OPPORTUNITA’ DI MOBILITA’ E FORMAZIONE

Forum dei Giovani: candidature aperte per 3 partecipanti

EuropeforCitizensIl CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo ha aperto le candidature per 3 giovani, di età compresa tra 18 e 30 anni, per il progetto Newtwin – Forum for Innovation of Town Twinning (European Commission, Programma “Europe for Citizens” – Action 1.2.2).

Newtwin mira a promuovere ed innovare il concetto di “Town Twinning”, il gemellaggio tra Comuni, grazie alla creazione di un manuale che esponga idee innovative e guidi alle buone pratiche per rivitalizzare i rapporti tra le città. A tal fine, il progetto coinvolgerà giovani volontari, provenienti da organizzazioni di 8 diversi paesi europei (Lettonia, Danimarca, Romania, Francia, Bulgaria, Cipro), in un “Youth Forum”, Forum dei Giovani, che si terrà a Palermo dall’ 1-8 Luglio. Durante il Forum i partecipanti presenteranno la storia del gemellaggio tra comuni nelle loro città e lavoreranno insieme per sviluppare idee innovative, condividere buone pratiche e conoscere le realtà degli altri paesi d’Europa. In tal modo i giovani saranno chiamati ad essere protagonisti e attivi al fine di identificare nuove opportunità di gemellaggio che rispondano sempre più alle loro esigenze di giovani cittadini.

 [Continua]


Candidature aperte per scambio culturale in Lettonia

groupSei una persona attiva e hai voglia di conoscere persone e culture nuove?

Active foot è uno scambio culturale che si svolge a Gulbene in Lettonia e riunirà giovani da 4 paesi, Lettonia, Francia, Danimarca, Italia per un workshop di 7 giorni: dal 24 al 31 luglio.

Nel corso di questi giorni si tratteranno diversi temi come il consumo sostenibile, uno stile di vita attivo, l’apprendimento umano attraverso attività all’aria aperta, per esempio: “Green surviving day”, “Geo-box” e moltri altri. Ed inoltre laboratori creativi, tradizioni e incontri con i produttori di prodotti biologici.

 [Continua]


Candidature aperte per SVE in Austria

natura e bambiniAlle porte di Vienna sorge Europahaus, un centro pomeridiano in cui i bambini di età superiore a due anni possono giocare e fare i compiti, ma anche gite e visite culturali.

Il centro è composto da uno spazio interno, da una fattoria e un orto in cui i bambini possono giocare, e fare piccoli lavori come ad esempio raccogliere le verdure.

L’idea del centro è quella di fornire al bambino un’educazione ludica, scolastica, ma anche sviluppare già dai primi anni un concreto contatto con la natura.

Il prossimo anno Europahaus ospiterà un volontario per tre mesi che seguirà il metodo di lavoro del centro aiutando lo staff nelle mansioni quotidiane, organizzando escursioni e condividendo attraverso l’arte o lo sport alcuni tratti tipici della propria cultura.

[Continua]


Candidature aperte per un corso di formazione sulla gestione dei conflitti

Si terrà a Strumica, Macedonia, dall’1 al 7 luglio il corso di formazione sulla gestione dei conflitti.

Lo scopo del corso è quello di creare tra i ragazzi partecipanti un ruolo attivo in situazioni di conflitto con particolare attenzione alle zone colpite da conflitti freddi come SEE, EECA.

Gli obiettivi proposti dal corso sono quelli di studiare la trasformazione di conflitti e la loro risoluzione, promuovere i programmi di Gioventù in Azione e creare una rete di condivisione tra i partecipanti.

È preferibile che i candidati abbiamo più di 18 anni, siano coinvolti in attività del programma Gioventù in Azione, siano motivati e riescano ad esprimersi in lingua inglese.

 [Continua]


Candidature aperte per partecipare alla “Comunità di Apprendimento Creativo”

creativitàIl CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo ha aperto le candidature per i partecipanti alla “Comunità di Apprendimento Creativo” che nasce con lo scopo di rafforzare il legame che unisce i corsi di formazione professionale e il mondo del lavoro, introducendo insegnanti, alunni e giovani fuori dal sistema educativo a nuovi metodi che mirano allo sviluppo della creatività e delle capacità imprenditoriali.

