PRIMO PIANO

Vittorio Arrigoni: una vita donata

“Non ce ne andiamo, perché riteniamo essenziale la nostra presenza di testimoni oculari dei crimini contro l’inerme popolazione civile ora per ora, minuto per minuto”.

Scriveva così Vittorio Arrigoni nei giorni più atroci del conflitto israelo-palestinese, quando i morti non si contavano e tutti fuggivano da quel lembo di terra, perché era questa la sua vita: rimanere a fianco degli ultimi e dei più deboli, sempre.

E adesso che un gesto irragionevole e di una violenza ingiustificabile lo ha ucciso, fanno eco come un tuono le sue parole, la sua lotta nonviolenta per i palestinesi di Gaza.

Quei palestinesi che sono le prime vittime oltre che spettatori attoniti dell’accaduto e i primi orfani di Vittorio che negli ultimi anni, con il suo impegno in prima persona, è stato la loro voce.

 [Continua]


OPPORTUNITA’ DI MOBILITA’ E FORMAZIONE

Workshop MIRACLE a Palermo

workshopIl CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo è lieto di invitare gli insegnati di scuola primaria al workshop MIRACLE di Palermo: Trial Workshop su Migrazioni e competenze critico-interculturali da applicare in classe che si svolgerà il 28 e 29 Aprile 2011 alle ore 15:00 / 18:30 presso la sede del CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo in Via Roma, 94 – 90133 Palermo.

MIGRANTS AND REFUGEES A CHALLENGE FOR LEARNING IN EUROPEAN SCHOOLS (MIRACLE) progetto Multilaterale Comenius (Programma di Apprendimento Permanente www.programmallp.it finanziato dalla Commissione Europea) ha l’obiettivo a lungo termine di consentire ad alunni con background migratorio di ottenere maggiore successo nella carriera scolastica attraverso la produzione di materiale didattico e d’apprendimento per classi di scuola elementare promuovendo l’eterogeneità della stessa e l’implementazione di un corso di formazione volto ad incrementare le competenze politico-interculturali negli insegnanti delle scuole elementari. 

[Continua]


Fondazione Anna Lindh: “Believe in Dialogue, Act for Citizenship”

Iniziativa della Fondazione Anna Lindh 2011: “Believe in Dialogue, Act for Citizenship – Exchanging Practices on Participation and Democracy”

Sull’iniziativa

Durante gli ultimi mesi il panorama del Mediterraneo è stato stravolto da un’ondata di cambiamenti storici. Le rivolte in Tunisia e in Egitto e le altre mobilitazioni sociali nella regione, hanno dimostrato che i giovani e la società civile desiderano una maggiore libertà, un cambiamento sociale, e il consolidamento dei valori democratici nelle loro rispettive società.

In questo contesto, e in risposta alla preoccupazione del suo Network nazionale sulle implicazioni e le sfide che questa svolta storica potrà portare al lavoro della Fondazione e alla società civile, la fondazione Anna Lindh ha deciso di lanciare una iniziativa su scala regionale chiamata: “Believe in Dialogue, Act for Citizenship -Exchanging Practices on Participation and Democracy”.

[Continua]


I NOSTRI PROGETTI

“Present Continuous!”, l’inizio di una nuova storia

Present Continuous!Inizia sabato 2 aprile il progetto “Present Continuous! Workshop on memory and present of Europe” del quale il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo è capofila, che durerà nove giorni durante i quali 43 persone provenienti da 13 paesi parteciperanno a diverse attività.

L’idea del progetto nasce dal bisogno di comprendere l’attuale situazione sociale dell’Europa, approfondendo la conoscenza della storia di ogni paese, mettendo a confronto il passato con la situazione attuale. L’evento sarà dedicato alla conoscenza di ogni paese partner attraverso attività non formali, utilizzando tradizioni, ricordi, proverbi, musica, relativi al momento storico del proprio paese. Le attività saranno scelte secondo le problematiche dei periodi di guerra, di pace, di migrazione e povertà e comprenderanno una riflessione sul significato di Europa oggi per i cittadini nella loro vita quotidiana.

