Il CESIE presenta il nuovo logo dell’associazione

Nuovo logo CESIENell’ambito delle manifestazioni per la “Notte delle Emozioni” svoltasi a Palermo l’11 ed il 12 dicembre, il CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo ha presentato al pubblico ed ai propri partner il nuovo logo scelto per rappresentare l’associazione.

L’operazione di restyling che ha portato alla creazione della nuova veste grafica del CESIE traduce la volontà di conferire maggiore uniformità, in una visione internazionale, all’associazione, cosicché sia immediatamente identificabile la mission: “Il CESIE vuole contribuire, attraverso il coinvolgimento attivo delle persone, della società civile e delle istituzioni, alla promozione della crescita e dello sviluppo, valorizzando la diversità”.

Attraverso il nuovo segno grafico scelto, il Melograno, il CESIE vuole dare un’immagine che rappresenti una sintesi dell’associazione e del suo lavoro.

[Continua]


Workshop IDEAS: oltre 30 organizzazioni provenienti da 12 Paesi

ideas meeting 1Oltre 30 organizzazioni di 12 paesi diversi hanno partecipato al Workshop IDEAS lo scorso 16 Novembre 2010 a Bruxelles in Belgio.

Infatti per il secondo anno consecutivo il CESIE ha organizzato il workshop con il sostegno della East of England Regional Office di Brussels.

L’incontro ha riunito i partner del CESIE al fine di promuovere la creazione di reti tra organizzazioni diverse in Europa, ed affinché si possano sviluppare richieste progettuali derivanti dalle varie proposte previste per il 2011 condividendo competenze ed esperienze nei diversi programmi di finanziamento europeo.

[Continua]


SVE in Grecia e Romania: aperte le candidature

logo sveIl CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo ha aperto le candidature per partecipare a due progetti di Servizio Volontario Europeo in Grecia e Romania.

Progetto SVE in Kryoneri (Grecia)

Durata: da 2 fino a 6 mesi

Periodo: Maggio – Settembre 2011

Numero volontari: 2

Attività: educazione ambientale, attività creative e culturali per giovani e bambini, supporto alla rete Ecocitizens.

Se siete interessati inviate il CV e una lettera di motivazione in inglese a: mobility@cesie.org

[Continua]


Senegal: Voices from around the world II

SenegalE’ iniziata a fine ottobre, per 6 ragazzi europei, un’esperienza di Servizio Volontario Europeo in Senegal, a sud nella regione di Casamance, che avrà una durata di 6 mesi.

Bernardo e Claudia vengono dall’Italia (Palermo), Aurélien e Cindy dalla Francia, Liisbet dall’Estonia, Raphael dall’Austria, un gruppo interculturale in un contesto culturale nuovo e molto diverso dall’ Europa.

È una grande sfida per questi ragazzi e stanno già dimostrando una forte voglia di mettersi in gioco, affrontando barriere linguistiche e mancanza di comfort.

[Continua]


“Crossing the Line”, incontro a Utrecht

ctlSi è svolto il 2 e il 3 dicembre ad Utrecht in Olanda il terzo meeting del progetto “Crossing the Line”. Due membri di ogni organizzazione partner hanno partecipato all’incontro durante il quale hanno avuto l’opportunità di visionare le clip finali degli altri partner e di conoscere i primi risultati della fase di test del DVD già effettuata in Romania e in Olanda.

Le organizzazioni partner hanno anche concordato quale sarà l’impostazione finale del manuale.

Dal primo gennaio il CESIE comincerà a sviluppare la fase di test a Palermo, in cui verranno coinvolte almeno altre 15 organizzazioni. Il test consiste nella proiezione del film ad un target giovanile per incentivare una riflessione, stimolata da un educatore sociale o un insegnante.

“Crossing the Line” è un progetto Leonardo – Trasferimento di Innovazione all’interno del Programma di Apprendimento a Lungo Termine (Lifelong Learning Programme) della Commissione Europea, che si pone come obiettivo quello di realizzare un documentario sulle vite dei diversi giovani nelle città europee.

[Continua]


Gemellaggi di città, concluso il progetto CREINTWIN

global villageDal 10 al 12 dicembre si è svolto l’incontro finale del progetto CREINTWIN (Creative Intercultural Twinning – Gemellaggio Interculturale Creativo).

I focus principali dell’incontro sono stati: definizione della strategia di diffusione, idee per nuovi progetti, il Workshop sui gemellaggi di città – “Global Village”(svoltosi l’11 Dicembre, al Chiostro della Chiesa di San Domenico), valutazione finale del progetto.

Dopo un anno di lavoro i partner e i partecipanti hanno avuto la possibilità di conoscere meglio la realtà locale siciliana ma anche di far conoscere la loro realtà territoriale con l’obiettivo di creare futuri gemellaggi.

Il workshop ha visto la partecipazione di una decina di amministratori comunali siciliani che con l’aiuto dello staff e dei facilitatori del CESIE hanno conosciuto varie realtà, problematiche ed hanno scoperto punti in comune con diverse città europee.

[Continua]


SHAPE, consumo e stili di vita sullo sviluppo sostenibile

shapeSi è svolto ad Atene il primo incontro (1 – 5 dicembre 2010) del progetto SHAPE – Shaping Sustainable Lifestyles Among European Citizens che è stato dedicato alle presentazioni delle attività dei partner provenienti da: Grecia, Italia, Bulgaria, Belgio, Francia, Cipro, Germania, Polonia, Repubblica Ceca, Romania.