La “Comunità di Apprendimento Creativo” sarà un sito internet attraverso il quale chiunque voglia potrà usufruire di moduli formativi innovativi e potrà contribuire allo sviluppo di altri nuovi.

Se sei un insegnante, un giovane o un ente impegnato nella formazione professionale, puoi partecipare con la tua esperienza, le tue ambizioni ed esigenze alla costruzione di uno strumento didattico utile e funzionale. Questo percorso ti aiuterà a sviluppare competenze utili nella sfera sia lavorativa sia personale.

[Continua]


Stage: traduttore/trice in ONG

stageIl CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo è alla continua ricerca di giovani talenti che siano desiderosi di arricchirsi operando in un contesto professionale stimolante e internazionale.

Il CESIE, leader nel terzo settore e nella cooperazione internazionale, invita quindi giovani studenti e laureati in lingue, comunicazione internazionale e affini a proporre la propria candidatura per un periodo di stage, grande opportunità di formazione.

Lo stagista sarà affiancato ad un tutor e si occuperà di traduzioni (italiano/inglese) e di comunicazione internazionale. Lavorerà a contatto con professionisti da tutta Europa in un contesto multilinguistico e multiculturale. 

[Continua]


“Inventare il futuro”: aperte le iscrizioni ai laboratori

Logo APQ

Hanno preso il via i tanti laboratori del progetto “Inventare il futuro” che vedrà molti giovani palermitani impegnati in attività creative e sulla partecipazione attiva!

Il progetto “Inventare il Futuro”, finanziato dall’APQ “Giovani protagonisti di sé e del territorio”, iniziato a ottobre 2010 che avrà durata triennale, intende promuovere attraverso la realizzazione di un centro polifunzionale rivolto ai giovani (14 – 18 e 19-25 anni), il loro protagonismo impegnandoli in diverse attività laboratoriali.

Il progetto vede nascere all’interno del Centro Sant’Anna a Palermo in Piazza Kalsa il Centro Polifunzionale O.P.E.N. (Opportunità Empowerment Persone Novità) che vuole proporre un’alternativa di aggregazione spontanea dei giovani dotando la città di uno spazio alternativo sperimentale di autoproduzione culturale giovanile che sia allo stesso tempo luogo di incontro, opportunità di educazione non formale, laboratorio di espressività e creatività e spazio in cui è possibile trascorrere il tempo libero insieme agli altri dando un senso allo stare e fare insieme.

 [Continua]


I NOSTRI PROGETTI

“Crossing the Line”, incontro internazionale a Palermo

ctl palermoSi è svolto a Palermo dall’8 al 10 giugno l’ultimo incontro internazionale del progetto “Crossing the Line”. Durante questi tre giorni, i giovani provenienti dalle diverse città coinvolte nel progetto hanno avuto l’opportunità di condividere le loro esperienze di registrazione dei documentari sulla vita dei giovani e di conoscere la realtà di Palermo.

I partecipanti hanno avuto modo di visitare e partecipare a due festival locali, uno sullo sviluppo sostenibile e uno contro il razzismo.

A questi eventi del progetto si è affiancata una manifestazione pubblica di presentazione dei risultati del progetto che si è svolta venerdì 10 al “Teatro Nuovo Montevergini”, situato nel cuore del centro storico di Palermo. Alcuni media nazionali e circa 60 persone hanno partecipato all’evento, durante il quale hanno relazionato la dott.ssa R. Salierno, Direttrice dell’Ufficio Distrettuale Servizi Sociali Minorili di Palermo, la dott.ssa Rosanna Scaracelli e il dott. Stuppia della Fondazione Piazza.