[Continua]


Senior volunteering dalla Cornovaglia a Palermo

senior volIl mese di marzo ha visto per il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo l’inizio del progetto “Porta Nuova”, dedicato a dei volontari senior provenienti dalla Cornovaglia. Il progetto “Porta Nuova” fa parte del programma LLP Give, dedicato ai volontari over 50.

“Porta Nuova” condotto in partnership con l’organizzazione inglese Point Europa ha previsto un periodo di tre settimane di volontariato (dal 15/03 al 5/04) per sei volontari ultracinquantenni, coinvolti nelle attività educative di tre giardini per l’infanzia-centri di educazione infantile (Ubuntu, Santa Chiara, Giardino di madre Teresa) impegnati a offrire una valida educazione primaria ai bambini di origine immigrata e non, abitanti in quartieri carenti di infrastrutture.

L’esperienza è stata produttiva sia per i centri che per i volontari impiegati nello svolgimento delle attività, per noi in veste di organizzatori è stato gratificante e a tratti, inutile nasconderlo, emozionante.

 [Continua]


Pensiero creativo e formazione professionale per l’imprenditorialità

Creare uno strumento formativo che possa essere utilizzato da educatori che lavorano con gruppi a rischio, come immigrati e giovani disoccupati, è lo scopo di Creative Learning Community (CLC), il progetto che ha preso il via il 15 Marzo scorso a Palermo. L’idea alla base di CLC è quella di creare uno spazio di apprendimento nel quale il pensiero creativo, con tutti gli strumenti ad esso correlati, venga utilizzato per acquisire competenze nell’ambito dell’imprenditorialità.

Il progetto, della durata di due anni, è finanziato dal programma della Commissione Europea per l’apprendimento permanente (LLP) ha lo scopo di creare uno strumento completamente nuovo nell’ambito della formazione e dell’educazione professionale. Il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo collabora alla realizzazione di CLC con associazioni ed imprese austriache, inglesi, maltesi e polacche.

[Continua]


Media education, al via progetto europeo sulle nuove tecnologie

media educationContribuire alla riduzione della violenza nell’utilizzo dei media e delle nuove tecnologie ed aumentare la consapevolezza dei rischi e degli aspetti negativi ad essi connessi, da parte dei gruppi destinatari (giovani tra i 10 e 16 anni, bambini, genitori, docenti etc).

E’ questo l’obiettivo principale del progetto “Virtual stage against violence” che coinvolge organizzazioni provenienti da Italia, Romania, Austria e Germania.

Nei giorni 16 e 17 marzo, si terrà a Palermo il meeting di apertura del progetto “Virtual stage against violence” finanziato dal programma della Commissione Europea DAPHNE III.

Il progetto della durata di due anni si basa sul presupposto che spesso le nuove tecnologie, oggi principali vettori di informazioni e sempre più accessibili ai bambini e ai giovani, se non utilizzate correttamente diventano fonte di rischi in termini di messaggi distorti, rischio di incontrare persone con false identità, rappresentazioni violente della realtà, e molto altro.

[Continua]


Handmade Creative Thinking, conclusa la fase di test del prototipo

htc meetingSi è conclusa la fase di test del prototipo del progetto “Handmade Creative Thinking” (LLP- Leonardo da Vinci- Trasferimento dell’Innovazione).

Composto da un Manuale e due Moduli con esercizi “fai-da-te” sul Pensiero Creativo, il prototipo è stato sviluppato dopo la fase di ricerca e il trasferimento del prodotto “Capture System”, basato sul Pensiero Creativo con i bambini, al campo dell’artigianato, dell’arte e della formazione professionale.

I gruppo di partecipanti nella fase di test di Palermo è stato composto da 13 persone con diversi profili professionali nel campo dell’artigianato e dell’arte, ma anche di formatori e studenti di diverse discipline interessati allo sviluppo del Pensiero Creativo.