Durante l’incontro sono stati affrontati dei temi come: consumo critico attraverso l’educazione, produzione e consumo agroalimentare sostenibile, aspetti sociali del consumo, il ruolo delle biciclette nelle città europee, consumo dell’acqua in Europa, arte del riciclaggio, promozione degli stili di vita sostenibili nelle comunità degli immigrati etc.

Il capofila del progetto (Europe for Citizens Programme – Azione 2 – Active Civil Society in Europe) è l’associazione greca Mediterranean SOS Network di Atene. Il CESIE ha partecipato all’incontro insieme al Centro Astalli di Palermo come partner.

[Continua]


Migranti, al via il corso di formazione per mediatore stradale interculturale

Clarity meetingOgni anno in Italia, su strade e autostrade italiane, i cittadini stranieri coinvolti in sinistri mortali o, comunque, gravi sono circa il 20% del totale, con picchi che toccano il 25% . Visto che, nel nostro paese gli immigrati, regolari e non, raggiungono una percentuale del 10% circa, gli stranieri coinvolti nell’incidentalità sono in proporzione almeno il doppio rispetto alla popolazione italiana.

Il conseguimento della patente di guida è sicuramente uno dei fattori che, oltre a consentire un’autonomia sugli spostamenti, aumenta la possibilità di ottenimento del posto di lavoro. In particolare per i migranti, ai quali, dovendo svolgere spesso la mansione di badanti e di accompagnatori di anziani, viene richiesto appunto il possesso di tale requisito.

La legislazione vigente consente solo in casi particolari la conversione della patente conseguita nei paesi di origine, in un documento valido in Italia.

[Continua]


Svilluppo equo e sostenibile e giovani donne, incontro in India

tesd meetingAll’inizio di dicembre si è svolto l’incontro finale e di diffusione del progetto TESD “Tools for Equal sustaibnable Development for young women” – “Strumenti per lo svilluppo equo e sostenibile per giovani donne” a Bhubaneswar in India.

Questo progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea e mira a valorizzare il ruolo delle donne nello sviluppo sostenibile attraverso un kit denominato”toolbox”, con attività e buone pratiche applicate in contesti culturali e sociali diversi, raccolte e create da giovani esperti, operatori sociali e volontari dei paesi partner (Bulgaria, Ecuador, Francia, India, Italia, Nepal, Pakistan, Perù, Senegal , Spagna, Svezia e Ucraina).

In India i partner hanno valutato il lavoro di diffusione e hanno riflettuto sull’impatto registrato finora a livello locale e su come poterlo incrementare in termini di quantità e qualità.

[Continua]


Gli approcci del Work Based Learning per le imprese

universityLo scorso 29 e 30 novembre si è tenuto in Inghilterra , presso l’università dello Staffordhire, il kick off meeting del progetto Erasmus Multilater “An Approach to Qualifications through Negotiated Work Based Learning for the EU – WBLQUAL”.

Il meeting ha segnato l’inizio delle attività del progetto, che si compone di una serie di attività di ricerca nei confronti di imprese, impiegati e istituti d’alta formazione, al fine di proporre degli approcci adeguati Work Based Learning.

Il CESIE ha presentato la propria strategia di implementazione delle attività delle quali è responsabile (Indagine sui datori di lavoro e della loro visione del WBL), e ha partecipato al setting up di tutte le altre attività, in collaborazione con il lead partner (Staffordashire University – UK ) e con gli altri partner (Rigas Techniska Universitate – LV; Uniwesytet Lodzki – PL; Centre for Rural Research, University of South Denmark, DK).

[Continua]


LLP InfoDay a Bruxelles

LLP InfodayIl CESIE ha partecipato alla giornata informativa sul Programma d’azione comunitaria nel campo dell’apprendimento permanente (Lifelong Learning Programme – LLP) che si è svolto a Bruxelles il 16 novembre scorso.

Questa giornata è stata organizzata per promuovere il programma in Europa e per informare le organizzazioni e le istituzioni sulle opportunità di finanziamento che questo offre nel campo dell’educazione e della cultura.

[Continua]


Riduzione dell’abbandono scolastico, incontro a Bucarest

scuolaSi è svolto a fine novembre a Bucarest in Romania il terzo incontro internazionale di DEVOTED – Development of Trainers in Education.

ARCUS College dell’Olanda ed il CESIE hanno presentato i primi risultati di alcune buone pratiche testate su studenti e volontari. L’obiettivo è di trovare delle buone pratiche che stimolino adulti e giovani nell’apprendimento poiché uno degli obiettivi principali è di ridurre l’abbandono scolastico.

Proprio per questo il partenariato è composto in maggioranza da scuole professionali che hanno un’utenza a rischio abbandono scolastico.

Inoltre, è stato organizzato un incontro con la partecipazione di 150 educatori rumeni, nel quale è stato presentato il progetto DEVOTED e sono state mostrate alcune buone pratiche selezionate e testate.

[Continua]


Consumo sostenibile, incontro a Palermo del progetto City Zen

logo City ZenAlla fine dello scorso mese di novembre i partner del progetto CITY ZEN si sono incontrati a Palermo, per valutare insieme il lavoro fatto a livello locale e le possibilità per future attività nell’ambito del Consumo Sostenibile.

Questo incontro finale è stato un’ottima occasione per valutare le attività svolte, gli obiettivi conseguiti e per rivedere i consigli per la promozione del consumo sostenibile, elaborate da tutto il partenariato oltre che dalle associazioni e dai cittadini attivi in questa tematica nei vari paesi. Queste buone pratiche e consigli saranno presentati alla Commissione Europea.

[Continua]