Come è possibile promuovere e migliorare la salute tra i migranti?

Quali strategie si possono attuare per informare i migranti circa il sistema sanitario del paese ospitante?

L’11 e il 12 dicembre 2017 si è svolto a Göttingen (Germania) il primo meeting del progetto Vitality Interventions for Migrants – VIM.

Il progetto ha lo scopo di promuovere informazioni su uno stile di vita sano tra i migranti e di accrescerne la confidenza nell’usufruire del sistema sanitario esistente al fine incrementarne le competenze nei settori legati alla salute.

Inoltre, l’acquisizione di uno stile di vita sano viene considerato come requisito preliminare per un’integrazione necessaria nei sistemi di apprendimento del paese ospitante.

Al fine di raggiungere questo obiettivo, VIM sarà caratterizzato dalle seguenti attività:

  • sviluppo di un report di ricerca sull’educazione alla salute dei migranti;
  • definizione di piccole unità di formazione sull’educazione alla salute;
  • realizzazione di linee guida per educatori che lavorano con i migranti in diversi programmi;
  • elaborazione del VIM Online hub per l’educazione alla salute migrante, che fornisce informazioni e risorse educative per educatori e altri professionisti coinvolti nell’istruzione sanitaria degli immigrati;
  • produzione del report VIM in pratica e report esperienziale, che documenta e riflette le esperienze acquisite durante il piloting del progetto;
  • creazione del VIM Quality Badge, che trasmette l’idea di educatori e trainer che hanno integrato i programmi educativi di prevenzione sanitaria nei loro corsi di formazione secondo l’approccio VIM.

VIM: Promuovere e migliorare la salute dei migranti

Vitality Interventions for Migrants – VIM è un progetto co – finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus +, Partenariati Strategici per l’educazione degli adulti.

Il consorzio si compone dei seguenti partner europei:

Per maggiori informazioni su VIM, non esitate a contattare giovanni.barbieri@cesie.org.