JUST SPORT: Stile di vita sano contro l’uso di sostanze dopanti nello sport

16 aprile 2018 | Adulti

Quali sono le conseguenze di uno stile di vita che prevede l’uso di sostanze proibite nello sport?

JUST SPORT si è proposto l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione che frequenta palestre e gli istruttori stessi di queste ultime, sulle conseguenze che l’utilizzo del doping può arrecare sulla salute, anche a livello amatoriale. Il 13 e 14 Aprile si è tenuto ad Umea, in Svezia il terzo incontro tra i partner del progetto.

Durante l’implementazione del progetto, ciascuno dei partner del consorzio ha organizzato dei workshop e delle tavole rotonde nel proprio paese (Croazia, Bulgaria, Svezia, Portogallo, Slovenia e Italia) per raggiungere l’obiettivo dell’iniziativa. Nel corso dell’incontro infatti, ciascun paese ha presentato le attività svolte a livello locale, non solo educative, ma anche di disseminazione del messaggio lanciato dal progetto.

Nonostante la difficoltà riscontrata in tutti i paesi nel raggiungere gli istruttori/proprietari di palestre e centri fitness, spesso coinvolti in primo piano nel vendere o consigliare ai propri clienti prodotti senza una supervisione medica, le attività formative e di promozione del progetto e di uno stile di vita più sano e pulito sono state un successo.

I workshop nei vari paesi hanno visto la partecipazione, nei panni di relatori, di esperti sul tema del doping, della salute e della nutrizione. Il loro contributo è stato fondamentale per sviscerare con autorevolezza un tema importante come quello dell’utilizzo delle sostanze proibite in contesti non professionistici, senza quindi sminuirne le cause e le conseguenze.

Inoltre durante l’incontro a Umea, il consorzio ha discusso di quali potessero essere le migliori metodologie e strategie per la promozione di queste attività formative e del prosieguo della campagna anti-doping in vista della conferenza finale del progetto prevista per il 5 giugno 2018 a Opatija.

Sul progetto

JUST SPORT – Fight against doping on grassroots level è co-finanziato dal programma Erasmus+, Partenariati di Collaborazione nel campo dello Sport e mira a dare impulso ad iniziative anti-doping accrescendo la consapevolezza sui rischi legati all’assunzione di sostanze dopanti e offrendo programmi di prevenzione e promozione dei valori fondamentali alla base delle attività sportive.

Il progetto intende sensibilizzare i proprietari di palestre e i giovani – principianti e non agonisti – sulle conseguenze morali, giuridiche e sanitarie dello sport causate dall’uso di sostanze dannose nella pratica sportiva.

Partner

Il partenariato di progetto si compone di 6 organizzazioni:

Per ulteriori informazioni

Leggi la scheda progetto.

Visita just-sport.org.

Contatta Emiliano Mungiovino all’indirizzo emiliano.mungiovino@cesie.org.