L’Agenda digitale europea stima che il settore dell’editoria impiega circa 750.000 posti di lavoro in più di 64.000 aziende in Europa.

Gli sviluppi della tecnologia hanno avuto un impatto notevole e dato vita ad un enorme cambiamento economico nel settore, variando il modello di business tradizionale e dando un ruolo chiave ai nuovi canali di distribuzione. Le evoluzioni tecnologiche infatti stanno influenzando dei processi produttivi e i modelli di consumo di prodotti editoriali tanto da incidere su tutte le aree della catena (Produzione – Design – Editoriale – Distribuzione e vendite – Marketing e pubblicità).
Il passaggio alla distribuzione digitale, la riduzione dei costi, la concorrenza favorita dalle tecnologie digitali, i problemi legati alla sicurezza elettronica: sono solo alcune caratteristiche di questa rivoluzione.

Il progetto ASAPAnticipatory Skills for Adapting the Publishing Sector – prende in considerazione l’impatto delle variazioni delle competenze e abilità degli operatori del settore e propone la realizzazione di una mappatura dei bisogni di competenze. Il progetto è finanziato dall’EACEA (Agenzia Esecutiva per l’Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura della Commissione Europea) nell’ambito del programma Erasmus Plus – KA2 – Sector Skills Alliances.

L’incontro di lancio del partenariato europeo si è tenuto a Villa Montesca (Città di Castello, Perugia) il 01 e il 02 marzo 2017 ed ha coinvolto le seguenti organizzazioni e associazioni:

  • Fondazione Hallgarten Franchetti Centro Studi Villa Montesca – Coordinatore (Italia);
  • AFAPP – Confartigianato imprese Perugia (Italia);
  • AIE – Associazione Italiana Editori (Italia);
  • Giunti O.S. Organizzazioni Speciali (Italia);
  • The Publishers Association (Regno Unito);
  • Capacity London (Regno Unito);
  • O.E.V. National Federation Of Publishers & Booksellers (Grecia);
  • EUROTRAINING Educational Organization (Grecia);
  • EOPPEP National Organisation for Certification and Vocational Guidance (Grecia);
  • CEPYME Confederación Española de la Pequeña y Mediana Empresa (Spagna);
  • CECE – Confederación Española de Centros de Enseñanza (Spagna);
  • FEP-FEE Fédération des Editeurs Européens FEE ASBL (Belgio);
  • CESIE (Italia).

In tutti i paesi partner coinvolti, il progetto mira a fornire programmi di formazione flessibili che seguano gli standard di classificazione dei profili e delle competenze nel settore, indicati a livello europeo. Dipendenti (anche con qualificazione di base), disoccupati, lavoratori autonomi e giovani studenti avranno l’opportunità di aggiornare le abilità professionali per colmare la mancanza di competenze specifiche richieste dalla “rivoluzione digitale”.

ASAP prevede, inoltre, di promuovere una vasta cooperazione tra i diversi soggetti interessati utilizzando un portale partecipativo e una piattaforma MOOC (Massive Open Online Course) di formazione nel settore editoriale. Il programma di formazione integrerà metodi di apprendimento interattivi (piattaforma MOOC) e quelli dell’apprendimento basato sul lavoro (Work Based Learning).
La piattaforma MOOC verrà utilizzata per rendere consultabili e disponibili ai soggetti interessanti i curricula creati nell’ambito di ASAP: sarà dunque una risorsa che potrà essere impiegata e sviluppata anche dopo la fine formale del progetto.

Per ulteriori informazioni sul progetto ASAP, contattare Luisa Ardizzone.