L’allenatore sportivo ricopre un ruolo fondamentale nello sviluppo psicofisico dei bambini e deve farsi veicolo di valori e pratiche che permettono a tutti i bambini – a prescindere dalla loro provenienza, estrazione sociale, livello di abilità fisica – di partecipare attivamente alle comunità sportive e sviluppare appieno il proprio potenziale fisico e psicologico.

Con queste riflessioni, si è concluso mercoledì 12 luglio il corso di formazione per allenatori sportivi condotto nel quadro del progetto ATHLISI – Promotion of social integration through the training of the coaches and sport clubs.

Allenatori sportivi e operatori sociali provenienti da esperienze molto diverse hanno partecipato a sei incontri per confrontarsi sui temi cardine del progetto, quali inclusione ed esclusione sociale, psicologia dello sviluppo, ruolo dell’allenatore, risoluzione di conflitti, comunicazione.

La formazione, condotta con metodi di educazione non formale, ha dato vita ad uno scambio di esperienze e punti di vista stimolante e costruttivo che ha evidenziato il potenziale di inclusione e di sviluppo positivo per i bambini di cui lo sport è dotato.

ATHLISI è un progetto co-finanziato dal programma Erasmus+ Sport, che si propone di promuovere l’integrazione sociale di gruppi (etnici, sociali, religiosi, ecc..) svantaggiati attraverso la formazione di allenatori e società sportive.

Il partenariato del progetto è composto da 7 organizzazioni:

A breve, il corso di formazione in italiano sarà disponibile a breve sulla piattaforma online del progetto. Se siete interessati ad iscrivervi o per maggiori informazioni sul progetto, inviate una e-mail a daria.labarbera@cesie.org.