 [Continua]


ISPAW: la rete di accoglienza dei senza tetto in Francia

ISPAWIl 9 e 10 giugno si è tenuto a Lorient, in Francia, l’ultimo incontro del progetto ISPAW, il partenariato di apprendimento Grundtvig, finanziato dal programma europeo Lifelong Leraning (LLP). Il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo ha partecipato insieme ai partner locali: il Centro Astalli, il Comitato Lotta per la Casa 12 Luglio e la Caritas.

I partner francesi, Radar B e Sauvegarde 56 di Lorient hanno guidato i partecipanti nelle loro strutture di accoglienza dei senza fissa dimora. In particolare, i partner hanno avuto la possibilità di visitare le strutture di accoglienza diurna e notturna: Safran, che accoglie donne, famiglie con/senza bambini, uomini con bambini che hanno bisogno di accoglienza, cibo, assistenza amministrativa o psicologia; Mosaik, che accoglie uomini da 18 a 25 anni, giovani senza famiglie e reddito; Kergroise, che accoglie i senza tetto accompagnati dai cani. Inoltre la struttura ha degli spazi predisposti per ospitare i cani e il personale che li addestra con l’obiettivo di farli abituare anche agli spazi chiusi.

[Continua]


Conferenza internazionale sulla prevenzione dei comportamenti violenti

stronger children PalermoDall’11 al 13 maggio 2011 il CESIE – Centro di Studi ed Iniziative Europeo ed il Centro delle Culture Ubuntu hanno organizzato una conferenza internazionale sull’educazione alla prevenzione della violenza. Tale incontro si è svolto a Link-Officine Mediterranee, nell’ambito del programma “DAPHNE” e del Progetto “Stronger Children, Less Violence”, finanziato dalla Commissione Europea.

Insegnanti, trainer , genitori ed enti impegnati nel campo della formazione si sono confrontati su come educare i bambini fin dall’età prescolare alla non violenza e su come prevenire comportamenti aggressivi e situazioni di bullismo.

[Continua]


Gli approcci del Work Based Learning (WBL) per le imprese

wbl meetingLo scorso 19 e 20 marzo si è tenuto a Palermo, presso la sede del CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo, il secondo incontro del progetto Erasmus Multilateral “An Approach ro Qualifications through Negotiated Work based Learning for the EU – WBLQUAL” iniziato nel novembre 2010.

Durante l’incontro, i cinque partner del progetto (CESIE – IT, Staffordashire University – UK, Rigas Techniska Universitate – LV, Uniwesytet Lodzki – PL, Centre for Rural Research University of South Denmark, DK) hanno condiviso i principali risultati ottenuti dalle attività previste in questa fase del progetto (indagine sulla visione che i datori di lavoro hanno del WBL) e coordinate dal CESIE in qualità di work package leader. Tali attività hanno sostanzialmente cercato di comprendere: a) se e quanto l’approccio di WBL sia riconosciuto e diffuso come metodo per migliorare le competenze dei lavoratori; b) quali siano i bisogni dei datori di lavoro in relazione alle competenze tecnico/professionali dei loro lavoratori e alle modalità di acquisizione di queste.

 [Continua]


EXACT: l’accademia di eccellenza per formatori sbarca in Svezia

exact swedenDal 26 al 28 maggio 2011 il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo ha partecipato all’incontro che si è tenuto a Norrkoping, in Svezia, sulla creazione dell’Accademia di Eccellenza per Formatori. Il Progetto EXACT, sviluppato da associazioni, scuole ed enti attivi nel campo dell’istruzione provenienti da 10 paesi diversi (Italia, Olanda, Spagna, Francia, Inghilterra, Ungheria, Austria, Belgio, Germania, Svezia), nell’ambito del Programma della Commissione Europea “Lifelong Learning” (LLP), Trasversale, è vicino alla realizzazione di una vera e propria accademia nella quale i formatori potranno condividere esperienze e conoscenze. Il fine ultimo di tale piattaforma (che avrà un’espressione sia informatizzata – un sito internet – sia cartacea – un manuale) è guidare gli educatori nella formazione di giovani disagiati e nella prevenzione dell’abbandono scolastico.

