Come aiutare le donne migranti in Europa ad aumentare le loro competenze digitali e mediatiche?

Come sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’alfabetizzazione digitale e dei media?

Il 4 e 5 dicembre 2017 si è svolto presso l’Università di Gloucestershire (Cheltenham) il primo incontro di MEDIA LITERACY.

Il progetto mira a sviluppare strumenti di apprendimento innovativi per aumentare le competenze digitali e mediatiche delle donne rifugiate, richiedenti asilo e migranti.  Attraverso questi strumenti le partecipanti potranno potenziare le loro competenze digitali nella vita di tutti giorni, migliorare le loro possibilità d’impiego e ad integrarsi più facilmente nel contesto locale in cui vivono.

Durante l’incontro sono emerse le esperienze comuni del partenariato, fondamentali per la realizzazione del progetto nelle differenti realtà locali.

Sono state inoltre analizzate le seguenti attività che comporranno il progetto Media Literacy:

  • Sviluppo dell’approccio e del quadro metodologico per la costruzione di competenze e capacità di alfabetizzazione digitale e mediatica adattate ai bisogni delle donne rifugiate/richiedenti asilo/migranti.
  • Creazione di una piattaforma di formazione online per lo sviluppo di tali competenze.
  • Sviluppo della metodologia peer – to – peer per le donne rifugiate/richiedenti asilo/migranti coinvolgendole in una campagna di sensibilizzazione.

Le partecipanti verranno coinvolte in attività di formazione face – to – face che aiuterà a colmare le loro lacune nell’ambito digitale e dei media. Alla fine delle attività saranno direttamente coinvolte nella campagna di sensibilizzazione a livello europeo e nazionale.

MEDIA LITERACY – Media literacy for refugee, asylum seeking and migrant women è co – finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus +, Partenariati Strategici per l’educazione degli adulti.

 Il partenariato si compone di sei partners provenienti da differenti paesi europei:

Per ulteriori informazioni, contattare Silvia Fazio, silvia.fazio@cesie.org.