[Continua]


PUBBLICAZIONI E DOCUMENTI

“Crossing the Line – Palermo”, fase di test e foto blog

Il progetto “Crossing the Line” si avvia verso la fase finale. L’incontro di chiusura del progetto si terrà a Palermo dal 7 all’11 giugno 2011. In quei giorni, si incontreranno sia i rappresentanti di tutte le organizzazioni partner che i giovani dei diversi paesi che hanno preso parte al progetto. L’attività finale, che si terrà la sera del 10 giugno, vedrà la proiezione pubblica del DVD “Crossing the Line”, che contiene i documentari realizzati in ogni singolo paese.

Il coordinatore inglese partner del progetto ha creato un foto blog per valorizzare la conoscenza tra i giovani dei diversi paesi prima del meeting finale.

Da gennaio 2011, il progetto è nella fase test a livello locale nei diversi paesi, con la partecipazione di educatori, organizzazioni e altri professionisti che lavorano nel settore sociale.

 [Continua]


Conferenza finale CoNet: la coesione sociale nei quartieri urbani

Durante la Conferenza finale CoNet del 31 marzo 2011 a Berlino erano presenti il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo e l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Palermo ed altri 100 partecipanti delle 11 città partner CoNet e relative Autorità di Gestione per presentare i risultati e lo scambio della rete.

Il Lead Expert Prof. Dr. Rotraut Weeber ha elaborato i sette aspetti fondamentali per migliorare la qualità della vita e l’integrazione nei quartieri disagiati come esplicati nella Guida CoNet per la coesione sociale che è stato presentato alla Conferenza Finale

La Guida riporta l’esperienza di alcuni degli enti membri del Gruppo di Supporto Locale CoNet Palermo, tra cui Libera Palermo con il networking per la legalità e sinergie progettuali; il Centro Internazionale delle Culture Ubuntu con la creazione di connessioni attraverso i bambini e un atmosfera ludico ricreativa ed il Centro Astalli con l’Azione Civica – consapevolezza dei bisogni reali.

[Continua]


Approccio maieutico: pubblicata la seconda newsletter del progetto EDDILI

Danilo Dolci

Il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo ha pubblicato la seconda newsletter del progetto EDDILI – To Educate is to Make Possible the Discovery of Life nel quale è partner.

Il progetto prende ispirazione dal lavoro sociale ed educativo di Danilo Dolci, peacemaker e sociologo che per primo venne in Sicilia dal Nord Italia agli inizi degli anni 50, per studiare le condizioni della società e per cercare di trovare potenziali elementi di cambiamento.

EDDILI è il risultato della cooperazione tra sette organizzazioni da sei paesi Europei (Italia, Cipro, Spagna, Germania, Olanda e Svizzera) ed ha l’intenzione di introdurre, sperimentare e condividere l’Approccio Maieutico Reciproco nel campo della formazione di formatori per adulti.

[Continua]


Lifelong Learning: strumenti didattici e approcci metodologici

educationAlle volte troviamo un divario tra il grande numero di strumenti didattici e di approcci metodologici potenzialmente utili ma spesso semi-completati che sono stati sviluppati nei progetti dell’UE in materia di istruzione e formazione.

Vi è quindi la necessità di testare questi strumenti in ambienti diversi, oltre che adeguare e sviluppare le loro caratteristiche in modo che possano essere messi a disposizione dei professionisti della formazione che lavorano con gruppi target nell’ambito del Lifelong Learning.

Il progetto EXACT, finanziato dall’Unione Europea dal Lifelong Learning Programme, si propone di: analizzare questi strumenti; svilupparli ulteriormente; diffondere i risultati di una serie di progetti dell’UE nell’ambito del Lifelong Learning.

[Continua]


CreMoLe: pubblicato il flyer

Il partenariato del progetto CreMoLe Create – Motivate – Learn ha recentemente pubblicato il flyer informativo che è possibile scaricare dal nostro sito.

ll progetto mira a identificare i fattori relativi alla motivazione di partecipazione e alla costanza degli adulti nei processi di apprendimento permanente.

Inoltre, il progetto prevede di redigere una serie di strategie creative e di pensiero critico da destinare agli educatori degli adulti,che le utilizzeranno per motivare con maggiore successo gli stessi a partecipare ai processi di apprendimento permanente.

[Continua]