In Svezia, il gruppo di partecipanti si è occupato sia dei metodi di inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, sia di definire gli ultimi dettagli di quei servizi che EXACT metterà a disposizione per gli utenti.

[Continua]


Quarto incontro internazionale del progetto DEVOTED in Germania

DEVOTED meetingAll’inizio di giugno ha avuto luogo il quarto incontro internazionale del progetto DEVOTED DEVelopment Of Trainers in Education , a Moenchengladbach in Germania, presso la sede del partner “Weiterbildungskolleg der Stadt Mönchengladbach”.

Il progetto, finanziato dal programma di apprendimento permanente LLP, ha l’obiettivo di diffondere buone pratiche che supportino e stimolino gli adulti e i giovani nel processo di apprendimento. Uno degli obiettivi è quello di ridurre la dispersione scolastica.

DEVOTED raccoglie le buone prassi esistenti in tre settori tematici: dialogo interculturale, genere e diversità; competenze sociali e per la cittadinanza; capacità creative e competenze ICT.

 [Continua]


“Porta Nuova”: iniziata la formazione per i volontari over 50

foto gruppo porta nuovaNel mese di maggio è iniziata la formazione del gruppo di volontari over 50 italiani del progetto “Porta Nuova” finanziato dal programma LLP Give che si recheranno in Inghilterra per una esperienza di volontariato.

Il CESIE dopo aver ospitato 6 volontari inglesi del medesimo progetto a Palermo, si prepara insieme al gruppo di volontari italiani a questa nuova esperienza. Il gruppo di volontari sarà ospitato dall’organizzazione POINT EUROPA, che seguirà il gruppo durante le attività quotidiane in Inghilterra.

La formazione comprende anche un corso di lingua inglese.

Nel mese di maggio, il nostro partner locale il Centro per lo sviluppo creativo “Danilo Dolci” ha ospitato 3 volontarie inglesi per il progetto Active Now.

[Continua]


HTC: pubblicata la terza newsletter

htcSi è conclusa poche settimane fa la fase di test del manuale e dei moduli del progetto HCT Handmade Creative Thinking sul Pensiero Creativo. Tutti i partner sono già al lavoro per modificare il manuale sulla base degli input ricevuti da artigiani, artisti, formatori e studenti.

La newsletter pubblicata ci propone la testimonianza diretta di chi ha partecipato la fase di test del manuale: un’artista inglese e un’insegnante italiana ci raccontano in che modo questa esperienza è stata per loro significativa.

Dal 3 e 4 maggio 2011 si è svolto infatti a Palermo il quarto meeting del progetto HCT, con la partecipazione di tutti i partner per la valutazione della fase di test.

La finalità di questo meeting era valutare la fase di test del Manuale e i Moduli realizzata nei mesi di febbraio e marzo in tutte le città e paesi partecipanti (Londra, Malta, Palermo e Bologna).

[Continua]


APPROFONDIMENTI

L’innovazione sociale nel segno della continuità con l’approccio maieutico reciproco

Danilo Dolci«La via presa da Danilo Dolci è stata diversa, tanto diversa da essere insolita e singolarissima: è stata la via del non accettar la distinzione tra il predicare e l’agire, ma del far risaltare la buona predica della buona azione, e del non lasciare ad altri la cura di provvedere, ma di cominciare a pagar di persona». Così scriveva nel 1955 Norberto Bobbio, nella prefazione a Banditi a Partinico.

Chi ha studiato ma in particolare chi ha seguito da vicino l’attività di Danilo Dolci partecipando alle sue iniziative conosce quale importanza egli abbia attribuito e quale spazio abbia sempre rivendicato per la civiltà della parola. Parola legata sempre alla capacità di saper leggere il mondo osservando le cose, i fenomeni, ascoltando la gente, gli ultimi, prendere coscienza ed agire.

Per Danilo Dolci, in ultima analisi, lo sviluppo di una società civile deriva dalla capacità dei suoi membri di cooperare attivamente, usando strumenti comunicativi adatti alla comprensione reciproca che valorizzino l’apporto creativo ed innovativo di ciascuno. 

[Continua]