Il Programma di Prevenzione di CoCoRa è stato testato negli ultimi mesi in Austria, Danimarca, Francia, Germania e Italia. Esso si basa su una collaborazione stretta con le comunità locali e si focalizza sui temi della cittadinanza attiva, apprendimento interculturale, competenze, opportunità e accrescimento di responsabilità e autodeterminazione. Se questi temi sono stati comuni a tutti i programmi organizzati dai partner di CoCoRa, ogni versione nazionale ha scelto priorità leggermente diverse, a seconda del contesto locale e i bisogni specifici dei partecipanti. Un tale approccio flessibile è stato necessario, perché le comunità locali nei paesi partner variano notevolmente, insieme alle caratteristiche dei giovani come, ad esempio, la loro età (in alcuni paesi i partecipanti avevano tra 15 e 20 anni, in altri più di 20 anni), provenienza culturale e percorso educativo.

In Italia, il CESIE ha deciso di focalizzarsi sul tema dello scambio interculturale, invitando sia giovani italiani che giovani provenienti da altri paesi. Il gruppo dei 19 giovani partecipanti ha viaggiato insieme per scoprire la propria identità, la diversità culturale (e religiosa), ma anche per acquisire consapevolezza delle proprie competenze e conoscere le opportunità che Palermo offre per sperimentare i propri interessi e talenti. Il programma ha visto anche l’organizzazione di visite a una moschea e a una chiesa, e visite a progetti sociali che promuovono incontri e scambi interculturali a Palermo.

Un percorso simile è stato organizzato in Austria dall’organizzazione “Verein Multikulturell”: i giovani partecipanti sono stati coinvolti in discussioni sulla religione e la diversità e altre attività formative non-formali, e hanno visitato insieme un museo. L’organizzazione partner francese “ADICE da Roubaix” ha creato un percorso intensivo di due giorni, dove i giovani sono stati invitati a riflettere sui temi della cittadinanza attiva e dell’impegno per la comunità, dell’apprendimento interculturale, dei valori europei, e sulle loro competenze e obiettivi personali. In Danimarca “mht Consult” collabora con un centro sociale musulmano, e tutti i partecipanti tra i 18 e 27 anni sono membri del centro. Alcuni di loro sono stati approcciati da estremisti religiosi in passato, per cui erano particolarmente interessati a discutere come la radicalizzazione si manifesta nella società danese, quali sono le sue cause e origini e i migliori modi per reagire.

Oltre alla valutazione del Programma di Prevenzione, al recente incontro dei partner del progetto CoCoRa, tenutosi il 24/25 gennaio 2017 a Innsbruck, è stata discussa anche la prossima fase del progetto, il Programma degli Ambasciatori. Questa fase vedrà i giovani come protagonisti: i giovani partecipanti, infatti, saranno formati in diverse competenze, in modo da diventare “Ambasciatori” per i propri interessi e bisogni. I temi del programma saranno:

  • Progetti sociali e opportunità, tra cui opportunità di mobilità in Europa;
  • Competenze e come applicare abilità e talenti;
  • Cittadinanza attiva, anti-discriminazione e identità-

I giovani svolgeranno in primo luogo piccoli progetti di ricerca per raccogliere storie di vita e informazione su iniziative di prevenzione e inclusione sociale nella propria città. In seguito, prepareranno presentazioni creative dei risultati della ricerca (tramite performance, video Youtube). Alla fine, pianificheranno e organizzeranno laboratori, ai quali saranno invitati politici locali, operatori giovanili e assistenti sociali e altri membri delle comunità locali.

Il Programma degli Ambasciatori sarà organizzato tra Marzo e Giugno 2017.

Per saperne di più sul progetto CoCoRa, vai al sito del progetto, e seguici su Facebook e Twitter! Per ulteriori informazioni sull’implementazione in Italia, contatta via e-mail Dorothea Urban.