volontariato in questo campo.

Le principali tematiche che verranno trattate sono la partecipazione attiva dei giovani, la cittadinanza europea e l’inclusione sociale, conoscenza sulle istituzioni democratiche e sulla società civile.

Per saperne di più…


Colours of hope

Come prevenire e reagire di fronte alle catastrofi?

Quale ruolo possono assumere le Ngo in caso di emergenza a causa di disastri naturali?

Quali sono le risorse naturali da poter sfruttare per costruirsi un rifugio di emergenza?

Questi vari aspetti verranno trattati da giovani ed adulti nella provincia di Van a Ercis, in Turchia, dal 2-9 settembre 2012,in un contesto di condivisione.

Attraverso workshop di musica, di teatro, di artigianato, i partecipanti impareranno come sia possibile rispondere ad emergenze causate da catastrofi naturali, confrontandosi anche con persone che hanno vissuto tale esperienza.

Per saperne di più…


Cultural Diversity in Art

Cultural Diversity in ArtVuoi conoscere giovani della Spagna, Romania, Turchia e Bulgaria?

40 giovani si incontreranno ad Ankara, capitale della Turchia dal 7 al 14 ottobre, per conoscere l’arte e la cultura dei 5 paesi partecipanti.

Come? Mettendo in pratica diverse forme d’arte!

Attività di fotografia, musica e teatro saranno strumenti per conoscersi, per facilitare il dialogo culturale e per sentirsi parte integrante della stessa opera. Infatti, insieme idealizzeranno una performance teatrale, da mostrare in pubblico e nel sito web del progetto.

Per maggiori informazioni sul progetto e sul programma non esitate a contattare scambiculturali@cesie.org.

Per saperne di più…


 

Mobility Diaries

Voci dal mondo – Nepal

In che misura un volontario, nato e cresciuto in un ricco paese europeo, può imparare e migliorarsi vivendo e lavorando per un periodo in un paese come il Nepal?

Di solito, un’esperienza di questo tipo viene definita come “esperienza di vita”: termine generalissimo che contraddistingue tutto ciò che è altro rispetto a quello che, nella mentalità occidentale, rappresenta l’ambito della formazione o del lavoro. Nel mio caso specifico, sei mesi di “vita” a Kathmandu non possono essere considerati né formazione né esperienza lavorativa. Molti in occidente sono convinti che, in fondo, ciò che il Nepal può offrire è soltanto una “brutta copia” di quello che veramente è civile, moderno, avanzato, sviluppato, ecc. Conoscenze, usi e costumi, metodi, metodologie e tecniche che in Nepal vengono impiegate sono essenzialmente antiquate e troppo poco efficaci per poter avere una qualche utilità o efficacia se estrapolate dal loro contesto e inserite in un ambiente cosiddetto “sviluppato”.

Per saperne di più…


Voci dal mondo – Senegal

Vivo in una città che si chiama Sédhiou, sud del Senegal, Casamance.L’etnia dominante qui è quella mandinga, la più legata alle proprie tradizioni e, necessario dirlo, la più maschilista del Senegal. Le donne qui lavorano sempre: nelle risaie, nei campi, a casa, dappertutto. Non le vedo mai sedute sotto agli alberi di mango a preparare il tè e a guardare la gente che passa.
Se un uomo ha il bicchiere a tre metri di distanza da sé non si alza ma chiede alla sorella, alla quale sto insegnando un gioco a carte, di mollare tutto e portargli il bicchiere e lei lo fa senza fiatare.

In questo posto mi capita di sentire un ragazzo di vent’anni dire che uomini e donne non sono uguali, che se picchia sua sorella perché usa abiti succinti non significa usarle violenza ma
“correggerla”, credo intendesse dire “educarla”. Questo ragazzo l’ho incontrato ad una formazione di Amnesty International il cui tema era la lotta alla violenza sulle donne. La cosa più bizzarra è che il suo intervento non ha suscitato quasi la minima reazione da parte dei responsabili della formazione. Non posso immaginare cosa pensi veramente questo ragazzo.

Per saperne di più…