È possibile raccontare storie di vita per cambiare il punto di vista sulla migrazione attraverso l’arte?

E se l’arte fosse la risposta universale, rapida ed efficace a questa sfida globale e promuovere l’integrazione dei rifugiati?

Informazione, condivisione, contaminazione: il festival di JOURNEYSRefugee Journeys International ha avuto come tema centrale il viaggio di donne e uomini che hanno cominciato un nuovo percorso a Palermo. Dal 16 al 25 Giugno 2017, linguaggi e contributi visivi hanno generato momenti di confronto e di riflessione con la partecipazione di associazioni e realtà locali che lavorano a stretto contatto con rifugiati. In particolare, abbiamo organizzato tre diverse attività aperte alla cittadinanza:

  • Look-Up: una mostra ad alto profilo delle opere realizzate da Luca Delfino, che rappresentano 6 donne che hanno deciso di raccontare il loro viaggio e le loro speranze per il futuro. La mostra è ancora visitabile presso i nostri uffici.
  • Journeys- storie di migrazioni: un cortometraggio di Jean Paul Barreaud e Alessio Algeri che racconta la realtà del territorio palermitano in tema di immigrazione.
  • Seminari: due seminari per confrontarsi sui progetti locali già avviati nel territorio e scambiare esempi di buone pratiche d’integrazione dei giovani migranti attraverso la musica, l’arte e il cinema. Immaginando un’accoglienza diversa ha analizzato le politiche adottate sull’immigrazione, proponendo scenari di interazione nuovi e riformulando l’accoglienza nel rispetto dei diritti umani. Il secondo seminario, Arte e migrazione: esempi di buone pratiche in Italia ha proposto percorsi artistici e culturali che coinvolgano i migranti affinché si possa contrastare la marginalizzazione che spesso vivono e che la società gli impone.

Vogliamo ringraziare, in particolare, gli artisti, i volontari del CESIE, tutti coloro che hanno partecipato ai seminari in qualità di pubblico e gli speakers: David Hill (ArtReach), Anna Codazzi (Explora), Abraha Yodit (Moltivolti), Fausto Melluso (Arci Porco Rosso), Anna Ponente (Centro diaconale “La Noce” – Istituto Valdese), Laura Bondì (Refugees Welcome Italia), Alessandra Sciurba (CIAI), Cristiano Inguglia (Dipartimento Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione – Università degli Studi di Palermo), Mamadou Bah, Diawarra Bandiougou, Rosalba Romano (Al Revés), Marta Tagliavia (Dugong Production), Antonella Di Salvo (Nottedoro), Arte Migrante e l’Associazione Menti Libere.

JOURNEYS è cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea e mira a promuovere l’integrazione dei rifugiati attraverso le arti visive e il teatro. Il progetto nasce dal Journeys Festival International, iniziato nel 2013 a Leicester, poi esteso anche a Manchester e Portsmouth, e coinvolge i seguenti partner:

Per ulteriori informazioni, contatta daria.labarbera@cesie.org.