La crescente ondata di migranti in Europa include anche richiedenti asilo e rifugiati altamente qualificati che incontrano diversi problemi per accedere all’alta formazione. Welcome-Welcome to Universities and Higher Education mira a favorire lo scambio di buone pratiche tra i paesi partner per migliorare ed estendere l’offerta di opportunità formative altamente qualificanti in modo tale da facilitare l’ingresso di rifugiati e richiedenti asilo nell’alta formazione.

Rappresentanti delle cinque organizzazioni partner si sono incontrati a Graz, Austria, dal 14 al 15 Dicembre 2016 per conoscersi e condividere esperienze e buone pratiche  per favorire l’accesso di rifugiati e richiedenti asilo all’alta formazione.

Il coordinatore del progetto, uniT – Verein für Kultur an der Karl-Franzens-Universität a Graz (Austria), ha mostrato il sistema universitario austriaco e le procedure per l’accesso di immigrati, rifugiati e richiedenti asilo.

Una delle buone pratiche presentate è stato il progetto MORE, un’iniziativa realizzata in molte  università austriache per facilitare l’accesso di richiedenti asilo e rifugiati. Questo servizio mira a fornire ai rifugiati uno spazio di riflessione per capire se gli studi universitari sono un’opzione futura.  Fornisce servizio di orientamento nella carriera accademica e nel campo degli studi artistici e formazione linguistica.

L’altra buona pratica presentata Silent University: una piattaforma per lo scambio di conoscenze per rifugiati, richiedenti asilo e immigrati. Ha lo scopo di indirizzare e riattivare la conoscenza dei partecipanti e rendere il processo di scambio reciprocamente vantaggioso. È presente in diverse città in molti paesi. A Graz, si pone l’obiettivo di trovare nuovi modi per affrontare le problematiche legate alla lingua e alla traduzione.

Inoltre, durante l’incontro, abbiamo avuto la possibilità di ascoltare le testimonianze di due rifugiati siriani sulla loro esperienza per accedere all’università. È stata un’esperienza che ci ha arricchito e dato ulteriori spunti su quale tipo di supporto avrebbero bisogno per accedere all’alta formazione.

WELCOME è un progetto di due anni cofinanziato dal programma Erasmus+, Azione Chiave 2 Partenariati strategici – settore Adulti. Il progetto ha lo scopo di facilitare lo scambio di buone pratiche in questo ambito; ogni partner ha la propria esperienza da offrire sia nel proprio lavoro sia nel contesto locale e nazionale.

Insieme al CESIE, sono partner del progetto: uniT – Verein für Kultur an der Karl-Franzens-Universität Graz (Austria), coordinatore; VIFIN – Videnscenter for Integration (Danimarca); VNB – Verein Niedersächsischer Bildungsinitiativen e.V. (Germania); CARDET – Centre for Advancement of Research and Development in Educational Technology Ltd (Cipro).

Ci incontreremo di nuovo ad Aprile 2017 ad Hannover (Germania) per il secondo incontro del progetto per condividere altre buone pratiche ed esperienze.

Per maggiori informazioni sul progetto WELCOME, contatta giulia.tarantino@cesie.org


Erasmus+ logoThe European Commission support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents which reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.